Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come sapere se un sito è pericoloso

Pubblicato il: 3 maggio 2016 Aggiornato il:
Tutti i controlli da fare per sapere se un sito internet è pericoloso o se è affidabile e come segnalare i link dannosi
scopri link dannosi Di questi tempi può essere molto difficile dire se un sito è affidabile o meno.
Chi crea siti per organizzare truffe e per diffondere virus o malware non fa più lavori di qualità scadente facilmente riconoscibili, ma rende tutto molto professionale, con un aspetto simile a quello dei siti più famosi, che può portare l'utente a fidarsi soltanto perchè ha una bella faccia e si pone bene.
Soprattutto quando si devono inserire dati sensibili come i dati della carta di credito per comprare qualcosa, è importantissimo saper riconoscere i siti pericolosi subito e sapere a chi stiamo trasmettendo informazioni private come il numero della carta, informazioni bancarie, l'indirizzo e-mail o di casa.
Lo stesso vale per quei siti in cui si può capitare nel cercare un film o un software da scaricare, dove però è richiesta la registrazione, magari anche con dati di pagamento, per fartelo scaricare gratis oppure dove è richiesto di scaricare un plugin o un programma speciale per visualizzare il video.

In linea generale, sempre diffidare da un sito web se questo chiede informazioni personali.
Bisognerebbe anche stare attenti ai siti con offerte che sembrano troppo belle per essere vero, stare molto cauti quando si capita in quei siti con annunci molto invadenti che aprono pop-up in continuazione e che richiedono di installare un plugin per visualizzare contenuti e video.
Come scritto in passato, mai scaricare player e aggiornamenti da siti di video in streaming che sono sempre virus.

Di converso, alcune volte è lo stesso Google a bloccare la navigazione su certi siti segnalandoli come dannosi (Chrome blocca i siti con download pericolosi) e magari non è vero.
Google anche può infatti sbagliare e segnalare un sito come pericoloso, mentre invece non lo è.

LEGGI ANCHE: Stare lontani dai siti italiani di bufale e notizie false

1) Per sapere se un sito è buono o pericoloso prima ancora di visitarlo ci sono degli strumenti appositi.
Nel caso in cui si dovesse ricevere via email o via messaggio Facebook il link di un sito che non si sa bene cosa può essere, che è indecifrabile o che ha l'URL coperta e abbreviata, è meglio non cliccarlo perchè solo aprendolo potrebbe caricare qualche virus.
Se si è comunque curiosi, si può fare un controllo prima di aprirlo.
Cliccare sul link col tasto destro e scegliere l'opzione "Copia indirizzo link" (Per Chrome) o "Copia indirizzo" in Firefox.
Il link va poi incollato controllato con un altro servizio come Comodo Web Inspector ed anche con Zulu URL Risk Analyzer.
Questi due servizi online gratuiti sono anche in grado di processare link accorciati o link fasulli che ridirezionano verso pagine di phishing (ad esempio un link Paypal fasullo).
Zulu URL Risk Analyzer ci dice tutto quello che viene caricato da quella pagina web a cui rimanda il link sospetto ed assegna un punteggio di rischio.
Anche lo scanner di Comodo funziona bene e porta a un report completo sul grado di pericolosità di un sito web.
Se un sito è classificato come a rischio, molto probabilmente è un sito pericoloso.

2) Se viene segnalato come pericoloso, continuare la scansione con altri servizi che ci dicono qualcosa in più con VirusTotal e URLVoid.
Dal punto precedente abbiamo anche scoperto cosa si nasconde dietro un link e possiamo anche sapere cosa c'era dietro un link accorciato come quelli di bit.ly.
Puntanto questa volta alla pagina web vera a cui si riferisce un sito (se si trattava di link accorciato), fare un controllo con VirusTotal.
Nel caso di un sito già precedentemente valutato, se la data non è recente, chiedere di fare una nuova analisi.
La valutazione qui non è mai univoca, può darsi che un sito buono sia segnalato pericoloso da diversi motori di rilevazione o che viceversa sia pericoloso anche se solo pochi lo rilevino.
Per questo vale la pena anche un secondo controllo su un servizio simile, chiamato URLVoid.
In questo casi ci viene anche detto da dove proviene questo sito web, il livello di traffico (se fosse molto popolare, può darsi abbia dei banner intrusivi ma se si sta attenti va bene).
Fare attenzione però che un nuovo sito potrebbe ancora non essere stato controllato dai vari servizi di sicurezza online o che un vecchio sito affidabile fino a ieri, si sia trasformato oggi in un veicolo di phishing e malware.

3) Controllare reputazione del sito con Web of Trust
Come già scritto in un articolo simile a questo, per evitare di cliccare link pericolosi e siti sospetti, Usa WOT, ossia Web Of Trust, un servizio di controllo basato sul giudizio degli utenti.
Se un sito ha una bassa reputazione, molto probabilmente sarà evidente da un controllo su Web Of Trust.

4) Assicurarsi che il certificato SSL sia valido e che il sito sia con HTTPS.
Anche se i controlli fatti non mostrassero evidenza di un sito pericoloso, se stiamo parlando di un sito di shopping o in cui dobbiamo inserire informazioni private, prima di comprare online o di scrivere dati sensibili è necessario verificare che il sito abbia connessione crittografata, ossia che i dati inviati non siano leggibili in chiaro da nessuno, nemmeno dai gestori del sito stesso.
Per fare questa verifica basta controllare che il sito inizi con HTTPS e non con HTTP.
Inoltre non devono essere segnalati errori di certificato SSL.
Per sicurezza, bisogna sempre installare l'estensione HTTPS Everywehere che impedisce di capitare su siti ingannevoli di phishing, identici agli originali, ma non veri.
Mai quindi inserire dati di pagamento su un sito che inizia con HTTP.

5) Come segnalare i siti pericolosi?
Se si scoprisse che un sito è pericoloso perchè fa spam, phihing, truffe o inganni di vario tipo, bisogna segnalarlo in modo che questo possa essere chiuso, oscurato o reso inaccessibile da altre persone.
Per farlo ci sono due strade parallele da percorrere entrambe.
La prima, segnalando il sito web alla polizia italiana, esattamente al commissariato di polizia online, alla sezione collabora.
La seconda è quella di segnalare il sito a Google, in modo che blocchi la navigazione per gli utenti che lo cercano.
Sicuramente lasciare anche un giudizio negativo su Web Of Trust sarebbe un'ottima cosa.

LEGGI ANCHE: Controllo reputazione dei siti per comprare online senza rischi

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)