Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Quando usare sospensione o ibernazione del computer Windows?

Pubblicato il: 22 ottobre 2013 Aggiornato il:
Quando usare la sospensione e quando l'ibernazione e differenze tra le due modalità di "Stand-by"
ibernare o sospendere computer Ha ancora senso ibernare il computer?
Ai tempi in cui i computer erano lenti, con hard disk da 2 GB e una memoria RAM limitata, il modo più veloce di spegnere il PC e salvare il suo stato attuale, senza spegnerlo del tutto era la sospensione.
La Sospensione può essere in modalità "stand-by" o ibernazione, una funzionalità sempre poco usata dagli utenti di Windows che ha finito per sparire in Windows 8, almeno in apparenza.
In Windows XP l'ibernazione è tra le opzioni di spegnimento mentre in Windows 8 viene nascosta e c'è solo la sospensione.
Vale quindi la pena vedere quando usare la sospensione e quando l'ibernazione del computer su Windows.

Quando si spegne il computer usando la funzione di Arresto del sistema, vengono terminati tutti i programmi, i servizi di sistema, il sistema operativo e poi viene anche interrotta l'alimentazione al PC che si spegne.
Quando si avvia di nuovo, il computer parte con un schermata nera e carica i programmi configurati per l'avvio automatico.
Se invece si mette il computer in modalità "sospensione", il computer stacca l'energia a tutti i suoi pezzi tranne la RAM.
Sulla RAM rimangono in memoria i dati dei programmi in esecuzione prima di fermare il computer quindi la memoria RAM non viene svuotata come accade invece quando si spegne il PC.
Questo significa che il PC deve rimanere collegato ad una fonte di alimentazione per poter essere messo in sospensione.

L'ibernazione è una alternativa differente alla sospensione.
Con l'ibernazione il computer viene spento effettivamente, ma prima il contenuto della memoria RAM viene copiato sull'hard disk e salvato in modo permanente.
Al riavvio, il PC carica questi dati in modo da restituire all'utente la stessa situazione che aveva prima di ibernare Windows.
L'ibernazione è utile sui computer portatili con batteria perchè permette di non perdere il lavoro che si stava facendo e poter riprendere da dove si era arrivati, senza consumare energia.
Quando si accende il computer nuovo, tutti i dati tornano sulla RAM e spariscono dall'Hard disk, si vedranno tutti i programmi ed i file aperti, come avviene anche nella sospensione.

In Windows 10 e windows 8 l'ibernazione non è scomparsa, è stata solo nascosta.
come scritto in un altro articolo, si può attivare l'ibernazione in Windows 10 e 8 dal Pannello di Controllo, aprendo le impostazioni di risparmio energetico e poi andando sul link a sinistra "specifica cosa avviene quando si preme il pulsante di alimentazione".
Premere sul link "Modifica le impostazioni non disponibili" e poi abilitare l'ibernazione.
L'opzione comparirà adesso premendo col tasto destro sul menu Start > Chiudi e disconnetti in Windows 8.1.
La scelta di Microsoft di nascondere l'ibernazione in Windows 8 è dovuta dal fatto che lo spegnimento di Windows 8 è quasi un'ibernazione.
In un altro articolo abbiamo spiegato cosa significa avvio veloce in Windows 8 e sui problemi di riavvio.

Differenza tra sospensione e ibernazione dal punto di vista delle prestazioni del computer.
Sospendere o ibernare il computer, fino a qualche anno fa e prima di Windows 8 significava anche accendere il computer più veloce.
Intanto diciamo che un computer che torna attivo dopo l'ibernazione o la sospensione sarà altrettanto veloce (o lento), com'era quando è stato messo a dormire.
La differenza è nel processo di avvio.
Un computer che si riattiva dalla sospensione carica i dati dalla RAM che è molto più veloce di un hard disk o anche di unità a stato solido SSD.
Dopo la sospensione il computer si riavvia in un attimo.
Riaccendere il PC dall'ibernazione invece richiede al computer di recuperare i dati dall'hard disk quindi ci mette molto più tempo, anche più che riavviare da zero il PC.
L'unica differenza tra riavvio completo e riavvio da ibernazione è che con quest'ultima si avrà il PC con già i programmi aperti, cosa che, in certi casi di lavoro o studio, può essere molto utile.

L'ibernazione, che può sembrare inutile al giorno d'oggi, ma funziona ancora bene nei portatili, quando si deve staccare l'alimentazione per risparmiare batteria e non perdere il lavoro che si sta facendo nel caso di pause.
La sospensione, di converso, funziona bene sui PC fissi, per riaccenderli velocemente, e può essere utile sui portatili per pause molto brevi, tenendo conto che, a differenza dell'ibernazione, la sospensione consuma batteria e, dopo un po' di tempo, la esaurisce.

LEGGI ANCHE: Risveglio di un pc Windows in automatico dalla sospensione / ibernazione a orario stabilito

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • rico
    22/10/13

    Grazie della spiega, uso spesso la sospensione (pausa caffè) ma non sapevo a che servisse l' ibernazione. Beh, in piena estate metto il portatile in frigo per qualche ora, ma non credo che windows intenda questo... :-)