Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Scaricare torrent senza tenere acceso il PC: tutte le alternative

Ultimo aggiornamento:
Non vuoi lasciare ogni volta il PC acceso per scaricare i torrent? Scopri le alternative disponibili per completare i download senza PC
torrent senza pc Scaricare torrent è uno dei metodi più veloci per ottenere file di grandi dimensioni in un tempo ragionevole, grazie alla condivisione del file tra più persone contemporaneamente.
Rispetto alle altre tecnologie P2P il protocollo BitTorrent è decisamente veloce e permette (se il numero delle fonti è sufficiente) di scaricare alla massima velocità consentita dalla tua linea ADSL o fibra ottica. In alcuni casi però è necessario aspettare ore o addirittura giorni per veder terminato il download di un file, specie se supera i 15 GB.
Lasciare tutto questo tempo il PC acceso può costare caro dal punto di vista del consumo elettrico, senza contare anche l'usura delle componenti hardware del computer lasciate accese per troppo tempo.
Per fortuna esistono delle alternative che puoi utilizzare per scaricare torrent senza lasciare acceso il PC tutta la notte o giorni interi e le ho racchiuse in questa guida.

Seguendo uno dei metodi consigliati qui in basso potrai Scaricare file torrent, anche grandi, senza lasciar acceso il PC, risparmiando sulla bolletta della luce ed anche rendendo il PC meno occupato.

LEGGI ANCHE: Come funziona il download dei Torrent, come si scarica e quanti problemi

Smartphone o tablet Android
Il primo metodo è anche il più semplice da applicare, perchè a costo zero se hai un vecchio smartphone o tablet Android abbandonato in un cassetto.
Ci sono tantissime app in grado di gestire il download dei torrent anche da dispositivi mobile, l'unico vero limite è dato dallo spazio necessario per ospitare i file più grandi.
Se lo spazio della memoria interna del tuo smartphone o tablet è limitato puoi pensare di acquistare una microSD aggiuntiva o collegare un disco rigido esterno tramite OTG. Per le micro SD puoi leggere la guida dedicata presente sul sito, mentre se sei interessato ai dischi esterni da collegare in OTG puoi visionare due tipi di prodotti:

- Dischi esterni USB, acquistabili online partendo dalla guida sui Hard Disk esterni USB (da 51€ in su)
Disco esterno USB

- Case per dischi rigidi da 2,5 pollici, così da poter riciclare un vecchio hard disk per portatili ed riutilizzarlo come un disco esterno USB. Puoi trovare i migliori modelli qui -> Case per hard disk (da 10€ in su)
Case per dischi notebook

Una volta trovato il disco, è sufficiente collegarlo tramite un cavo OTG alla presa USB dello smartphone o del tablet per essere riconosciuto come unità di memoria esterna. Se non hai il cavo OTG puoi procurartelo spendendo veramentre poco da qui -> Cavi OTG (da 2€ in su)
Cavo OTG

Ora che hai tutto lo spazio necessario per scaricare i torrent è il momento di vedere quali app puoi scaricare sul tuo dispositivo mobile per trasformarlo in una sorta di "download center".
Le migliori app per scaricare i torrent su Android sono le seguenti, le ho ordinate dall'app più convincente all'app meno convincente e più carica di pubblicità (quindi se possibile da evitare).
- Flud - Torrent Downloader
- Flash Torrent
- tTorrent Lite
- µTorrent
- BitTorrent

Personalmente uso Flud per scaricare i torrent sui dispositivi Android e mi trovo molto bene, scarica velocemente qualsiasi tipo di torrent e anche a livello grafico è molto convincente visto l'uso del Material Design.
Flud Torrent

Scaricare i torrent è davvero molto semplice, qualsiasi sia il client utilizzato: scarica il file torrent o procurati il link Magnet URI tramite il browser Web del dispositivo, poi apri l'app per scaricare i torrent che hai scelto e clicca sul tasto a forma di più (o un tasto Aggiungi su altri tipi di app) oppure usa il tasto a forma di calamita per aprire i link magnetici.
Una volta avviato il torrent puoi anche spegnere lo schermo, il download procederà in background consumando pochissima batteria (conviene comunque tenerla sempre carica se il download richiederà molte ore o giorni).
Ovviamente se il file è troppo grande per la memoria interna del dispositivo cerca di far puntare la cartella di download dei torrent sulla microSD capiente o all'interno del disco rigido collegato tramite OTG.

