Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Controllare servizi a sovrapprezzo se credito scala senza motivo su cellulare

Ultimo aggiornamento:
Come capire e controllare se abbiamo un servizio in sovrapprezzo attivo sul cellulare quando il credito viene scalato senza motivo
credito scalato Una delle piaghe di questo secolo sono sicuramente i servizi in sovrapprezzo che si attivano da soli e che ci scalano credito senza motivo.
Si tratta di servizi che non hanno alcuna utilità, che servono a ricevere via SMS notizie su sport, gossip, oroscopo, suonerie, sfondi, giochi che non danno alcun valore aggiunto a quello che si può trovare tramite applicazioni o navigando su internet.
Questi servizi a pagamento vengono attivati a volte da click su notizie trovate su Facebook ed a volte anche in modo automatico, a causa di un redirect di un sito web che anche senza alcun click (ed anche io che dovrei essere esperto ci sono cascato con tutte le scarpe una volta).
Molto spesso il pagamento di questi servizi è anticipato ed appena attivi scalano immediatamente 5 Euro o anche di più dal credito residuo.
Il nome di questi abbonamenti, che sono purtroppo legali e fatti apposta per rubare soldi, è VAS (Value Added Service) o anche SMS a Valore Aggiunto
Le aziende di telefonia Wind, 3, TIM e Vodafone, sanno bene come funzionano, ma quando chiedi spiegazioni su eventuali abbonamenti mai sottoscritti o riguardo ai soldi della scheda SIM scalati da soli, sembrano sempre cadere dalle nuvole e dare la colpa ai clienti che hanno cliccato per accettare il servizio a sovrapprezzo.

In questa guida andiamo a scoprire come controllare se abbiamo attivi uno o più di questi servizi a sovrapprezzo, che sono, quasi al 100%, il motivo principale di quando il credito nella SIM del cellulare viene scalato da solo, arrivando magari a ricevere il messaggio del "credito in esaurimento".

Il primo modo per capire subito se siamo stati fregati da un servizio a sovrapprezzo è quello di controllare gli SMS ricevuti e cercarne uno che si avvisa dell'avvenuta attivazione.
L'SMS dirà qualcosa tipo: Abbonamento attivato: costo 5E a settimana con un link del servizio e, di solito, anche un link e un numero di telefono per la disattivazione.

Ovviamente anche dal credito residuo si può capire se abbiamo un servizio attivo.
Per farlo conviene usare le app per controllare credito residuo TIM, 3, Wind e Vodafone perchè potremo andare nel dettaglio dei costi e scoprire il motivo per cui il credito è scalato.
Con questi abbonamenti non è detto, comunque, che appena dopo l'attivazione venga automaticamente scalato credito, è possibile infatti che i soldi saranno prelevati qualche giorno dopo che è buono così una volta disattivato non avremo bisogno di chiedere rimborsi, ma che non dà subito evidenza della sua attivazione (sopratutto se non abbiamo ricevuto alcun SMS o non ce ne siamo accorti.

A quel punto, una volta capito che c'è qualche servizio strano non voluto che stiamo pagando in anticipo, per evitare che la settimana dopo vengano scalati altri soldi, bisogna procedere con la disattivazione immediata.
Su come disattivare abbonamenti e servizi SMS a pagamento sul cellulare abbiamo già scritto.
Sinteticamente ci sono tre strade:

- Navigare sul sito di MobilePay, che è il principale fornitore di questi servizi a pagamento, andare nel Selfcare, inserire il nostro numero di telefono, verificare i servizi in sovrapprezzo attivi e disattivarli.
Questa operazione sarebbe da fare tramite PC, perchè dal telefono può non essere possibile in quanto viene nascosto, nella versione mobile del sito, il tasto per disattivare.

- Chiamare il call center del nostro operatore, chiedere di disattivare tutto e farsi anche rimborsare del mal tolto.
I numeri per i call center sono i seguenti:
TIM: 119
Vodafone: 190
Wind: 155
Tre: 133
Un'ottima strategia per chiedere il rimborso e farsi notare dall'operatore è quella di contattarli pubblicamente tramite Facebook e Twitter, mettendoli un po' alle strette se fanno finta d inon capire o se danno la colpa a noi dell'avvenuta attivazione di questi SMS a pagamento.

- Per quanto riguarda i clienti Vodafone, bisogna notare come l'app MyVodafone, quella per controllare il credito, ha nelle sue funzioni anche la possibilità di controllare e disattivare gli abbonamenti dei servizi aggiuntivi a pagamento, che vengono chiamati Servizi digitali.

Da notare, purtroppo, che una volta entrati nel circuito MobilePay o altro servizio a sovrapprezzo, il nostro numero viene registrato (anche se non abbiamo più abbonamenti attivi) senza possibilità di rimuoverlo.
Per evitare, in futuro, altre sorprese che portano a scalare il credito del cellulare senza motivo, bisogna chiamare il call center del proprio operatore e chiedere la procedura di Barring SMS, che porta alla disattivazione definitiva dei servizi a sovrapprezzo, almeno fino alla prossima truffa che si inventeranno.

Se non si è riusciti ad ottenere rimborsi dall'operatore, allora si può chiedere assistenza sul sito Bastabollette.it, che funziona bene e senza chiedere compensi mette a disposizione tutta la modulistica e le istruzioni per muoversi e farsi risare i soldi.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • Stefano Faraotti
    10/1/18

    Quando successe a me e h3g faceva la gnorri li ho massacrato sulla pagina Fb e dopo poco mi hanno chiamato loro e proposto il rimborso