Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Come funziona il blocco pubblicità di Chrome sui siti web

Aggiornato il:
Come verificare se il filtro annunci ed il blocco pubblicità è attivo in Chrome e come si configura
L'aggiunta in Chrome di un filtro pubblicità era stata annunciata già da un anno ed è stata attivata di recente, prima nella versione USA di Google Chrome, poi in tutto il mondo, Italia compresa.
Il blocco annunci è una nuova funzione in Chrome 64, che è già stata distribuita da qualche settimana.
Da adesso, su tutti i siti visitati con Google Chrome, su PC e su Android, senza bisogno di aggiungere estensioni o componenti aggiuntivi esterni, non saranno più visualizzati gli annunci pubblicitari considerati invasivi, quelli cioè che danno più fastidio, quelli che bloccano la lettura di una pagina.
Gli annunci considerati invasivi sono quelli descritti dal Better Ads Standard, di cui Google fa parte.
In particolare sono invasivi, fastidiosi e quindi da bloccare tutti gli annunci che riproducono un suono automaticamente, quelli che compaiono come poopup sopra il contenuto della pagina, quelli che compaiono a tutta pagina con un conto alla rovescia, quelli ancorati che seguono lo scorrimento della pagina anche se si va verso il basso, se sono troppo grossi e poi, su smartphone, tutti gli annunci di un sito se questi occupano più del 30% dello spazio visivo.

LEGGI ANCHE: Bloccare pubblicità personalizzate di Amazon, Google, Facebook e altri siti

Come funziona il nuovo Ad Block di Google
Anziché denominarlo Adblock, Google preferisce chiamarlo "filtro degli annunci", in quanto lo scopo principale è quello di filtrare solo gli annunci non validi e fastidiosi, non bloccarli tutti.
L'idea alla base di questo blocco è quella di considerare le pubblicità come indispensabili per la vita di tutti i siti web, non solo di Google e Facebook, ma anche di siti come questo.
Purtroppo, negli anni, molti siti anche grossi e popolari hanno abusato delle pubblicità mostrando annunci di ogni genere costringendo molti utenti a installare un adblock completo.
Adesso che su Chrome è integrato un filtro annunci, finalmente, non è più necessaria alcuna estensione di Adblock, perchè gli annunci invasivi verranno automaticamente bloccati, lasciando solo quelle pubblicità statiche e spesso posizionate di lato, che davvero fastidio non lo danno.

Il nuovo filtro pubblicitario ha quindi l'obiettivo di punire chi usa pubblicità pesanti e ingombranti e di premiare invece i siti che giocano secondo le regole.
Google impedirà che con Chrome siano visualizzati annunci pubblicitari sui siti non conformi allo standard Better Ads, non solo agli annunci che violano le regole, ma tutti e darà 30 giorni ai gestori dei siti per mettersi in regola.
Quello di Google, quindi, non è un filtro punitivo, ma un modo di disciplinare il mercato delle pubblicità online, in modo che tutti le utilizzino nel modo giusto, senza abusarne.

Per verificare che il blocco annunci sia attivo in Chrome, si devono aprire le impostazioni dal pulsante con tre pallini e poi andare in Avanzate cliccando su Impostazioni Contenuti, nella sezione Privacy e sicurezza.
Tra le varie voci, si troverà, sotto Popup, l'opzione Annunci, "bloccati su siti che tendono a mostrare annunci invasivi".
L'interruttore deve rimanere disattivato, perchè se viene acceso si consentiranno tutti gli annunci.

Se si volessero creare eccezioni e quindi disattivare gli annunci o attivarli sempre su siti specifici, si può aprire l'impostazione dei contenuti per un singolo sito.
Su un sito aperto, premere sul lucchetto o sulla che sta alla sinistra di http o https, e cliccare su Impostazioni sito.
Nella lista che compare, ci sarà una riga relativa agli annunci che possono essere bloccati o consentiti, facendo da eccezione alla regola generale.

Il blocco pubblicità o adblock di Chrome è quindi attivo per tutti, su PC e smartphone, anche se ci vorrà ancora un po' di tempo prima che i siti web si metteranno tutti in regola e toglieranno quei fastidiosi annunci invasivi.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy