Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cambiare o tagliare la SIM-card per iPhone e come Micro-SIM

Pubblicato il: 10 febbraio 2015 Aggiornato il:
Come adattare o cambiare una SIM per inserirla nell'iPhone come NanoSIM o in altri smartphone che vogliono la MicroSIM
da sim a microsim Grazie ad Apple e alla sua volontà di distinguersi dagli altri, quando si compra un nuovo iPhone è necessario metterci dentro non una SIM normale di quelle che funzionavano sui vecchi cellulari, ma una NanoSIM, più piccola, senza plastica intorno.
La NanoSIM di Apple è anche diversa dalla microSIM, grandi circa la metà di un SIM standard, necessaria in altri modelli di smartphone come il Nexus 5, il Moto G e il Lumia.
Il problema di questa diversità di schede SIM è che, se si vuole usare un altro cellulare al posto dell'iPhone o di un altro che ha la Micro SIM, bisognerà trovare il modo di adattare la scheda e ingrandirla per farla entrare nell'alloggiamento.
Viceversa, se si ha uno smartphone o cellulare normale con SIM standard, sarà necessario rimpicciolire la scheda per poterla inserire dentro l'iPhone o altri telefoni che vogliono le MicroSIM.

Com'è fatta una scheda SIM?
La scheda SIM viene utilizzata per identificare il telefono sulla rete di telefonia mobile.
I dati di autenticazione e le specifiche di rete (come le configurazioni per gli SMS o per l'accesso a internet) sono memorizzate nel piccolo chip d'orato oro che si vede sulla faccia anteriore.
Attorno alla sezione aurea del chip, che è quella importante, c'è un bordo di plastica che serve solo a dare la forma del dispositivo, in cui però è scritto anche il codice ICC-ID, che può essere richiesto quando si cambia operatore.
La differenza tra NanoSIM, Micro-SIM e SIM standars sta tutta nella dimensione del bordo di plastica che, nel caso della NanoSIM, è praticamente assente.

Per adattare una SIM all'iPhone o su uno smartphone che vuole la Micro-SIM, si può provare, se si ha buona manualità, a tagliare via il bordo in eccesso.
Ci sono molte guide online che spiegano come tagliare una SIM, cosa che si può fare facilmente tramite strumenti appositi venduti su Ebay o su Amazon.
Per tagliarla senza speciali arnesi, si può fare il taglio manualmente.
Per farlo è necessario avere:
- Un adattatore SIM o una stampante (colorate o in bianco e nero) con un foglio di formato A4
- Un nastro
- Un righello e marcatori
- Buone Forbici
- Pazienza e precisione
Il foglio con le forme delle schede SIM piccole si può scaricare e poi stampare dal sito PDF Archive.
Bisognerà poi disegnare le righe da tagliare sulla SIM mettendola sul foglio e seguendo le righe tracciate per poi tagliare con le forbici il bordo esterno, facendo estrema attenzione.
Idealmente si può usare poi la carta vetrata per smussare gli angoli.
Nel tagliare, oltre ad avere una mano ferma e precisa, bisogna fare attenzione a non tagliare un pezzo del chip, che deve rimanere integro.
Se si avesse già un adattatore per mettere la MicroSIM su un cellulare normale, si può anche provare disegnando le righe da tagliare mettendo l'adattatore sopra la SIM anche se è più difficile essere precisi.
Con il foglio A4 segnalato sopra, si può anche tagliare una MicroSIM per farla diventare una NanoSIM, anche se lo spessore da eliminare è davvero piccolo ed è più difficile da tagliare.

Se non ci si sente sicuri o si vuole evitare di rovinare la SIM rendendola inutilizzabile, consiglio, come poi ho fatto io (che non sono bravo in operazioni di precisione), di andare al primo negozio fisico del proprio operatore telefonico e cambiare la scheda direttamente.
Il costo di sostituzione della MiroSIM o della NanoSIM è di 10 Euro con tutti gli operatori: Tre, Vodafone, Wind e TIM.
Una volta comprata la nuova SIM da usare sull'iPhone o su un altro smartphone con MicroSIM, questa viene consegnata con adattatore incluso, in modo da poterla usare su un cellulare standard.
L'adattatore è il bordo di plastica intorno al chip, che va conservato dopo aver staccato la SIM piccola.

Il problema nel cambio di SIM (ed anche il rischio nel tagliare male la SIM e romperla) è che si perdono i numeri di telefono memorizzati al suo interno.
Prima di fare il cambio o di provare il taglio bisogna quindi salvare la rubrica nella memoria del cellulare, aprendo la sezione contatti e importandoli, dalle opzioni, nel cellulare.
Si potrà poi trasferire la rubrica da un cellulare a un altro con backup online

La MicroSIM o la NanoSIM si inserisce nello smartphone mettendola dentro l'alloggiamento che è sempre una specie di cassettino riconoscibile, da un lato del cellulare, da un bordo un po' rialzato.
Per estrarre il cassettino bisogna usare la piccola chiavetta a spillo che si trova nella confezione del telefono oppure si può anche usare la punta sottile di una graffetta.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)