Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Come funziona il Controllo Account Utente in Windows (UAC)

Pubblicato il: 3 giugno 2014 Aggiornato il:
Cos'è il controllo accunt utente in Windows, come si configura, cosa si deve fare con le notifiche UAC e come protegge il computer
guida compelta a UAC Il Controllo account utente (UAC) fu introdotto, con qualche polemica, in Windows Vista da Microsoft migliorandolo in Windows 7 e Windows 8.
UAC è una protezione di sistema che limita quello che possono fare i programmi senza permesso dell'utente.
Anche utilizzando un account amministratore, se UAC è attivo, l'utente dovrà comunque dare le autorizzazioni volta per volta quando richieste dai programmi.
UAC è importante perchè risolve un grosso problema di Windows XP.
Siccome la maggior parte delle persone usa il computer con l'account di amministratore, ogni applicazione otteneva autorizzazioni per l'intero PC.
Se quindi veniva eseguito un programma dannoso, questo avrebbe avuto pieno accesso in lettura e scrittura per l'intero sistema operativo riuscendo facilmente a infettare i file di sistema e l'intero Windows.

L'avviso del controllo account utente compare ogni volta che si ha bisogno di installare un nuovo programma, se questo necessita di autorizzazioni da amministratore per poter funzionare.
Diventa quindi necessario confermare quello che si sta facendo o anche immettere la password di amministratore.

Cosa fa il controllo account utente e come funziona
UAC è una funzionalità di protezione per impedire modifiche non autorizzate al sistema Windows.
Queste modifiche possono essere effettuate dagli utenti, dai programmi e, purtroppo, dai malware (che sono la ragione principale per cui UAC esiste).
Quando c'è un cambiamento di sistema importante, Windows visualizza un avviso e UAC chiede il permesso di fare questo cambiamento.
Se non si dà alcuna approvazione, la modifica non viene effettuata.
In Windows, si incontra UAC soprattutto quando si installano programmi desktop che necessitano di autorizzazioni amministrative.
Ad esempio, ogni volta che si esegue un file setup.exe, si deve autorizzare l'installazione dicendo SI, altrimenti tutto sarà annullato.
Ogni tentativo di modifica al sistema da un account utente che non è un amministratore, ad esempio, l'account Guest, provocherà la comparsa del prompt UAC per chiedere la password di amministratore e autorizzare il cambiamento.

Ci sono molti tipi di attività che possono far comparire l'avviso di UAC:
- L'esecuzione di un programma desktop come amministratore.
- Modifiche alle impostazioni e ai file nelle cartelle Windows e Programmi.
- Installazione o rimozione di driver e applicazioni desktop.
- L'installazione dei controlli ActiveX.
- La modifica delle impostazioni di Windows come Windows Firewall, UAC stesso, Windows Update, Windows Defender e altro.
- L'aggiunta, la modifica o la rimozione degli account utente.
- La configurazione del Controllo genitori in Windows 7 o di Windows Family Safety 8.1.
- Le attività pianificate.
- Il ripristino file di sistema di backup.
- Visualizzazione o modifica di cartelle e file di un altro account utente.
- Cambiare data e ora di sistema.
Nei sistemi operativi Windows 8.x non si vedrà mai un avviso UAC quando si lavora con le applicazioni dal Windows Store che non sono autorizzate a modificare le impostazioni di sistema o dei file.

Quando si vede un avviso di UAC sullo schermo, si possono leggere i dettagli della notifica per capire cosa sta accadendo in modo preciso.
Ogni richiesta indica chiaramente il nome del programma che vuole fare modifiche, l'origine del file e l'autore dello stesso.
Premendo su "Mostra dettagli" si possono vedere più informazioni.
Se un file sconosciuto che si trova in una posizione sospetta richiede autorizzazioni con UAC, si dovrebbe negare l'accesso.

Per configurare il livello di attenzione del controllo account utente in Windows 7 e 8, si deve aprire il Pannello di controllo -> Account Utente -> Modifica impostazioni Controllo account utente.
Windows 7 e Windows 8.1 hanno quattro livelli di notifiche ci Controllo utente:
- Notifica sempre: per avere avvisi ogni volta che un programma richiede autorizzazioni di amministratore e quando un altro account utente modifica le impostazioni di Windows.
Il desktop si oscura e si deve scegliere "Sì" o "No" nella finestra di UAC prima di poter fare qualsiasi altra cosa.
Questo livello è il più sicuro, ma anche il più rompiscatole.
- Notifica solo quando programmi / applicazioni cercano di apportare modifiche al mio computer: questa è l'impostazione predefinita di Windows, per avere avvisi prima che i programmi apportano modifiche di sistema e richiedono password da amministratore.
Questo livello è leggermente meno sicuro di quello precedente perché i programmi maligni possono simulare sequenze di tasti o movimenti di mouse per cambiare le impostazioni di sistema.
- Notifica solo quando programmi / applicazioni cercano di apportare modifiche al computer: questo livello è diverso dal precedente, nel fatto che, quando viene mostrato il prompt UAC, il desktop non è disponibile.
Questo diminuisce la sicurezza del sistema, perché diversi tipi di malware potrebbero essere in grado di interferire con il prompt UAC e approvare le modifiche automaticamente.
- Nessuna notifica: questo livello, di fatto, disattiva UAC.
Tutte le applicazione e qualsiasi account utente possono apportare modifiche al sistema senza autorizzazione.

Perché non si dovrebbe disabilitare UAC?
Se si vuol mantenere la sicurezza del sistema a buoni livelli, non si dovrebbe mai disattivare UAC.
Quando si disattiva, tutti possono apportare modifiche al sistema senza consenso quindi per i malware è più facile infettare e prendere il controllo del computer.
Usare il computer in modo esperto e con buon senso può anche bastare a stare sicuri ma perchè rischiare quando è lo stesso Windows a fornirci la giusta protezione?
Vale la pena tenere attivo UAC anche per evitare che i programmi più vecchi, nel caso siano installati con UAC disattivo, abbiano problemi di funzionamento dopo la riattivazione.
Per molte persone, soprattutto agli inizi quando venne introdotto in Windows Vista, UAC è stato un fastidio da disabilitare.
In realtà, tranne chi è particolarmente esperto e attento a cosa installa, non è assolutamente consigliato disattivare UAC anche perchè è stato molto migliorato in Windows 7 e 8, dove non si dovrebbe vedere così spesso la finestra di avvertimento di UAC.
In un altro articolo comunque c'è la guida su come limitare o disattivare il controllo UAC in Windows 7 e 8.
UAC ha fatto molta strada da quando è stato introdotto con Windows Vista ed è oggi una funzione di sicurezza importante.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • arg0n-pr1m3
    3/6/14

    Si dimentica però un aspetto pratico della questione ...

    A forza di premere sul tasto SI anche per programmi del tutto legittimi si prende l'abitudine a farlo con qualunque altro tipo di applicazione,quindi alla fine non serve a nulla.

    Anche perchè per vedere cosa fa un programma che richiede come requisiti quello di essere amministratori devo per forza rispondere si,altrimenti non funziona...di fatto è inutile.

    Io ho visto molti Windows 7 zeppi di malware e toolbar aggiuntive,quindi è una strumento non porta a nessuan sicurezza.

    Nel contempo ho visto molti novizi che non davano i permessi a programmi legittimi poichè spaventati dal messaggio.

    Alla fine della giostra,se la potevano risparmiare,avessero fatto una sandbox era molto meglio.