Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Bloccare siti che fanno mining online di criptovaluta

Ultimo aggiornamento:
Come bloccare il codice di siti che vogliono sfruttare la CPU dei computer per attività di mining di criptovalute
bloccare siti criptovaluta Un nuovo allarme sicurezza è stato lanciato in questi giorni perchè alcuni siti web sono stati scoperti a utilizzare una tecnica che mantiene attivo in background, anche dopo aver chiuso il browser, l'attività di mining di criptovaluta.
Per chi non lo sapesse, rimando a un'altra guida su cosa sono le criptovalute e diciamo sinteticamente che si tratta delle monete virtuali che tanto valore stanno guadagnando in quest'ultimo anno.
A causa della supervalutazione di Criptovalute come il Bitcoin e siccome è possibile generare Bitcoin attraverso programmi chiamati di "mining", hacker ed anche amministratori di siti web hanno trovato il modo, tramite codice Javascript nascosto nel sito, di sfruttare la CPU del PC visitatore per avere più potenza di calcolo.

Il mining, infatti, è un'attività che richiede moltissima energia e l'uso di computer molto potenti per generare valore.
Il mining di Cyrptovaluta come i Bitcoin è l'atto di decodifica di una singola unità di cyrptocurrency suddivisa in più segmenti crittografati o hash.
Ogni hash prende la potenza di elaborazione per poterlo decodificare e molti processori che lavorino simultaneamente.
Utilizzare da remoto il computer di tante ignare persone per il mining, diventa quindi un trucco semplice ma efficace per guadagnare soldi col minimo sforzo.

Per farla breve, alcuni siti hanno un codice maligno all'interno che permette di sfruttare, di nascosto, la CPU del computer per il lavoro di creazione di croptovaluta.
Se quindi si dovesse notare un uso anomalo della CPU (spesso coincidente con un rumore della ventola più forte), un calo di prestazioni oppure una lentezza del computer non normale, può darsi sia colpa di un virus che non esaurisce le attività dopo aver chiuso il browser, ma continua in background.

Per il momento i browser web non bloccano ancora il codice javascript del mining di criptovaluta.
L'importante sarebbe avere un antivirus che blocchi questa particolare categoria di malware, cosa che non fa, per ora, Windows Defender in Windows 10.
Se, quindi, non stiamo usando un antivirus esterno che blocchi il mining di criptovaluta, possiamo comunque proteggere il computer dai siti con codice malevolo utilizzando un'estensione.
Ci sono due estensioni anti-criptovaluta tra cui scegliere:

1) minerBlock, semplice strumento che monitora qualsiasi attività di mining online, solo su Chrome.
Esso identifica il colpevole e poi blocca le sue attività nel browser.

2) noCoin è l'estensione diventata più popolare al momento, che funziona per bloccare il codice di generazione della criptovaluta.
No Coin è disponibile per Google Chrome, Mozilla Firefox e Opera, è open source, è sicura al 100% e fa un ottimo lavoro nel bloccare Coin Hive e altri minatori di criptovaluta simili.

Se non si vogliono usare estensioni e non si ha un antivirus che protegge da questo tipo di attacchi, si dovrebbe fare una scansione del computer, diciamo ogni settimana (cosa consigliata a prescindere), con uno di questi tre programmi gratuiti: ADWCleaner, più veloce e rapido oppure anche Malwarebytes o Zemana antimalware.

Tenere conto che alcuni siti possono contenere codice Coin Hive in modo legittimo, chiedendo ai visitatori di autorizzare l'attività di mining sui loro computer.
In questi casi non c'è alcun malware e non bisogna allarmarsi.

LEGGI ANCHE: Bitcoin: come funziona la valuta digitale creata per internet

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • realista
    2/12/17

    domanda: si possono aggiungere ENTRAMBE le estensioni a chrome? o potrebbero andar in conflitto?

  • Claudio Pomes
    3/12/17

    sono praticamente uguali, si possono aggiungere ma è superfluo