Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows 10 Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Giochi

Come guadagnare spazio sulla memoria dello smartphone

Aggiornato il:
Trucchi e applicazioni Cloud per conservare dati che occupano memoria sullo smartphone (Android e iPhone) e recuperare spazio
memoria esaurita Qualsiasi cellulare utilizziamo, ci ritroveremo (prima o poi) davanti al problema dello spazio esaurito, specie sui modelli che dispongono di meno di 64 GB di memoria interna (che possono sembrare molti, ma basta davvero poco per riempire questa quantità figurati valori minori!).
Tra i due sistemi operativi più diffusi, Android è un sistema operativo più leggero ma viene installato anche in smartphone economici, con memoria limitata.
Di contro l'iPhone non è espandibile con una microSD quindi dovremo farci bastare la memoria interna; su Android la micro SD (dove disponibile) va bene solo per tenere foto e musica (si possono anche spostare alcune app ma non tutte).
Se bisogna per forza cancellare qualcosa, il miglior modo di guadagnare spazio sullo smartphone è sfruttare i servizi cloud che salvano dati online.
Vediamo qui i principali e gratuiti sistemi per salvare online foto, video, musica e come risparmiare memoria con piccoli trucchi.

1) Come liberare spazio dalla memoria interna

Prima di tutto, per scoprire cosa sta occupando spazio di memoria su un iPhone andare in Impostazioni > Generali > Spazio Libero iPhone.
Liberare_Spazio_iPhone

In questa schermata ci sono diverse opzioni per liberare spazio su iPhone che bisogna capire e usare nel modo giusto così da recuperare un bel po' di spazio (la schermata mostra anche quando spazio occupano i vari tipi di file multimediali e alcuni trucchi per recuperare spazio).

Su Android possiamo controllare lo spazio occupato in Impostazioni -> Memoria o una voce simile (dipende dal produttore, potremmo trovare anche Memoria Interna, Archivio o Spazio residuo).
Liberare_Spazio_Android

Con Android è possibile esportare alcuni dati, tra cui i contatti ed alcune applicazioni, su una scheda SD esterna per liberare la memoria interna.
Per sapere come fare, leggere la guida su come sopravvivere con Android con memoria interna piena o spazio esaurito sul cellulare.

1) Salvare i video

I file video sono grandi, i Video HD occupano circa 78MB per ogni minuto di riprese, occupando quindi molta memoria del telefono.
Vale la pena, quando si gira un video, caricarlo su Facebook o su Instagram, cancellarlo dalla memoria dello smartphone e poi scaricarlo dal computer se lo si vuol conservare.
Ovviamente non si possono conservare sullo smartphone o sul tablet film interi che possono anche occupare 1GB di spazio.
Se si vogliono vedere film dal tablet o dallo smartphone conviene caricarli su un cloud che consente poi la visione dei video in streaming.
Google Foto è in grado di fare il backup gratuito dei video girati con la fotocamera (vedi sessione successiva).
In alternativa possiamo salvarli sul cloud offerto da Google Drive, OneDrive, Dropbox o iCloud (sui dispositivi Apple).
Molti di questi servizi dispongono anche di un player integrato così da non scaricare nulla di effettivo durante la riproduzione, come se i nostri video fossero in streaming.

2) Salvare le foto

Per conservare online le migliaia di foto scattate conviene usare Google Foto con backup illimitato e gratuito.
Si possono anche usare gli stessi servizi che vi abbiamo elencato sopra (Google Drive, OneDrive, Dropbox o iCloud (sui dispositivi Apple)), visto che tutti supportano il backup della sola cartella che contiene le fotografie scattate.
In un altro articolo vi abbiamo proposto confronto tra i vari servizi cloud per conservare le foto su internet.
Ovviamente poi le foto presenti in locale ma già sincronizzate in cloud andranno cancellate, visto che 1GB può contenere circa 256 foto:
16GB = 4096 foto
32GB = 8192 foto
64GB = 16384 Foto
128GB = 32768 Foto
In pratica, se si scattano 10 foto al giorno sarà riempita una memoria da 16GB in poco più di un anno.

