Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Controllare errori disco con Chkdsk (Scan Disk) in Windows 7, 8 e 10

Pubblicato il: 10 novembre 2016 Aggiornato il:
Guida a Chkdsk, lo strumento di controllo errori disco di Windows 10, 8 e Windows 7, per correggere file e e settori danneggiati
scandisk chkdsk Windows Ogni volta che si verificano errori di caricamento dei programmi o se l'hard disk dovesse avere comportamenti anomali come, per esempio, un continuo lavorare anche se non si sta facendo nulla e se ogni tanto dovesse comparire la schermata blu dell'errore fatale, potrebbe esserci un problema sul disco perchè alcuni file o settori sono danneggiati.
Quando si sospetta un errore del disco, Windows mette a disposizione uno strumento interno chiamato Chkdsk, meglio conosciuto come Scan Disk o Controllo Disco.
Il Check Disk, non è solo uno strumento che controlla l'intero hard disk per trovare e risolvere eventuali errori, ma può davvero aiutare a prevenire problemi più grandi e, soprattutto, ad evitare la perdita dei dati.
Il Chkdsk può essere utilizzato in due modalità:
- Per la scansione dell'integrità del file system, metadati del file system, Tabella file master di un volume (MFT), descrittori di protezione associati ai file, o le allineamento di data e ora o anche delle dimensioni dei file su singoli file.
- Il Chkdsk può anche opzionalmente, controllare ogni settore del disco alla ricerca di settori con dati scritti male o da danneggiamenti hardware del disco.
In questo caso lo Scandisk tenta di risolvere questi problemi per riparare i settori difettosi e contrassegnare quelli danneggiati in modo che non vengano più riutilizzati dal sistema e dai programmi.
Anche se, descritto a parole, sembra qualcosa di molto tecnico solo per esperti, in realtà Windows rende davvero facile utilizzare lo Scandisk.

Lo strumento chkdsk funziona più o meno lo stesso in tutte le versioni di Windows, anche se in Windows 10 e 8.1 è stato migliorato e reso più veloce rispetto a come funziona in Windows 7.
Per controllare un disco da Windows, aprire Esplora Risorse e premere su Questo PC dalla colonna di sinistra.
Cliccare col tasto destro sull'unità che si vuol controllare, premere su "Proprietà", passare alla scheda "Strumenti" e quindi fare clic sul pulsante "Controlla".

In Windows 8 e Windows 10, potrebbe comparire subito un messaggio "non è necessario eseguire l'analisi", con la possibilità di avviare comunque una scansione manuale.
Questo tipo di scansione non corregge problemi, è solo un controllo veloce.
Se però si dovessero rilevare errori, allora Windows darà istruzioni su come procedere e il computer verrà riavviato.
Volendo si può forzare il controllo approfondito dello Scandisk aprendo una finestra del prompt dei comandi DOS come vedremo in seguito in questo articolo.

In Windows 7, invece, premendo il tasto "Esegui Scandisk" si possono abilitare due opzioni: Correggere automaticamente gli errori del filesystem e tentare il ripristino dei settori danneggiati.
Tenere conto che attivando queste due opzioni il controllo disco impiegherà un po' di tempo, anche diverse ore.
Inoltre, se quello controllato è il disco di sistema, Windows richiederà di programmare un controllo del disco per eseguirlo la prossima volta che si riavvia il PC.

Guida a Chkdsk da prompt dei comandi
Il controllo di errori disco di Windows è basato sullo strumento Chkdsk che possibile eseguire anche da riga di comando aggiungendo molte più opzioni.
Può essere necessario utilizzare il prompt dei comandi perché Windows non si avvia correttamente oppure per forzare la correzione automatica e la scansione dei settori danneggiati in Windows 10 e 8.1.
Per aprire il Prompt dei comandi, premere il pulsante Start, digitare cmd, premere col tasto destro del mouse sul Prompt dei comandi e scegliere "Esegui come amministratore".
Di seguito i comandi principali con chkdsk, da scrivere sul prompt e da eseguire premendo Invio.
- chkntfs c: controlla lo stato della scansione disco, se fosse richiesta e se fosse programmata (la lettera c: è la lettera del disco che può anche essere diversa).
- chkdsk /f c: serve a chiedere di controllare ed anche correggere gli errori disco (se il disco è in uso la scansione avverrà al prossimo riavvio e viene richiesta la conferma).
- chkdsk /r c: è la scansione dei settori danneggiati
- chkdsk /r /f c: fa la scansione con controllo e correzione errori più il controllo dei settori danneggiati.
- chkntfs /x c: serve per annullare uno scandisk programmato

Il controllo dico di chkdsk andrebbe eseguito ogni volta che il PC va in tilt, ogni volta che Windows si chiude in modo anomalo (per esempio spegnendolo all'improvviso o quando va via la luce), ogni volta che compare lo schermo blu ed anche in caso di problemi con programmi che non si caricano o che mandano in crash il sistema.
Tenere conto che in caso di settori danneggiati, i dati in essi scritti potrebbero essere persi per sempre.
Per questo motivo, bisogna sempre avere un backup dei file importanti.

Di seguito, alcuni programmi per avviare lo scandisk di Windows ed usare tutte le sue opzioni senza usare il prompt dei comandi

1) Foolish Checkdisk è un piccolo tool per lanciare lo scandisk, fare il controllo ed la correzione degli errori (Fix) e controllare più dischi assieme e impostare un Rescan fino a che non spariscono tutti gli errori.

2) CheckDisk permette di fare la scansione disco, la ricerca di settori danneggiati e la riparazione di errori, tramite l'utility chkdsk ma con una interfaccia grafica molto più esplicativa e comprensibile.
Questa semplice utility portatile, che non richiede alcuna installazione, assolutamente gratuita, offre semplicità ed efficienza nel fare il controllo dei settori danneggiati, errori o altre anomalie e per riparare il disco rigido.

3) Macrorit Disk Scanner (da cui ho preso l'immagine in alto) è un programma per controllare gli errori sull'hard disk che ha qualche opzione in più rispetto lo scandisk normale.
Quella migliore è la possibilità di poter fare il controllo solo su una parte del disco.
Per correggere gli errori comunque va usato lo scandisk approfondito di Windows.

In un altro articolo sono invece segnalati diversi strumenti per il controllo dell'hard disk, stato di salute e prestazioni dei dischi tra cui HDTune che consente di fare anche lo scandisk.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • Elena
    11/11/16

    Se mi permetti i comandi sono sbagliati le lettere devono essere maiuscole tipo " C " non "c" .Complimenti comunque :-)

  • Elena
    11/11/16

    http://www.navigaweb.net/2014/03/strumenti-nascosti-nella-riga-di-comando.html Tipo questi di un altro tuo articolo come vedi ti seguo bye

  • Claudio Pomes
    11/11/16

    In questi comandi lettere minuscole o maiuscole è lo stesso

  • kooma
    3/12/16

    Ciao. Volevo fare la scansione del disco con il prompt dei comandi per correggere errori del disco ma mi viene sempre lo stesso messaggio:unità, percorso o nome file non valido.
    Puoi spiegarmi come mai?
    Grazie