Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come installare programmi e applicazioni su Mac (DMG, PKG, Tar.gz, app store)

Pubblicato il: 5 dicembre 2014 Aggiornato il:
Guida alle modalità di installazione dei programmi e delle applicazioni su un Mac, dal Mac App Store ai file DMG, PKG, tar.gz
installare programmi mac L'installazione di software su Mac funziona in modo diverso rispetto a Windows dove i programmi si installano tutti allo stesso modo.
Per installare applicazioni e programmi su Mac ci sono varie procedure a seconda del tipo di programma e del sito da cui viene scaricato.
Un nuovo utente Mac, a cui viene presentato il Mac App store di Apple, potrebbe ignorare il fatto che sullo store non ci sono tutte le applicazioni, potrebbe trovarsi in dubbio su cosa sono i file DMG e sul perché bisogna sempre trascinare e rilasciare l'icona dell'app dopo la sua apertura.

1) Il Mac App Store
Le versioni recenti di OS X hanno il Mac App Store, simile a quello per le applicazioni di iPhone e iPad, che basta aprire per cercare e installare in modo automatico ogni programma.
I programmi installati da qui si aggiornano automaticamente, allo stesso modo in cui avviene su iPhone e iPad.
Si possono comprare nuove applicazioni dallo store usando lo stesso ID Apple.
Una volta acquistato un programma esso potrà essere installato anche su altri Mac a cui si accede con lo stesso Apple ID.
Il Mac App Store è quindi una gran comodità, peccato solo che, come tutte le cose Apple, abbia regole stringenti e non includa nel suo catalogo tanti altri programmi che bisogna scaricare da altri siti internet, come si fa con un PC Windows.
Dati i limiti imposti da Apple per mettere un programma nello store del Mac, molti sviluppatori, soprattutto quelli indipendenti, preferiscono distribuire le loro applicazioni al di fuori del Mac App Store.

2) File DMG
Se si scarica un programma per Mac da un sito esterno al Mac App Store, probabilmente si dovrà fare il download di un file DMG, che è paragonabile o un file ISO di Windows.
Il DMG è un'immagine disco su cui basta fare un doppio click per "montarla" ed estrarre l'applicazione dal suo interno.
Ad esempio, se si volesse installare Google Chrome sul Mac, si può aprire la pagina web di download di Google Chrome, scaricare il file DMG, cliccarci sopra due volte.
Il file DMG viene montato sotto Dispositivi nel Finder.
La finestra con l'icona dell'applicazione è, fondamentalmente, solo una finestra Finder (tipo un esplora risorse) che contiene il file dell'applicazione, un collegamento alla cartella Applicazioni del computer e un'immagine di sfondo che dice all'utente di trascinare e rilasciare l'icona.
Per installare il programma bisogna quindi solo trascinare l'icona del programma nella cartella Applicazioni che equivale a copiare l'app dalla DMG al computer.
Su Mac quindi non avviene automaticamente l'installazione perché il file DMG è solo un'immagine disco senza permesso di installare app sul computer, cosa che bisogna fare manualmente trascinando l'icona.
Una volta fatta questa operazione sarà possibile eseguire il nuovo programma dal Finder, dal Launchpad, da Spotlight, dal dock ecc.
La prima volta che si apre un'applicazione scaricata bisogna anche accettare di aprire il file nella finestra di avvertimento.
Il File DMG, dopo l'installazione, può essere smontato cliccando sul pulsante di espulsione in Dispositivi nel Finder o o cliccando sulla sua icona nel desktop tenendo premuto il tasto Command e selezionando Rimuovi.
È quindi possibile eliminare il file DMG spostandolo nel Cestino.

3) File di applicazioni
Alcuni sviluppatori non usano i file DMG e lasciano scaricare l'applicazione stessa.
In questo caso, basta solo trascinare e rilasciare il file dell'applicazione dalla cartella di download nella cartella Applicazioni o in qualsiasi altra cartella, senza dover fare altro.

4) Archivi
Alcuni programmi sono distribuiti in file di archivio e quello che si scarica è un file .tar.gz o .tbz.
Per estrarre un file di archivio basta solo cliccarci sopra due volte e usare l'utilità Archivio del Mac che estrae automaticamente il contenuto dell'archivio nella cartella.
Quello estratto è il programma che si può trascinare nella cartella Applicazioni come al punto 3.

5) Installatori PKG
Alcuni programmi per Mac come Microsoft Office, hanno installatori simili a quelli di Windows.
In questi casi si scarica prima il file DMG, lo si apre e si fa un doppio clic sul programma di installazione, che è un il file PKG.

6) Gatekeeper (protezione applicazioni)
Quando si scarica un programma senza usare il Mac App Store, l'applicazione deve essere firmata da uno sviluppatore identificato prima che possa funzionare, almeno per impostazione predefinita.
Questo aiuta a proteggere i computer da programmi dannosi.
Se quindi, provando a avviare un'applicazione scaricata si vede l'avviso "è danneggiato e non deve essere aperto" oppure "spostare nel cestino", il motivo può essere la mancata certificazione.
A questo punto, se si è un po' esperti e si è sicuri di aver scaricato un programma buono, si può disattivare la protezione del Gatekeeper dalle Preferenze di sistema.
Cliccare sull'icona Apple nell'angolo in alto a sinistra dello schermo, cliccare poi sull'icona Preferenze di Sistema andare a Sicurezza e Privacy, cliccare sull'icona del lucchetto, mettere la password e attivare l'opzione Consenti applicazioni scaricate da ovunque.
In questo modo si riduce la sicurezza generale del computer, ma si avrà la libertà di installare tutto quello che si vuole.

Adesso si possono installare le migliori 100 Applicazioni per Mac Gratuite su OSX

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)