3) Salvare la musica

Ogni MP3 o altro file musicale conservato nella memoria del cellulare occupa più di 3MB di spazio.
Personalmente trovo inutile, al giorno d'oggi, sprecare spazio per tenere musica su uno smartphone visto che si possono sfruttare le applicazioni di musica in streaming.
A tal proposito abbiamo visto:
- App per sentire musica su iPhone e iPad anche radio e streaming
- App di musica in streaming su cellulari e tablet Android

Si può infatti fare una raccolta musicale con le canzoni preferite su siti come Spotify o caricare musica in Google Play Music in modo che poi, quando si aprono le relative applicazioni, si possono ascoltare, senza cercarli di nuovo, i brani scelti.
Se utilizziamo un account Premium per Spotify e simili ricordiamoci di eliminare periodicamente i brani che salviamo offline sul dispositivo, visto che occupano anch'essi memoria (si tratta di file cifrati indistinguibili ma che occupano comunque spazio finché sono conservati per l'ascolto offline).

4) Salvare le applicazioni

La maggior parte delle applicazioni, in se, non occupa molto spazio (ad esclusione di qualche gioco, come vedremo dopo); il problema spesso è la cache delle app che può crescere anche molto.
In un'altra guida possiamo leggere come liberare spazio su Android.
Su un iPhone, basterà toccare qualsiasi applicazione elencata nel menu Utilizzo delle impostazioni memoria e vedere se ci sono dati temporanei o di cache che possono essere eliminati.
Se le app non occupano troppo spazio, questo non è vero per i giochi che possono anche occupare 1 GB o più di memoria (ad esempio giochi come Asphalt o FIFA).
Disinstallare quindi i giochi finiti o a cui non si gioca più sarebbe certamente conveniente per recuperare memoria.
Su un iPhone, si rimuovono le applicazioni tenendo premuto il dito sopra la sua icona e poi premendo la X.
Su un telefono Android, bisogna andare su Impostazioni > Applicazioni > Gestisci Applicazioni per disinstallarle.

5) Piccoli trucchetti

Altri trucchetti per guadagnare spazio sono la cancellazione della cronologia del browser, l'eliminazione dei contatti inutili in rubrica (ma tanto viene salvata online con un backup automatico su Android e iPhone), eliminare la cronologia di Gmail o di altre app di posta, rimuovere vecchi documenti o spostare tutti i dati che non servono sul cloud.
Le migliori applicazioni Cloud per smartphone e cellulari Android e iPhone sono elencate nell'articolo di confronto dei servizi di archiviazione online dove sono citate le app Dropbox, Google Drive, Onedrive che sono le 3 migliori da avere assolutamente.
Vedi anche come aumentare lo spazio dei servizi Cloud al massimo gratuitamente fino a 100 GB.

6) Conclusioni

Dopo aver visto tutti questi suggerimenti, il consiglio che vi possiamo dare è: non spendiamo troppi soldi per modelli con 128 GB di memoria interna o superiori!
Al giorno d'oggi 64 GB sono più che sufficienti e, applicando i suggerimenti della guida, non finiranno praticamente mai (effettuando comunque una regolare pulizia).
Il cloud e i servizi in streaming sono il futuro, i file in locale sono davvero necessari solo per le chat e per le app social.
Se disponiamo di uno smartphone con 32 GB di memoria interna (taglio molto diffuso), iniziamo subito a spostare gran parte delle componenti multimediali sul cloud e a liberarci delle app che non usiamo più, così da poter mantenere sempre almeno 10 GB di spazio libero.
I modelli con 16GB di memoria interna sono ormai quasi del tutto estinti, meglio evitare di comprarli se li troviamo ancora in vendita.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail. Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento). Selezionare su "Inviami notifiche" per ricevere via email le risposte
Info sulla Privacy
2 Commenti
  • Gerardo Rendina
    2/9/18

    E per chi ha ancora un modello con 16 giga che cosa consigli di fare oltre a quello dcrscri nell'articolo?

  • Claudio Pomes
    2/9/18

    puoi leggere qui https://www.navigaweb.net/2016/07/liberare-spazio-su-android-nella.html