Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Usare lo smartphone come PC con tastiera e monitor

Ultimo aggiornamento:
Come usare lo smartphone come PC super portatile e guida per collegare la tastiera e anche il monitor o lo schermo della TV
tastiera e monitor per smartphone Per chi lavora molto col computer, potrebbe capitare di averne bisogno in un determinato momento, ma di non averlo a disposizione.
La soluzione, quindi, è di usare lo smartphone come fosse il nostro PC, per fare quei lavori e quei compiti sul piccolo schermo, anche portarsi il portatile appresso.
Tenere conto che gli smartphone moderni non sono altro che dei mini computer con cui possiamo fare quasi ogni operazione e che possono diventare ottimi sostituti del computer all'occorrenza.
Per usare il cellulare smartphone come un PC, sia esso un Samsung Galaxy, un Huawei, un telefono Android o un iPhone, è però necessario preparare alcune applicazioni e munirsi di alcuni dispositivi accessori che possono anche rendere comodo e facile lavorare dallo smartphone, proprio come si farebbe con un computer normale o un portatile.

1) Collegare tastiera e mouse allo smartphone
Forse per qualcuno può essere scontato mentre per altri qualcosa di strano o impossibile, ma come si può fare sui tablet, anche gli smartphone possono avere tastiera e mouse collegati per usarli come fossero dei mini pc portatili.

Il modo più semplice è sicuramente il cavo USB, che richiede, per collegare una tastiera, la connessione USB OTG (On The Go).
Questo può essere fatto in modo semplice con quasi ogni tipologia di smartphone Android (come i Samsung Galaxy o Huwei) che supportano l'ingresso di una tastiera via cavo USB.
Si può comprare su Amazon il cavo USB OTG con 2 Euro oppure l'adattatore USB OTG a 6 Euro (L'adattatore senza cavo è particolarmente comodo e si nasconde bene).
A quel punto si può collegare una tastiera USB (dovrebbero funzionare tutte o quasi) al cavo OTG e farla funzionare su Android senza fare alcuna configurazione particolare.
L'unico limite è che non tutti i produttori di smartphone includono il supporto per USB OTG quindi andrà verificato o provato prima, magari comprando il ccavo e provandolo con una penna USB.

Se non si vogliono usare cavi, allora si può fare usare una tastiera Bluetooth, che funziona benissimo sia su Android che su iPhone, anche se consuma più batteria.

La tastiera dovrebbe anche includere il touchpad, in modo da non essere richiesto un mouse aggiuntivo e di poter lavorare sullo smartphone come fosse un vero piccolo PC, senza dover toccare lo schermo.

Lo smartphone dovrebbe anche essere tenuto sorretto da un dock, ossia una base che lo tenga in piedi.

2) Collegare il telefono ad un monitor o la TV
Una volta che abbiamo tastiera e touchpad, possiamo già usare lo smartphone come fosse un PC, ma per fare una trasformazione perfetta avremmo bisogno di uno schermo più grande, un monitor o anche una TV.
Anche per collegare lo smartphone alla TV o al monitor abbiamo alcune soluzioni, sia via cavo che senza fili.

Il cavo è sempre la soluzione più semplice e questa volta si deve usare un cavo adattatore MHL Micro USB a HDMI che permette di collegare uno schermo tramite la porta HDMI del monitor o della TV e la porta Micro USB del cellulare.
L'unico problema è che non tutti i telefoni Android supportano la connessione MHL (Mobile High-Definition Link) ed occorre quindi verificare prima.
Funziona, invece, senza problemi il cavo MHL per iPhone.

Senza fili, invece, il modo più semplice con un telefono Android è usando il Chromecast, che permette di proiettare quello che si vede sul telefono Android sulla TV.

3) Le App
Se si vuole utilizzare lo smartphone Android come un PC, allora conviene anche trasformarlo graficamente.
Si può installare una delle app launcher che trasforma Android in un sistema simile a Windows per renderlo più facile e più ottimizzato alla visione sul monitor.

Come app per lavorare, poi, rimando alla lista di applicazioni migliori per i tablet, tra le quali sono molto importanti le app Microsoft Office per Android e iPhone oppure l'app Polaris Office con supporto Chromecast.
Pgni documento può poi essere tenuto in un servizio Cloud come Google Drive, Dropbox o Onedrive.

In conclusione, avendo uno smartphone e una tastiera, già si può lavorarci sopra come si farebbe con un PC.
Se poi ci si trovasse anche in una stanza dove c'è una TV o un monitor, allora è possibile anche collegare lo schermo allo smartphone per vedere meglio tutto e utilizzare app Office per scrivere documenti Word, Excel e Powerpoint senza alcuna limitazione.

LEGGI ANCHE: Trasformare e usare il tablet come un PC portatile (Android e iPad)

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • .: DeST:.
    29/7/17

    Per il video si può anche usare screen stream o app simili che non richiedono accessori aggiuntivi come la chromecast ma permettono di fale lo stream web dello schermo ad un indirizzo ip locale indicato dalla stessa app al momento dell'avvio