Navigaweb.net
Programmi Sicurezza Windows Guide PC iPhone Android Immagini Musica Rete Facebook Giochi Windows 8

Data:

iCloud per iPhone Con l'aggiornamento iOS 5, Apple ha ufficialmente rilasciato iCloud.
Questo nuovo servizio cloud integra tantissime funzioni disponibili per tutti gli utenti che hanno aggiornato l'iPhone, iPad o iPod Touch a iOS 5.
iCloud è il successore di MobileMe e rappresenta, per Apple, l'entrata completa nel'ecosistema cloud.
Si tratta, sostanzialmente, di uno spazio di archiviazione online di 5 GB gratuiti (estendibili a pagamento) in cui, gli utenti che possiedono un dispositivo con installato iOS 5, possono salvare i loro contenuti: musica, foto, documenti, immagini, messaggi, dati e tanto altro ancora.
Nel caso in cui si possiedano più dispositivi Apple, iCloud sincronizza i file ed invia automaticamente gli stessi contenuti salvati su ciascuno di loro.

iCloud si può gestire da un Mac (su Lion è già presente nelle preferenze di sistema) ed anche da Windows.
Per Windows però si deve scaricare il programma iCloud e poi, dopo averlo installato, si può gestire lo spazio online andando sul Pannello di controllo -> rete e internet -> iCloud.
Cliccando sul pulsante gestisci può essere acquistato più spazio, eliminare un backup fatto con iCloud, vedere la dimensione che occupa.
Cliccando su vedi account è possibile visualizzare la schermata di riepilogo delle proprie informazioni personali (Apple ID).
L'integrazione che iCloud porta in iTunes 10.5 è relativa al backup: da ora in poi una volta che si collega un dispositivo, cliccando sulla voce "esegui backup su iCloud" si può effettuare un backup sul proprio account iCloud, mentre cliccando su "esegui backup su questo computer" il backup viene fatto in locale.
Le impostazioni di iCloud sono semplici: per prima cosa bisogna assicurarsi di usare un iPhone i iPad con iOS 5 ed avere installato sul MAC o PC Windows la versione 10.5 di iTunes.
Alla prima accensione del dispositivo (o al completamento dell'aggiornamento a iOS 5), basta eseguire il login con l'Apple ID e decidere di attivare e usare iCloud.
Nelle impostazioni sono presenti tutti i singoli servizi che, tramite uno switch, possono essere attivati o disattivati in base alle proprie esigenze e preferenze.
Di default iCloud, ripetiamo, offre 5 GB di spazio ma si può comprare più memoria pagando un piano di abbonamento che va dai 16 agli 80 Euro l'anno per avere 10GB o 50GB in più.

iCloud è accessibile anche da internet all'indirizzo inserendo le credenziali relative al proprio Apple ID sul sito icloud.com.
Può essere controllata la posta, i contatti, il calendario, usare Find My iPhone e iWork (in quest'ultimo possono essere reperite le app per iOS).

A differenza di altri servizi cloud, tipo Dropbox e altri hard disk online, iCloud non permette all'utente di caricare a piacimento qualsiasi file nel proprio spazio, serve solo per tenere un backup online delle configurazioni e dei file salvati su iPhone e altri dispositivi (utile soprattutto se si hanno due iPhone o un iPhone e un iPad e cosi via).
Per riepilogare, le funzioni offerte da iCloud sono:

1) Integrazione delle app e sincronizzazione "sul cloud"
Fissando, ad esempio, un appuntamento sul calendario, grazie ad iCloud, quest'ultimo sarà visibile su tutti i propri dispositivi in cui è installato iOS 5.
Lo stesso discorso vale anche per le mail, la rubrica (per avere i contatti sempre a portata di mano e trasferirli automaticamente in Wi-Fi sul Mac o Outlook sul PC), i preferiti, le note e i promemoria.
La sincronizzazione "sul cloud" è automatica quindi, se ad esempio si scarica un'app o un libro su iPhone, lo si ritrova anche su un altro proprio dispositivo iOS.

2) Streaming foto (Photo Stream)
Ogni singola foto scattata da iPhone, iPad o iPod Touch può essere caricata online sulla "nuvola" e inviata a tutti i propri dispositivi collegati.
Inoltre, tutte le foto possono essere scaricate anche su Windows o MAC grazie al pannello di controllo iCloud.
Su Windows basta aprire iCloud, selezionare la casella Streaming foto, cliccare su opzioni e modificare i percorsi di download (per scaricare) e upload (per caricare).  Streaming Foto conserva le foto nel proprio account iCloud per 30 giorni, fino a 1000 foto.
Chi vuole strafare e possiede anche una Apple TV, può trasmettere in streaming le foto presenti in iCloud sul televisore di casa.

3) Backup dispositivo
Si può eseguire un backup del proprio dispositivo iOS, basta andare (dal proprio device) su impostazioni -> iCloud, cliccare su archivio e backup, toccare su backup di iCloud e, per concludere, cliccare su esegui backup adesso.
Su iCloud verranno salvati il rullino foto, documenti e impostazioni di iOS.
Se poi si compra un nuovo telefonino iPhone o un iPad, si può configurare il dispositivo iOS, grazie alla voce usa backup di iCloud per ripristinare tutti i dati, informazioni personali, mail, messaggi, contatti, ecc....
In un altro articolo, come sincronizzare i contatti e la rubrica su iPhone e PC con icloud.

4) Documenti nella nuvola
Apple ha integrato iCloud nelle applicazioni iWork.
Tramite l'interfaccia online di iCloud l'utente ha accesso a qualsiasi file creato in Pages, Keynote o Numbers su iOS.
Questo significa, per dirla in breve, che è possibile iniziare un documento in Pages per iPad e terminarlo o modificarlo in Pages per iPhone.

5) iTunes in the cloud
Tutta la musica che viene comprata su iTunes appare automaticamente sui propri dispositivi ed i brani acquistati possono esser scaricati nuovamente, dove e quando si vuole, grazie al pulsante di download situato nella sezione acquistati, in iTunes.
Rimanendo in tema musicale, c'è da spendere due parole anche per iTunes Match, un servizio a pagamento (25$ l'anno) che permette di accedere alla propria libreria musicale presente in iTunes da iCloud (dal proprio iPhone, iPad, iPod Touch) (iTunes Match è, per ora, disponibile negli USA e non in Italia).

6) Trova il mio iPhone / iPad
Il sistema di tracciamento dei dispositivi iOS è disponibile su iCloud, integrato al suo interno. Accedendo a iCloud.com o usando l'app specifica per iOS, sulla mappa possono essere tracciati i propri dispositivi in caso di furti o smarrimenti.

Come sapete, iCloud non è l'unico servizio che offre uno spazio di archiviazione per i propri file ed anzi, c'è di meglio perchè come al solito, anche in questo caso, Apple ha adottato una politica chiusa che non permette di scegliere all'utente quali tipi di file caricare ed iCloud sembra essere utile solo per fare dei backup.
A tal proposito mi pare doveroso segnalare anche che oggi Box.net ha lanciato una nuova offerta volta a offrire 50 GB di spazio a tutti gli utenti iOS 5.
Ciò significa che installando l'app Box.net sul proprio iPhone, iPad o iPod Touch e registrando un account gratuito, possono essere ricevuti 50 GB gratis da usare come hard disk online.


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.