Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows 10 Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Lo smartphone migliore tra i 300 e 400 Euro: Asus Zenfone 5 e 5 Lite

Aggiornato il:
ASUS Zenfone 5 e Zenfone 5 Lite, tra i migliori smartphone a 400 e 300 Euro usciti nel 2018
Zenfone 5 Tra gli smartphone meno conosciuti spicca sicuramente la serie Zenfone lanciata da Asus, famosa in ambito informatico per la creazione di PC, notebook e altri componenti di elettronica ma che, in questi ultimi anni, si è buttata anche nell'insidioso mondo degli smartphone, dove la competizione è ovviamente agguerritissima.
Gli smartphone Zenfone promettono prestazioni molto elevate, prezzi relativamente contenuti rispetto alla concorrenza e anche un bel design, che piacerà sicuramente a chi non vuole seguire assolutamente gli schemi (molti device sono ormai tutti uguali!) ma vuole comunque tutte le novità presentate come feature da avere assolutamente (per esempio il notch).

In questa guida vi mostreremo da vicino il miglior smartphone recente della serie Zenfone, ossia la Zenfone 5 (e la versione Zenfone 5 Lite), cercando di mettere in luce tutti i pregi e i difetti che è possibile trovare su questo tipo di device.
Immancabile ovviamente il link per acquistare il prodotto online e risparmiare, con un capitolo conclusivo dove inseriremo i pareri personali da valutare prima dell'acquisto di questo smartphone.

1) Estetica e design

L'Asus Zenfone 5 è esteticamente uno smartphone di fascia alta con un design da far invidia a dispositivi decisamente più costosi.
Design

ASUS ZenFone 5, come anche la sua versione Lite, è realizzato in maniera molto simile ai dispositivi che l'hanno preceduto nella serie Zenfone: troviamo quindi la parte posteriore in vetro totalmente liscio, interrotto solo dalle due fotocamere in alto a sinistra, che offrono una leggera sporgenza che le distingue. Dietro il vetro un effetto circolare riflette la luce, regalando un tocco di design d'alto livello.
Nella parte posteriore troviamo anche il logo del produttore in serigrafica e il sensore per l'impronta. Lo smartphone si presenta compatto e ben realizzato anche in rapporto allo schermo, ben proporzionato considerando la dimensione del display e abbastanza comodo nell’uso quotidiano.
Zenfone Laterale

Ottimi tutti gli ingressi posizionati sul lato superiore ed inferiore, mentre lasciano un po' a desiderare i tasti laterali: sono buoni al tatto, ma sembrano leggermente traballanti (nulla di rotto o danneggiato, è proprio progettato così).
Lo smartphone Zenfone 5 (non il lite) dispone del notch, ossia quel riquadro sulla parte superiore dello schermo dove alloggiano di solito i sensori, la fotocamera anteriore e l'altoparlante: le icone quindi appariranno alla destra e alla sinistra della parte superiore come su iPhone X.
Zenfone Notch

Possiamo nascondere questa barra solo nelle app specifiche, che rimuovono il notch aggiungendo una barra nera completa che la nasconde quando vediamo contenuti a schermo intero in orizzontale.

2) Software

Questi smartphone Asus vengono venduti con il sistema operativo Android 8.0 con l'interfaccia personalizzata ZenUI, arrivata alla versione 5.
Interfaccia

L'interfaccia Asus ZenUI porta infatti personalizzazioni pesanti in Android che sono tutte da scoprire, con tante opzioni in più nelle impostazioni di sistema e tanti pulsanti e interruttori diversi visibili tirando giù la barra di notifica.
Tra le opzioni più interessanti e utili abbiamo: le Zenimoji (faccine personalizzabili come su Samsung), lo sblocco facciale (basta mettersi davanti alla fotocamera frontale per 2 secondi per sbloccare lo schermo), il risparmio energetico personalizzabile, il menu di avvio automatico per scegliere quali app avviare all'accensione e tanto altro.
Anche se non mancano purtroppo alcune applicazioni inutili, ci sono molte applicazioni di Asus davvero ben fatte come il launcher, la tastiera, la galleria ,la macchina fotografica, il cloud storage, l'app per collegare il telefono al computer e quella per trasferire file a altri telefoni, la modalità semplificata che è davvero comoda, la possibilità di attivare i gesti col dito di ZenMotion e la funzione per creare profili separati di utenti, idealmente uno personale e uno business.
L'interfaccia è molto buona, fluida il giusto (anche se altri prodotti di terze parti come Nova Launcher restano imbattibili) e con tutto il necessario per godersi appieno il nuovo smartphone senza rimpiangere prodotti più costosi.
Asus aggiorna con buona regolarità i suoi smartphone, quindi per almeno 2 anni aspettatevi di ricevere gli aggiornamenti per sistemare eventuali bug, rallentamenti o per passare ad una versione successiva di Android o di ZenUI.

