Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Risolvere Problemi di raffreddamento del Portatile

Aggiornato il:

Cosa fare se il portatile è troppo caldo e le ventole girano forte tutto il tempo per risolvere i problemi di raffreddamento e surriscaldamento

problemi raffreddamento portatile Per i computer portatili l'estate è davvero un brutto periodo, perchè se non sono ben tenuti o portati molto in giro, non riescono a raffreddarsi come dovrebbero accumulando troppo calore che rischia anche di danneggiarli. Il primo sintomo di surriscaldamento è rappresentato, oltre all'eccessivo calore che si sente toccandolo sotto la tastiera, dal rumore delle ventole che girano al massimo.
Bisogna quindi adottare alcune accortezze per risolvere eventuali problemi di raffreddamento del portatile, non solo facendo in modo che le ventole funzionino a dovere, ma anche cercando di non sovraccaricare il computer facendolo lavorare a cicli elevati per periodi di tempo prolungati. Nei casi più urgenti e per i portatili più vecchi, è anche possibile aggiungere ventole di raffreddamento al PC, in modo da poter stare tranquilli con i problemi di surriscaldamento e far funzionare le ventole del computer portatile normalmente.

LEGGI ANCHE: Controllare temperatura e calore nel PC

1) Pulire le ventole

Tenere le ventole pulite è fondamentale per il loro buon funzionamento nel raffreddare processore ed altri componenti del computer. La polvere è un grande nemico dei portatili, perchè se le prese d'aria sono ostruite le ventole cercano di girare più velocemente del dovuto facendo più rumore e consumando più energia. La pulizia del portatile dalla polvere può essere fatta usando una bomboletta d'aria compressa per soffiare aria all'interno delle aperture e togliere la polvere. Idealmente e se possibile (non su tutti i portatili si può fare), sarebbe meglio fare questa pulizia smontando il pannello posteriore del portatile, in modo da pulire tutta la sporcizia accumulata nel tempo.
In un altro articolo abbiamo scritto la guida per pulire un portatile dentro e fuori.

2) Chiudere alcuni programmi

Se il PC è pulito, ma si sentono le ventole girare forte, può darsi che il computer sia sotto stress a causa dei programmi che si stanno utilizzando. Se si utilizza il portatile in un ambiente particolarmente caldo, anche per risparmiare sul consumo di batteria, è sempre consigliabile utilizzare al massimo due o tre programmi insieme, non di più.
È possibile utilizzare il Task Manager di Windows (che si può aprire premendo insieme i tasti CTRL-Maiusc-Esc) per determinare quali programmi stanno occupando più memoria e CPU. In Windows 10 è anche possibile vedere il consumo elettrico di ogni processo, che se è elevato porta ad accumulare più calore.

3) Controllare la presenza di malware

Se il computer è pulito e le ventole girano a massima velocità anche se non si sta facendo nulla, dopo aver controllato col task manager eventuali software sconosciuti in esecuzione in background come visto al punto precedente, conviene fare una scansione antimalware usando l'antivirus installato oppure, meglio ancora, con uno dei programmi antimalware gratuiti migliori.

4) Utilizzare il risparmio energetico

Un modo molto semplice per tenere il computer più fresco è quello di diminuire la potenza massima della CPU, cambiando il piano energetico da Prestazioni Massime a Risparmio energetico. Per farlo, andare sul Pannello di Controllo di Windows dal menù Start, poi aprire la sezione Hardware e suoni > Opzioni risparmio energia. Si può quindi scegliere il piano di prestazioni Bilanciato oppure, cliccando su Mostra combinazioni aggiuntive, utilizzare il Risparmio energia.

5) Usare SpeedFan

Con alcuni programmi è possibile regolare la velocità delle ventole. Come visto nella guida su come gestire le ventole del PC per un miglior raffrescamento, è possibile scaricare Speedfan, forse il migliore dei programmi per controllare le velocità delle ventole interne e, volendo, anche per regolarle (anche se bisogna stare attenti a farlo nel modo corretto se non si vuole evitare il surriscaldamento).

6) Tenere il portatile sollevato

Questo è un consiglio base piuttosto scontato: siccome le ventole del PC sono situate in basso, basterà tenere il computer sollevato per dare più spazio all'aria di passarci attraverso. Su Amazon è possibile comprare una base ventilata regolabile per i portatili a 15 Euro.
Ovviamente, non si deve mai utilizzare il portatile poggiandolo su un tappeto, sul letto, sul divano o sulle gambe se non si vuole farlo surriscaldare subito e questa è una regola che vale sempre, non solo quando fa caldo.

7) Collegare un dispositivo di raffreddamento per laptop

Chi usa il computer portatile a casa o in ufficio, si potrebbe trovare una soluzione definitiva ai problemi di raffreddamento comprando una base con ventole aggiuntive su cui poggiare il computer. Le basi di raffreddamento favoriscono una maggiore circolazione d'aria rinfrescando l'interno del portatile e alleggerendo la pressione esercitata sulle ventole integrate.
Sono dispositivi economici e staccabili, come ad esempio la base di raffreddamento TopMate che è possibile comprare su Amazon a soli 20 Euro.

LEGGI ANCHE: Come tenere fresco il portatile

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy