Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Controllo genitori sul cellulare dei figli con Google Family Link e app simili

Aggiornato il:
Per controllare il telefono figlio si può installare un'app per smartphone Android o iPhone come Google Family Link o altre simili di Controllo parentale
controllo cellulare figli Google ha rilasciato una nuova applicazione per smartphone Android, ed anche per iPhone, molto importante perchè va a colmare una mancanza di entrambi i sistemi, quella del controllo parentale.
Anche se non sempre facile da gestire, il controllo parentale sullo smartphone permette al genitore di monitorare l'uso del telefono e delle applicazioni sul telefono del figlio piccolo o inesperto, in modo da poterlo proteggere da eventuali conoscenze pericolose, da app dannose, da siti per adulti e dai giochi che possono far spendere troppi soldi se non c'è controllo.
Inoltre si tratta anche di un efficace metodo per disciplinare i tempi di gioco e di studio dei figli, per bloccare l'uso di alcune app in certi momenti della giornata e, se si volesse un ancor più stretto controllo, per localizzare la posizione in ogni momento.

L'app Google, uscita proprio in questi giorni, si chiama Google Family Link e promette di essere un sicuro metodo di controllo per i telefoni, non troppo invasivo, ma comunque attento.
Non è, ovviamente, l'unica app di questo genere e vale la pena anche soffermarsi su alcune alternative che possiamo considerare le migliori applicazioni per il controllo genitori sui telefoni dei figli, sia per iPhone che per Android.

LEGGI ANCHE: Controllare / spiare il telefono di un altro (Android)

Google Family Link può essere scaricata gratis su ogni smartphone Android e su iPhone e viene presentata come l'app che aiuta a stabilire le regole di vita digitale per i figli, in modo da poter gestire le app usate, controllare i tempi di utilizzo e con capacità anche di bloccare il cellulare da remoto.

Questa app è consigliata per controllare il telefono dei figli di età inferiore ai 13 anni.
Le sue funzioni sono le seguenti:
- Possibilità di gestire l'account del figlio, modificare la password e autorizzare l'accesso ai siti web con Google Chrome.
- Possibilità di scegliere quali app può scaricare o comprare e di bloccare che non si vuole vengano utilizzate.
- Gestione degli orari in cui il telefono può essere usato e, quindi, anche impostare l'ora in cui si va a letto e non si può più usare il cellulare di notte.
- Limitare la banda dati giornaliera, ossia la capacità del telefono di scaricare da internet.
- Controllare quanto tempo trascorre sul telefono e quali app sono più utilizzate.
- Controllare la posizione del cellulare in qualsiasi momento.

Google Family Link, quindi, funziona bene ed è davvero un'app completa e facilissima da utilizzare, gratis senza limitazioni, anche se al momento c'è un piccolo limite che sta creando qualche fastidio.
Il problema è che per usare Family Link è necessario creare un nuovo account al figlio e non è possibile usarne uno già esistente.
Se nostro figlio già utilizza uno smartphone con un account Google, sarà quindi necessario reimpostarlo con un nuovo account, cosa che può non essere troppo gradita al ragazzo o alla ragazza.

Per saperne di più su Family Link ed avere tutte le guide di utilizzo, si può leggere la pagina di supporto sul sito Google e la pagina principale di presentazione.

Altre applicazioni gratuite per il controllo genitori sui figli, per telefoni e smartphone Android (Samsung, Huawei, Honor, LG, Motorola e altri) e per iPhone, sono:

1) Screen Time Parental Control, app gratuita per Android e per iPhone, con diverse funzioni di controllo tra cui:
- Controllo del tempo passato dai figli sullo schermo del cellulare.
- Controllo delle app utilizzate
- Avvertimenti nel caso venga installata una nuova app sul telefono
- Controllo cronolgoia del browser per sapere quali siti vengono visitati
- Controllo delle ricerche fatte su internet
La versione premium sblocca anche altre funzionalità come la possibilità di limitare il tempo di utilizzo del telefono e per impostare un blocco su alcune app selezionate.

2) Secure Teen Parental Control, per Android e iPhone offre una buona soluzione per controllare il tempo passato davanti allo schermo del telefono di nostro figlio e poi anche controllare le app scaricate dai figli, tracciare la loro posizione e monitorare da remoto i loro dispositivi.
Tra le altre funzioni di questa applicazione per il controllo genitori ci sono:
- Controllo via sito web dei telefoni in cui è installato SecureTeen.
- Blocco app.
- Controllo su SMS / MMS inviati e ricevuti dal dispositivo figlio .
- Controllo dettagli delle telefonate.
- Controllo sulla rubrica.
- Controllo sulle attività di Facebook.
- Controllo cronologia Web. per essere informato quando si tratta dell'attività online di tuo figlio.

3) Altre app popolari di controllo genitori, ma parzialmente gratuite, sono:
- Eset Parental Control (Android)
- Norton Family Safety (Android e iPhone)
- Qustodio (Android e iPhone)

4) Se si vuol tenere sotto controllo totale uno smartphone Android, l'app numero uno in assoluto è sicuramente Cerberus, non gratuita ma così straordinariamente completa da far diventare proprio il telefono di chiunque.

Ricordarsi sempre che, prima di installare questo tipo di applicazioni, conviene fare un patto familiare con i propri figli, spiegare loro perchè abbiamo bisogno di installare e attivare questo tipo di controllo e fargli comprendere l'importanza di come va usato uno smartphone e dei pericoli che ci sono dietro.

LEGGI ANCHE: App più usate da ragazze e ragazzi adolescenti

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
3 Commenti
  • Emanuele
    23/5/18

    Una precisazione, Google Family Link e le app descritte nei primi 3 punti sono specifiche per le attività di controllo parentale, ma Cerberus (punto 4) non ha niente a che vedere con il discorso perchè è un'app esclusivamente antifurto (ed è molto completa), ma non svolge nessuna funzione descritta nelle app precedenti.

    Fra l'altro avevo scritto anche un commento nell'articolo citato al punto 4("tenere sotto controllo totale uno smartphone Android") nel quale precisavo il perchè non si potesse usare Cerberus per monitorare, spiare etc; se dai loro server vedono che l'app è utilizzata per altri scopi, quindi non per casi di smarrimento o di furto, possono decidere di bloccare l'account definitivamente, proprio perchè l'app è stata concepita per, si spera, non doverla mai utilizzare nella vita e quindi loro valutano la regolarità dell'utilizzo in base alle richieste del client sporadiche per eventuali test o per, appunto, la peggiore delle ipotesi cioè il furto del dispositivo.

  • Claudio Pomes
    24/5/18

    Quello che dici tu è vero, ma permettimi di dubitare che non si possa fare un uso diverso di Cerberus.

  • Emanuele
    24/5/18

    Era solo che mi sembrava il caso di specificare i rischi agli utenti che leggono magari l'articolo, dopodiché ognuno l'app la può usare come meglio crede a proprio rischio, anche per stalkerare.

    Ero capitato per caso su una notizia anni fa che riguardava i blocchi degli account di Cerberus e avevo letto i forum con parecchi utenti che si lamentavano e chiedevano i soldi dell'app indietro ma giustamente gli amministratori/sviluppatori gli dicevano, rispondendo alle mail, che non era possibile dato che era stato fatto un utilizzo illecito del servizio e anche che sul sito ufficiale nelle policies era tutto spiegato chiaramente; comunque pure io prima di leggere tali notizie non ne sapevo nulla, non sapevo che ci fossero limiti alle richieste per non destare sospetti sulle finalità dell'utilizzo dell'app.

    Alla fine forse è meglio non rischiare la chiusura dell'account e la perdita dei soldi della licenza visto che ci sono tante altre app specifiche per lo spionaggio.