3) Hardware

Le specifiche hardware dello Zenfone 5 da 400 Euro sono elencate qui in basso:
  • Display da 6.2 pollici FHD+ (2246 x 1080 pixel) di tipo S-IPS
  • Processore Qualcomm Snapdragon 636 octa-core 1.8 GHz
  • GPU Adreno 509
  • Memoria RAM 4 GB
  • Memoria interna 64 GB espandibile fino a 2 TB
  • Doppia fotocamera posteriore 12MP (monocromatico) + 8MP (colori)
  • Fotocamera anteriore 8 MP
  • WiFi Dual Band (802.11b/g/n 2.4 GHz e 802.11n/ac 5GHz)
  • Bluetooth 5.0
  • NFC
  • GPS + Glonass
  • Connettività 4G LTE
  • Connessione USB Type-C 2.0
  • Dual nano-SIM, Dual LTE
  • Batteria da 3.300mAh
  • Sistema operativo Android Nougat 8.1 + ZenUI 5
  • Lettore d'impronta
  • Dimensioni 153 x 75.6 x 7.85 mm
  • Peso 155g
Lo smartphone entra di diritto nella categoria phablet viste le dimensioni dello schermo e presenta senza ombra di dubbio una delle migliori schede tecniche per un device in questa fascia di prezzo.
C'è davvero di tutto: il WiFi Dual Band, il nuovo Bluetooth 5.0, l'NFC, il sistema GPS potenziato, un potente processore Snapdragon per far girare senza problemi l'interfaccia e le app che ci interessano e una discreta capacità della batteria, che con le ottimizzazioni di Asus ci permetterà di arrivare senza problemi fino a sera.
Volendo essere davvero pignoli gli unici difetti sono la porta USB Type-C solo 2.0 (i concorrenti hanno quasi tutti 3.1), la risoluzione delle fotocamere non eccezionali (anche se l'app per le foto è fatta bene) e il Dual-SIM ibrido, visto che il secondo slot è in condivisione con la microSD (o si usa una seconda SIM oppure una microSD; non è possibile usare entrambe).

Lo Zenfone 5 Lite è praticamente identico, stessa RAM, stessa dimensione di memoria, leggermente più piccolo (6.0), pesa poco di più, senza notch superiore, ma con addirittura una fotocamera migliore (la frontale da 20 MegaPixel) ed un processore più veloce.

4) Prezzo e link acquisto

Lo Zenfone 5 ZE620KL è acquistabile ad un prezzo di 400 Euro, che è un prezzo davvero ottimo considerando la scheda tecnica e il design).
Se vogliamo acquistarlo su Amazon il link per trovare il prodotto corretto è disponibile qui -> Zenfone 5 ZE620KL (400€).

L' ASUS Zenfone 5 Lite (ZC600KL), che costa invece 300 Euro, è sicuramente una delle scelte migliori tra gli smartphone più nuovi del 2018, e si può comprare anch'esso su Amazon

5) Conclusioni

Se non vogliamo spendere più di 500€ per uno smartphone ma desideriamo che possegga tutte le caratteristiche di uno smartphone di fascia alta, questo Asus Zenfone 5 non vi farà rimanere sicuramente delusi.
Ottima la scheda tecnica, buono il design (ma ci deve piacere il notch), buono anche il sistema operativo.
I difetti sono davvero pochi e tutti abbastanza superficiali, legati più che altro a piccole sciocchezze.
Se questo smartphone fosse troppo costoso, lo Zenfone 5 Lite a 300 Euro diventa davvero il compromesso perfetto.

Volendo scendere ancora di prezzo, rimando alla lista dei migliori smartphone a meno di 200 Euro.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
2 Commenti
  • rico
    21/9/18

    Si, ma trovare la custodia adatta, trasferire la rubrica, disattivare le app di fabbrica, reinstallare quelle personali, reinserire le password.
    Eccheppalle.

  • Claudio Pomes
    25/9/18

    Si ma rico, i backup su cloud non li usi? Android ormai fa tutto da solo, il cambio di cellulare è questione di un attimo