Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows 10 Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

GIMP 2.10 ultima versione del programma gratuito "come Photoshop"

Aggiornato il:
GIMP 2.10, ultima versione del più popolare e usato programma open source di grafica e fotoritocco alternativo a Photoshop
gimp come photoshop Dopo ben sei anni di sviluppo è finalmente uscita la nuova versione finale e ufficiale di GIMP, il programma di modifica e creazione immagini e fotoritocco, prima alternativa a Photoshop, sviluppato da un team di volontari senza scopo di lucro, essendo questo un software completamente open source.
L'ultima versione di GIMP è la prima major release dopo che la versione 2.8 del software venne rilasciata circa sei anni fa, ed è disponibile per tutte le piattaforme di computer: Windows, Mac e Linux.

Per chi non lo conoscesse, GIMP, che significa GNU Image Manipulation Program, è uno dei programmi open source più popolari di sempre, incluso praticamente in ogni distribuzione Linux, quasi un mito che nel tempo è diventata un'alternativa vera e gratuita a programmi come Adobe Photoshop o Corel Photo Paint.

GIMP è uno strumento molto potente che può essere utilizzato sia come semplice programma di disegno, che come programma per il fotoritocco professionale.
GIMP viene anche utilizzato per la produzione di icone, elementi di progettazione grafica e per componenti di interfaccia utente.
Essendo espandibile con vari plug-in ed estensioni, è in grado di fare praticamente qualsiasi cosa in campo grafico, come Photoshop.

LEGGI ANCHE: Migliori programmi di grafica alternativi a Photoshop, gratuiti

GIMP 2.10 si può scaricare gratis per PC, Mac e sistemi Linux dal sito ufficiale gimp.org .
Il download del programma di installazione è piuttosto grande, ma in fase di installazione conviene usare la modalità personalizzata per mettere solo l'editor di base senza altri pacchetti aggiuntivi.
Al primo avvio GIMP pèuò sembrare lento ad aprirsi, salvo poi caricarsi più velocemente le volte successive.

Chi aveva già usato Gimp in passato, prima del 2018, noterà che l'interfaccia è cambiata e che i menù hanno un nuovo tema scuro che supporta icone simboliche ed il supporto HiDPI.
Il tema e le icone possono essere comunque cambiati dal menu Modifica -> Preferenze > Interfaccia, per avere un tema chiaro e icone più piccole o più grandi.

GIMP 2.10 ha tutta una serie di miglioramenti rispetto la versione precedente tre cui:
- funzionalità di gestione del colore senza bisogno di plug-in (andando in Modifica > Preferenze > Gestione colori).
- Nuovi metodi di fusione e strumento di fusione per la sfumatura.
- Nuovo strumento di trasformazione unificato per effettuare trasformazioni multiple.
- Nuovo strumento di trasformazione ordito.
- Miglioramenti alla pittura digitale
- Miglioramenti ai filtri di fotografia digitale
- Miglioramenti di livelli e maschere

GIMP 2.10 può leggere file TIFF, PNG, PSD e FITS con precisione fino a 32 bit per canale.
La scelta di strumenti è molto ampia soprattutto per il disegno con pennelli, matite, un aerografo, uno strumento di copia, strumenti di trasformazione inclusi rotazione, scalatura, taglio e ribaltamento.

Grazie alla disponibilità di un Manuale utente completo in italiano utilizzare GIMP é diventato sicuramente piú facile per tutti gli utenti meno esperti e sicuramente più immediato di Photoshop.
Sul sito Mora-foto.it si trova una buona mini-guida in italiano con esercizi sull'uso di GIMP (anche se riferita alla versione precedente).

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
Un Commento
  • Unknown
    7/10/18

    Preferivo la vecchia versione. Orribile.. non si capisce nulla..