Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Chiamare e messaggiare gratis con Viber 4 per PC e cellulari

Pubblicato il: 7 maggio 2013 Aggiornato il:
Viber 4 è un mix tra Skype e Whatsapp, per chiamare e inviare messaggi gratis, da cellulare e da pc Windows e Mac
chiamate gratis e messaggi con Viber 4 Aggiornato il 15.11.13

Chi cercava la vera alternativa a applicazioni come WhatsApp e programmi come Skype non deve guardare molto lontano.
La famosa applicazione Viber, si è aggiornata in questi giorni con una nuova versione, Viber 4 che migliora di molto i suoi servizi di chiamata gratuita e di messaggistica e li porta anche sul PC.
In questo modo Viber fonde il meglio di due programmi: da un lato permette di mandare SMS e messaggi gratuiti agli amici che hanno l'applicazione installata sul loro smartphone prendendo il loro numero di telefono dalla rubrica (cosa che fa Whatsapp ma che non fa Skype che invece si basa su un account separato dal numero di telefono), dall'altro invece consente di inviare messaggi e telefonare gratis ai contatti della rubrica che hanno Viber, anche dal computer, cosa che con Skype si può fare ma con Whatsapp no.

LEGGI ANCHE: Telefonare ai cellulari gratis da iPhone e Android con Viber e Line

Viber si può scaricare ed installare su iPhone e iPad, su smartphone e tablet Android (Samsung Galaxy, HTC One, LG, Nexus e altri), su Windows Phone, su BlackBerry, sui Nokia ed anche sui Samsung Bada.
Inoltre Viber può essere scaricato ed installato gratis anche su PC Windows, su Mac e come app su Windows 8.
Il servizio ora vanta 200 milioni di utenti ed è molto popolare anche in Italia quindi è facile che saranno trovati automaticamente molti amici che già lo utilizzano.

Per installare Viber su PC e su Mac è necessario prima aver fatto l'accesso a Viber dallo smartphone.
In fase di registrazione bisogna inserire il proprio numero di cellulare comprensivo di prefisso internazionale (ad es. 39347123456) e ricevere l'SMS di conferma sul telefono.
La versione desktop di Viber permette di messaggiare con i contatti dal computer, permette di fare chiamate ed anche video-chiamate come si può fare anche con Skype.
Per il momento la qualità delle video-chiamate non è certamente la stessa di Skype ma sarà sicuramente migliorata in futuro.
Viber rimane in esecuzione sul PC in background.
Viber sincronizza i contatti, i messaggi e la cronologia delle chiamate con il cellulare, in modo da poter avviare la conversazione su Viber da telefono e continuare comodamente dal proprio PC.
I messaggi in arrivo e quelli inviati vengono visualizzati in tutte le applicazioni aperte, sia su smartphone che su computer.

Viber 4 sul cellulare include anche nuove funzionalità, tra cui la possibilità di inviare videomessaggi e la funzione push to talk per usare il cellulare come un Walkie Talkie.
Inoltre sono disponibili nuove faccine, emoticon e stickers per la chat, un nuovo motore vocale e una nuova interfaccia utente per Android che funziona bene anche su schermi più piccoli.

Viber ora non può più essere considerata una delle alternative a Whatsapp per mandare messaggi gratis ma un programma che consiglio a tutti di utilizzare per rimanere sempre reperibili e per contattare gratis gli amici da PC e cellulare, tramite la connessione internet.
Quel Viber che prima era solo uno dei tanti, diventa ora un'app fondamentale per tutti i possessori di uno smartphone o di un cellulare che può collegarsi su internet, per telefonare gratis e per inviare messaggi.

Aggiornamento: Con Viber Out si può anche telefonare a fissi e cellulari di tutto il mondo

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • nada bimbi
    15/3/14

    non riesco a capire come ci si può collegare ..dal cellulare normale è possibile o no... inoltre è possibile collegarsi con il solo computer...windows 7...

  • Claudio Pomes
    15/3/14

    cosa dell'articolo non è chiaro?