TV Box

Non hai uno smartphone da dedicare allo scopo?
Puoi comunque utilizzare i TV Box, specie quelli che usano Android come sistema operativo. I migliori TV Box che puoi acquistare li trovi qui -> TV Box in offerta (da 38€ in su)
TV Box TX3

Questi dispositivi si collegano alla TV tramite cavo HDMI e consumano davvero pochissimo (meno di 15 W), quindi sono l'ideale per scaricare torrent senza lasciare acceso il PC.
Essendo basati su Android puoi utilizzare gli stessi suggerimenti visti per gli smartphone: puoi collegare un disco esterno tramite le porte USB presenti ed utilizzare le app Android per scaricare i torrent.

NAS
Un altro metodo che puoi utilizzare per scaricare i torrent senza lasciare acceso il PC è sfruttare i NAS, dispositivi di rete in grado di immagazzinare grandi quantità di dati e di renderli disponibili a qualsiasi altro dispositivo connesso al modem/router.
NAS Storage

Possedere un NAS va ben oltre l'esigenza di scaricare i torrent (servono più come magazzino dei dati), ma se hai la fortuna di possederne uno puoi utilizzarlo per scaricare i torrent senza dover lasciare acceso il PC visto il loro basso impatto sui consumi elettrici (arrivano a malapena a 20-25 W sui modelli più piccoli).
Se vuoi approfondire il discorso sui NAS, scoprire cosa sono e come utilizzarli puoi leggere la guida dedicata presente sul sito -> Acquistare un NAS Storage di rete: a che serve e quanto costa

Raspberry Pi 3 (per esperti)
Se non hai un vecchio smartphone da utilizzare come download center puoi procurarti un mini PC economico e dal basso consumo energetico come il Raspberry Pi 3.
Raspberry Pi 3

Una volta acquistato e montato questo dispositivo (è richiesto un minimo di conoscenza dell'elettronica e dei sistemi Linux in generale) ti basterà utilizzare un cavo HDMI e un monitor  (o una TV), inserire la microSD e scegliere quale sistema operativo installare all'interno del sistema.
Il Raspberry di base utilizza sistemi Linux, perfettamente compatibili con i torrent e con i dischi esterni (che puoi collegare ad una delle prese USB libere) ma magari un pochino ostici da utilizzare, specie se è la prima volta che ne hai sentito parlare.
Il client più diffuso sui sistemi Linux è Transmission, leggero e molto efficace per scaricare torrent. Su Raspian (la distribuzione Linux più utilizzata sui Raspberry Pi) puoi scaricare Transmission utilizzando i seguenti comandi da terminale:

- sudo apt-get install transmission-daemon
- sudo service transmission-daemons stop
- sudo nano /etc/transmission-daemon/settings.json
- "download-dir": "/media/cartella_download"
- sudo service transmission-daemons start

Una volta avviato Transmission sul Raspberry puoi accedervi da qualsiasi PC o sistema dotato di browser Web utilizzando come indirizzo uno dei seguenti:
localhost:9091 se vuoi accedere dal tuo stesso Raspberry Pi 3
192.168.1.X:9091 se vuoi accedere usando uno degli altri computer collegati alla tua rete

Qui di seguito puoi trovare l'interfaccia del programma come si presenta nella versione Web.
Rasp Transmission

Inoltro delle porte per metodi proposti
Come per i programmi per scaricare i torrent su PC anche le app e i software consigliati in questa guida necessitano di trovare la porta di servizio inoltrata sul router/modem, altrimenti il download procederà lentamente.
Puoi scoprire come aprire le porte del tuo router leggendo la seguente guida -> Configurare il port forwarding su un router facilmente per aprire porte di comunicazione.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)