Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows 10 Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Confronto Android P e iOS 12; Quale sistema per smartphone è meglio?

Aggiornato il:
Confronto tra iOS 12 di Apple e Android P di Google, le ultime versioni del 2018 dei sistemi operativi per smartphone e tablet
Sfida ios andorid Ogni anno vengono rilasciate nuove versioni dei sistemi operativi per Android e per iPhone, che promettono di introdurre nuove funzionalità e prestazioni sempre più eccellenti.
Proprio per scoprire chi è il miglior sistema tra Android e iOS, in questa guida metteremo a confronto le ultime versioni del sistema Android di Google e di iOS di Apple per vedere quale è migliorato di più e quale, cercando di essere obiettivi, è oggi il vincitore.
Al momento della scrittura di questo articolo il sistema operativo iOS è la versione iOS 12 (stabile), mentre l'ultima versione di Android è conosciuta come Android P.

1) Notch e gesture

Per iniziare parliamo di notch e delle gesture, che sono da Android P oltre che da iOS 12.
Entrambe le caratteristiche sono ormai associate all’iPhone X della precedente generazione, e che rapidamente si è diffuso anche su Android su quasi tutti i terminali di fascia alta.
Su iPhone il notch è fisico, quindi non può essere rimosso in nessun modo; su alcuni modelli di smartphone Android invece il notch è virtuale (ossia disegnato sullo schermo), quindi è possibile rimuoverlo direttamente dalle impostazioni del telefono.
Nota a margine per il lettore d'impronta: Android è pronto per supportare il lettore d'impronta sotto lo schermo, mentre su iOS 12 non è prevista ancora questa possibilità.

2) Siri vs Google Assistant

Altra componente molto ricercata dagli utenti è l'assistente vocale, sempre più controllato dall'intelligenza artificiale quindi in grado di rispondere come se fosse un vero e proprio "umano".
Siri su iOS 12 è in grado di predire le nostre necessità attraverso l’app chiamata Shortcuts, che ti permetterà di avviare una determinata richiesta utilizzando un determinato tipo di parole oppure visitando dei determinati posti.

Google Assistant si è evoluto tantissimo fino a diventare acerrimo rivale di Siri: non solo è già in grado di intuire la scelta migliore in base alle parole dette, ma è dotato di nuove voci tra le quali scegliere ed è in grado di gestire più domande ed ordini anche se fatti tutti insieme.
Davvero un'evoluzione spettacolare, che potrebbe portare Google Assistant in cima agli assistenti vocali basati sull'intelligenza artificiale.

3) Messaggi

Anche se ormai tutti utilizzano WhatsApp e simili, Apple ha investito molto tempo per rinnovare la sua app Messaggi, trasformandola di fatto in una nuova chat (oltre a poter gestire i normali SMS).
iMessage di Apple permette infatti di sfruttare (con altri iPhone) caratteristiche uniche come gli animoji, i pagamenti peer-to-peer (per pagare piccole somme di denaro), le video chiamate ad alta qualità, il sistema di messaggistica WiFi con altri utenti presenti in rete  e la possibilità di inviare SMS anche a iPad e Mac.

Su Google ci sono davvero pochissime novità da questo punto di vista, visto che le app utilizzate sono sempre le stesse: Hangouts, Android Messaggi e Google Duo sono i concorrenti  di iMessage, ma non si avvicinano minimamente alla qualità offerta dall'app unica integrata in tutti gli iPhone.

4) Realtà aumentataiOS 12 sui nuovi iPhone offre una funzione che permette agli utenti di interagire tra loro contemporaneamente in un campo a realtà aumentata: si punta la telecamera dell'iPhone e si potrà giocare tutti insieme ai Lego o giocare a ping pong semplicemente utilizzando la realtà aumentata, a diretto contatto con l'ambiente circostante.

Anche Android P integra qualcosa di simile con Cloud Anchors: realtà aumentata per giochi e quant'altro, con il vantaggio di poterlo utilizzare su tutti i dispositivi (anche iPhone).
Da questo punto di vista vince sicuramente Android, visto che è liberamente accessibile qualsiasi sia il dispositivo in nostro possesso.

5) Face Unlock

Il Face Unlock migliore lo troviamo sicuramente su Apple, visto il successo di questa tecnologia sull'iPhone X (tanto da essere presente anche sui modelli di quest'anno in versione potenziata).

Il riconoscimento facciale su Android è meno affidabile anche su questa nuova versione, che guadagnerà sicuramente qualcosa sui dispositivi di fascia molto alta come i device Samsung, che dispongo di riconoscimento dell'iride già da dalla versione precedente.

6) Mappe

Qui davvero non c'è partita: Google Maps è sempre il miglior sistema di navigazione su qualsiasi dispositivo (anche sugli iPhone), anche se si integra in maniera perfetta solo utilizzando Google Assistant e l'ultima versione di Android (dove potremo ottenere i risultati di Maps già durante la ricerca vocale senza aprire nemmeno l'app).

Mappe di Apple è discreto, ma nulla di più: gli scandali del passato sembrano aver definitivamente sotterrato questo tipo di app, che non si è mai rilanciata del tutto nonostante le nuove versioni di iOS ne abbiamo migliorato la qualità.

7) Dipendenza dallo smartphone e orari controllati

Siamo troppo attaccati allo smartphone e non riusciamo a smettere di utilizzarlo?
Le ultime versioni di Android e iOS integrano dei sistemi per verificare quando tempo stiamo davanti allo smartphone, con la possibilità di impostare la modalità Non disturbare al momento opportuno così da non ricevere più notifiche "distraenti" mentre dormiamo, siamo in riunione o indaffarati in altre faccende.

8) Chi è il migliore?

Decretare il migliore tra i due sistemi operativi non è semplice, visto che ci vanno di mezzo anche i gusti personali e le preferenze di chi utilizza magari da anni lo stesso sistema e si trova bene.
iOS 12 è in vantaggio lato social grazie all'app Messaggi sempre più completa (al punto da poter sostituire WhatsApp) ed è avanti con riconoscimento facciale e gesture innovative, ma dal canto suo Google e Android P possono vantare il supporto al lettore d'impronta sotto il display, ad una realtà aumentata sfruttabile da tutti, ad un sistema di mappe più completo.
Tenendo conto che iOS può essere installato solo sugli iPhone e non su altri telefoni, c'è poi un evidente vantaggio dal punto di vista degli aggiornamenti, che invece sugli smartphone Android dipendono dalle case produttrici.
Succede così che a un mese dal rilascio di Android P, siano ancora pochissimi i telefoni aggiornati.

I due sistemi praticamente si equivalgono per quel che riguarda l'assistenza vocale con intelligenza artificiale e controllo orari d'utilizzo, quindi anche quest'anno un vero vincitore non c'è, tutti e due i sistemi presentano pregi e difetti che giocoforza dovremo accettare quando scegliamo un sistema rispetto all'altro.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy