Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Smartphone perso: come bloccare telefono e account

Aggiornato il:

Tutte le cose che bisogna fare se si perde il cellulare smarthpone oppure se viene rubato: bloccare il telefono e tutti gli account delle applicazioni

Smartphone smarrito Fino a un decennio fa perdere il cellulare era per lo più un dispiacere, ma dopo la delusione iniziale potevamo prenderne subito un altro senza pensare troppo alla sicurezza dei dati contenuti nel vecchio. I moderni smartphone sono a tutti gli effetti dei mini computer e contengono molte più informazioni rispetto al passato: perdere lo smartphone oggi può essere un grandissimo problema, visto che rischiamo di perdere dati personali generati da diverse applicazioni come Facebook, WhatSapp, Gmail e altre.
Quando perdiamo lo smartphone quindi dovremo, oltre a bloccare il telefono e annullare la carta SIM, reimpostare i vari account e impedire a chi lo trova o a chi l'ha rubato di recuperare queste informazioni personali.
In questa guida completa vi mostreremo tutte le procedure da seguire per poter "scollegare" a distanza tutti gli account personali più utilizzati, così da impedire che qualcuno possa utilizzarli al posto nostro.

LEGGI ANCHE: Tutti i modi di rintracciare il telefono (Android, iPhone)

Smartphone perso: tutte le cose da fare

Seguendo tutti i passaggi descritti qui in basso avremo la certezza che, nel caso in cui il telefono finisca in mani sbagliate, non potrà accedere ai nostri account o ricavare informazioni personali.

Disattivare o bloccare il telefono a distanza

Gli smartphone Android e gli iPhone permettono di disattivare o bloccare l'accesso al telefono anche a distanza, è sufficiente che esso sia ancora acceso e connesso ad Internet (via dati mobili o via Wi-Fi). Utilizzando infatti le funzionalità offerte dai servizi Trova il mio iPhone o Trova il mio Android, potremo ritrovare il telefono o disattivare l'accesso ad esso usando il computer o un altro smartphone.
Ritrova dispositivo

Come descritto nelle guide che vi abbiamo linkato in alto, è sufficiente effettuare l'accesso alla pagina Web di controllo del servizio o installare l'app specifica su un altro telefono, quindi basterà selezionare il telefono smarrito, così da poter utilizzare le funzioni da remoto Blocca il dispositivo o Resetta dispositivo.
Noi vi consigliamo di lasciare quest'ultima opzione solo come ultima spiaggia, mentre consigliamo di applicare subito il blocco del dispositivo e di iniziare a tracciare la posizione, così da poter tentare un recupero in extremis. Da notare che il reset da remoto fatto in questo modo non solo cancella tutta la memoria, ma è in grado anche di rendere il telefono rubato inutilizzabile per chiunque.
Se il telefono risulta offline o non è raggiungibile, l'unico modo per difendere la nostra privacy è agire sui vari account presenti sul telefono.

Rimuovere WhatsApp dal telefono perso

Iniziamo a tutelare WhatsApp, che è l'app più utilizzata sugli smartphone moderni. Visto il funzionamento del servizio, dovremo prima di tutto procurarci una nuova scheda SIM con lo stesso numero di quella persa e attivare WhatsApp sul nuovo telefono. In questo modo andremo a disattivare l'account WhatsApp sul telefono rubato, visto che il servizio può essere attivato solo su un numero di telefono e su un dispositivo alla volta.
WhatsApp

Se non abbiamo il tempo di procurarci una nuova SIM e un nuovo telefono, possiamo inviare un'email al servizio disattivazione WhatsApp (indirizzo support@whatsapp.com), indicando come oggetto Perso/rubato: Disattivazione del mio account e inserendo nel corpo dell'email il numero di telefono nel formato internazionale completo (ossia con il +39 prima del numero).

Rimuovere Telegram dal telefono perso

Se utilizziamo Telegram come app di messaggistica istantanea, potremo rimuovere l'account anche da PC sfruttando Telegram Web o l'app per PC Telegram, possibilmente già associate con il nostro account prima del furto. Per rimuovere l'account è sufficiente aprire l'app o il sito, portaci nella sidebar laterale, selezionare Impostazioni, aprire il menu Privacy e sicurezza e cliccare infine su Mostra sessioni, presente sotto Sezioni attive.
Telegram

Compariranno tutte le sessioni attive di Telegram con il nostro account, inclusa quella attiva sul nostro telefono smarrito o rubato; per chiudere tutte le altre sessioni non attive al momento basterà cliccare sulla voce Termina tutte le altre sessioni in alto.
Se non abbiamo mai associato Telegram ad un altro smartphone, ad un browser Web o all'app PC, anche in questo caso dovremo procurarci una nuova SIM con il vecchio numero e un nuovo telefono, così da poter effettuare l'associazione e procedere con la rimozione delle vecchie sessioni.

Cambiare password all'account Facebook o Instagram

Su Facebook e Instagram dovremo semplicemente cambiare la password in uso sui servizi, così da disconnettere automaticamente tutte le altre sessioni attive (inclusa quella sul telefono rubato). Per cambiare la password su Facebook è sufficiente aprire un qualsiasi browser Web su PC, portarsi nella pagina di Facebook, effettuare l'accesso con le nostre credenziali quindi portarsi in alto a destra sulla punta di freccia e selezionare Impostazioni. Da qui portiamoci nel menu Protezione e accesso e facciamo clic sul pulsante Modifica presente accanto alla voce Modifica password.
password Facebook

Per maggiore sicurezza clicchiamo anche su Visualizza accanto alla voce Accessi autorizzati, così da rimuovere lo smartphone perso tra quelli con accesso non controllato, avendo cura di attivare anche l'autenticazione a due fattori (facendo clic sul tasto Modifica accanto all'omonima voce).
Se utilizziamo Instagram con l'account Facebook, non dovremo modificare nient'altro; se invece utilizziamo l'account Instagram con username e password dedicate, apriamo la pagina Web di Instagram, facciamo clic sul pulsante a forma d'ingranaggio e utilizziamo la voce Modifica password.
Instagram

In un altro articolo possiamo trovare la guida per uscire dagli account web e disconnettere le sessioni per molti altri siti, così da poter proteggere meglio la nostra privacy anche su altri servizi, su altri social network o su altre chat istantanee.

Cambiare password all'account Google o Apple

Altri account molto importanti su cui dobbiamo modificare le password sono l'account Google (nel caso di smartphone Android) e l'account Apple (in caso di iPhone).
Per cambiare la password all'account Google portiamoci nella pagina Web Account Google da qualsiasi PC, effettuiamo l'accesso con le credenziali del nostro account e portiamoci infine nel menu Sicurezza, presente nella parte sinistra della finestra.
Password Google

Per modificare la password è sufficiente cliccare sulla voce Password presente nella sezione Accesso a Google; si aprirà una nuova finestra in cui ci verrà chiesta nuovamente la vecchia password, quindi potremo sceglierne una nuova. Per maggiore sicurezza scorriamo la pagina Sicurezza fino a trovare la sezione I tuoi dispositivi, quindi facciamo clic su Gestisci dispositivi per rimuovere l'account Google dal telefono smarrito o perso.

Per cambiare la password all'account Apple ID, apriamo la pagina ID Apple su qualsiasi browser per PC o Mac, inseriamo le credenziali d'accesso in nostro possesso, portiamoci nella sezione Sicurezza quindi facciamo clic su su Cambia password.
Password Apple

Inseriamo dove richiesto la password attuale, quindi scegliamo una nuova password, confermando la modifica con il tasto Modifica password. Tutti i dispositivi Apple con la vecchia password verranno scollegati dal nostro account e non potranno più essere spiati.

Dopo la disattivazione degli account, cosa fare?

Dopo aver disattivato tutti gli account che possono compromettere la nostra privacy, è necessario contattare la compagnia telefonica per sospendere la SIM (se non l'abbiamo già fatto) e impedire a chi ha trovato o rubato il cellulare di telefonare o inviare SMS spendendo i nostri soldi. Per fare ciò basta recarsi in un negozio del proprio gestore (Tre, Vodafone, Wind o TIM) e chiedere di disattivare la SIM vecchia e ottenere in cambio una nuova SIM con il vecchio numero (indispensabile per recuperare l'accesso a WhatsApp).
Fatto questo possiamo fare una denuncia ai Carabinieri o alla Polizia di Stato in caso di furto, avendo cura di recuperare il codice IMEI per bloccare il cellulare e impedire che possa essere usato.

Conclusioni

Perdere uno smartphone (specie se costoso) può essere una grave perdita a livello emotivo, ma ancor più a livello di privacy: seguendo infatti i consigli che vi abbiamo proposto potremo rintracciare il telefono e, in caso di perdita definitiva, rimuovere tutti i nostri account a distanza.

Se vogliamo aumentare la sicurezza sul nostro smartphone e difenderlo meglio dai furti, vi invitiamo a leggere la nostra guida alle App per trovare il cellulare rubato o perso.
Se invece siamo noi a ritrovare un telefono smarrito, facciamo la cosa giusta e seguiamo i suggerimenti proposti nel nostro articolo su Cosa può fare chi trova un cellulare perso?

Posta un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte Info sulla Privacy