Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Configurare il modem per connessioni TIM, Fastweb, Infostrada, Tiscali

Aggiornato il:

Guida alla configurazione di un modem per attivare la connessione internet ADSL o Fibra, con Tim Telecom, Fastweb, Infostrada e Tiscali

configurare modem Chi compra un nuovo modem potrebbe rimanere sorpreso dalla facilità con cui esso è in grado di configurarsi da solo per navigare con le connessioni più comuni (in particolare con le ADSL).
Qualsiasi modem moderno infatti è capace di auto-configurarsi da solo, rendendo l'operazione di installazione davvero semplice anche per chi si sente più inesperto che mai.
La facilità di configurazione di un modem dovrebbe essere poi un ulteriore incentivo a comprarne uno nuovo e sostituire quello vecchio o quello fornito dall'operatore telefonico (Telecom, Fastweb, Infostrada ecc.).
Può capitare a volte di non riuscire comunque a navigare, forse perché i parametri utilizzati sono diversi: in questo caso dovremo agire manualmente per poter navigare con il nuovo modem.
In questa guida vi mostreremo come configurare il modem per tutte le principali connessioni e, nel paragrafo finale, come navigare in caso di fibra ottica FTTC e FTTH con un nuovo modem diverso da quello dell'operatore.

LEGGI ANCHE -> Miglior Modem da comprare (fibra, dual band, wireless AC)

1) Configurazione automatica ASDL

Configurare un modem significa attivare la connessione internet con il proprio operatore di cui si sta pagando l'abbonamento.
Questo è possibile farlo con diverse compagnie telefoniche come TIM, Infostrada, Fasweb e Tiscali.
Non è invece possibile cambiare modem con quei provider internet che obbligano i loro clienti ad usare il loro modem specifico (per esempio Vodafone), che rimane anche bloccato nella configurazione.
Supponendo che sia stato comprato un modem, i parametri e le operazioni da fare sono assolutamente gli stessi per tutti gli operatori che forniscono connettività ADSL.
Prima di provare questa strada assicuriamoci che il modem sia correttamente collegato (controlliamo cavo della corrente e cavo telefonico, controllando anche eventuali filtri ADSL piazzati male) e che le luci di segnalazione siano correttamente accese (leggiamo il manuale per capire bene il funzionamento delle varie lucine LED presenti).
Colleghiamo un PC portatile a una porta Ethernet libera e accediamo al pannello di configurazione del modem, digitando in qualsiasi browser web 192.168.1.1 (in rari casi può essere l'indirizzo 192.168.0.1 oppure 192.168.1.254).

LEGGI ANCHE: Entrare nel router per accedere alle impostazioni in modo semplice

A questo punto, a seconda del modello di modem che abbiamo, può darsi sia richiesto di impostare una nuova password oppure di eseguire l'accesso al modem con un nome e password.
Questi nome e password sono indicati sicuramente sul libretto d'istruzione o sull'adesivo sotto il modem stesso e, di solito, sono admin con password vuota, nome admin e password admin o admin password.
Se non sappiamo la password d'accesso al modem, possiamo anche visitare la pagina in cui sono salvate tutte le configurazioni dei modem più famosi -> RouterPasswords.
Effettuato l'accesso al pannello di configurazione del modem, si può cliccare sulla configurazione guidata o Quick setup e indicare, nelle schermate che compariranno, l'operatore telefonico con cui abbiamo sottoscritto l'abbonamento, confermando nelle schermate finali di voler utilizzare i parametri predefiniti.
Al termine dovremo essere in grado di navigare senza problemi, non ci resta che aprire la sezione Wireless o WiFi del pannello di configurazione e scegliendo la WPA2-PSK, il nome della rete e la chiave di accesso.

LEGGI ANCHE -> Offerte internet casa migliori, ADSL o Fibra, più convenienti e affidabili

Per finire la configurazione del modem, è necessario ancora fare ancora un piccolo sforzo e cambiare password di accesso al router in modo che non sia più così semplice e banale (ne va della sicurezza di tutta la rete).

2) Parametri di connessione manuale ADSL

Se la procedura guidata non ci permette di navigare correttamente, dovremo per forza di cose inserire i parametri di connessione ADSL a mano.
Apriamo nuovamente il pannello di configurazione del modem, navighiamo tra le varie voci di menu fino a trovare la schermata che permette di impostare i parametri di connessione per l'ADSL (di solito chiamato Internet oppure DSL, Modem o Connection).
Parametri

All'interno della finestra di configurazione puoi utilizzare i seguenti parametri:

- VPI: 8
- VCI: 35 (con Fastweb VCI è 36)
- Tipo connessione (connection type) o protocollo: PPPoE per Telecom e Infostrada, PPPoA per Tiscali; per Fastweb il tipo di connessione è l'IP dinamico o Dynamic IP
- Encapsulation Mode: per Telecom e Fastweb è LLC mentre per Infostrada e Tiscali è VC-Mux (questo parametro si imposta da solo).

Compiliamo anche i campi Username e password di accesso, che cambiano a seconda del provider:

- TIM o Telecom Alice: username e password sono entrambi aliceadsl
- Per Wind Infostrada username è benvenuto mentre la password è ospite
- Per Tiscali bisogna utilizzare come nome l'indirizzo email tipo claudio@tiscali.it e la password della casella di posta
- Per Fastweb lasciare vuoto

Per quanto riguarda la configurazione di un modem con la connessione Fastweb è anche necessario poi aprire la pagina web https://registrazione.fastweb.it e verificare l'account inserendo i vari dati di identificazione personale.
Se con Fastweb non fosse ancora possibile navigare su internet, si può seguire la guida per i modem sul sito Fastweb.

3) Configurazione modem per fibra (FTTC e FTTH)

Con l'arrivo delle nuove connessioni in fibra ottica, sembra essere "sparita" la necessità di impostare manualmente i parametri, visto che praticamente tutti gli operatori impongono il loro modem per poter sfruttare questo tipo di connessioni (anche se qualcosa si sta muovendo, basta cercare su Google le notizie relative a "modem libero").

Se abbiamo quindi un modem fornito dall'operatore, la cosa più saggia (per ora) è collegare un nostro router personale "a cascata" al modem della TIM, di Fastweb, di Vodafone etc, così da avere molte più funzionalità da sfruttare e molta più scelta.
Per fare ciò è sufficiente spegnere ogni tipo di connessione sul modem dell'operatore (ossia WiFi, firewall, controllo parentale etc.) e collegare ad esso un router (senza componente modem) tramite un semplice cavo Ethernet.
Il collegamento più efficace prevede di connettere il cavo ad una porta LAN del modem, mentre sul router dovremo sfruttare la porta identificata con la sigla WAN o Internet (di solito è anche colorata in maniera diversa dalle altre porte Ethernet per distinguerla).
Router

Una volta effettuata questa connessione, accediamo al pannello di controllo del nuovo router e configuriamo il WiFi come desiderato.
Per la connessione non dovremo fare nulla: il modem gestirà il nuovo router come fosse un qualsiasi dispositivo Ethernet (fornendo automaticamente i parametri per navigare), mentre il router gestirà questo segnale e lo diffonderà a tutti i dispositivi che collegheremo ad esso da quel momento in poi.
Questa è l'unica configurazione possibile, visto che altri servizi (come il VoIP) possono funzionare solo con il modem dell'operatore collegato.
Tra qualche mese è possibile che la situazione cambi, visto che a breve il modem libero per tutti sta diventando realtà.

LEGGI ANCHE: Miglior Modem da comprare (fibra, dual band, wireless AC)

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy