Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Attivare i punti di ripristino di sistema in Windows 10

Pubblicato il: 24 agosto 2015 Aggiornato il:
Riattiva il ripristino di configurazione di sistema in Windows 10 che è disattivo per impostazione predefinita
ripristino di configurazione di sistema windows 10 Se si è stato installato Windows 10 su un nuovo PC o dopo aver fatto l'aggiornamento, ci sono un po' di opzioni da modificare subito per ottimizzare il sistema, attivare le funzioni più importanti e disattivare quelle inutili.
Tra queste una molto importante è di riattivare la creazione di punti di ripristino di configurazione di sistema, quella funzione storica di Windows che serve a far tornare il PC allo stato precedente, nel caso di problemi improvvisi.
Se, ad esempio, dopo l'installazione di un programma o dopo aver modificato qualche opzione, il sistema risultasse instabile, mancante di qualcosa o se si ricevessero errori, si può tentare a ripristinare la configurazione del giorno prima, quando funzionava tutto bene.
Questo è un modo veloce di risolvere piccoli problemi quotidiani senza dover perdere tempo con la ricerca del problema.
Abbiamo parlato di questo nella guida su come ripristinare la configurazione di sistema se il PC Windows oggi non funziona.

Il ripristino di sistema in Windows 10 è disattivato per impostazione predefinita e va quindi riattivato.
Questo credo sia dovuto al fatto che questa opzione di recupero sia considerata da Microsoft vecchia e non troppo efficiente, sostituita, nelle intenzioni, dalla cronologia file che permette di recuperare versioni precedenti dei file modificati e dal "reimposta PC" che si trova nelle impostazioni, alla sezione aggiornamento e sicurezza.
Il ripristino dell'opzione reimposta PC è però molto più radicale, quasi una reinstallazione che rimuove app e programmi.
Il ripristino di sistema classico invece è un'operazione leggera e semplice, che può essere fatta senza pericoli e senza cancellare nulla.

Su un PC Windows 10 consiglio quindi di attivare il ripristino di configurazione di sistema almeno per il disco principale.
Aprire quindi il Pannello di Controllo, andare su Sistema e poi sulle Impostazioni di Sistema Avanzate.
Nella scheda "protezione del sistema" si troverà l'elenco dei dischi installati e l'indicazione se la protezione è attiva o disattiva.
Selezionare quindi il disco di sistema, premere il tasto Configura e poi sull'opzione Attiva.
Lo spazio di archiviazione massimo da dedicare al ripristino di sistema dipende dalla grandezza del disco in uso.
Generalmente si usa un valore compreso tra i 5 e i 10 GB.
Premere su Applica e poi su OK per finire.

Adesso, quando necessario, è possibile andare nella schermata di protezione di sistema e premere sul tasto di Ripristino scegliendo la data in cui il computer sicuramente funzionava bene.

Da notare che il ripristino configurazione di sistema sarebbe sconsigliato sui PC con disco SSD, anche se personalmente lo tengo attivo lo stesso visto che negli anni mi ha salvato la situazione più di una volta.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)