Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Acquistare un NAS Storage di rete: a che serve e quanto costa

Ultimo aggiornamento:
Cos'è un NAS Storage, a che serve e quanto costa avere un server come spazio d'archiviazione condiviso in rete
acquistare un NAS Hai sentito parlare di NAS in ufficio o da un amico?
Ti sei chiesto cosa fosse e quanto costa possederne uno?
Qui puoi trovare tutte le risposte che stavi cercando.
Imparerai cosa significa NAS, a che serve, quanto cosa e cosa comporta avere uno di questi dispositivi sulla tua rete locale, compresi tutti i trucchi per acquistare uno Storage di rete senza spendere una fortuna (anche perchè i modelli professionali possono costare molto!).

NAS: un dispositivo di rete tuttofare
Il NAS (Network Attached Storage) è un dispositivo di storage di rete in grado di condividere uno spazio d'archiviazione tra tutti i device connessi al tuo router.
SI può pensare il NAS come un grande hard disk accessibile da qualsiasi dispositivo: puoi salvare i tuoi file, i tuoi backup e i tuoi contenuti multimediali (video, audio, foto etc.) in questo spazio comune sapendo di poterci accedere in qualsiasi momento, anche da smartphone e tablet.
All'interno del NAS possono essere ospitati uno o più hard disk (dipende dai modelli), con la possibilità di configurarli in diversi modi in base alle esigenze (come spazio d'archiviazione unico o come backup multiplo).

LEGGI ANCHE: Usare un vecchio PC come file server NAS con FreeNAS

Vantaggi di possedere un NAS
I vantaggi di possedere un NAS possono essere davvero numerosi, specie se vuoi rimpiazzare il PC fisso per alcune operazioni che richiedono l'accensione continua.

- Tutti i tuoi file in uno spazio comune: come già accennato prima puoi salvare cartelle e file sul NAS per condividerli immediatamente tra tutti i dispositivi connessi alla rete.
Se salvi un MP3 sul NAS puoi riascoltarlo dal tuo smartphone senza doverlo nemmeno scaricare, basta accedere alla cartella condivisa del NAS; stesso discorso per i film e le fotografie.

- Download center: una volta configurato il NAS può scaricare torrent al posto del PC fisso.
In questo modo eviti di lasciare acceso il PC (esoso in termini di energia elettrica) e scaricare tranquillamente anche per 24 ore di seguito, senza interruzioni.
Questo perché tutti i NAS hanno un consumo energetico molto basso (intorno ai 15-30W a pieno carico, contro i 300W di un PC nuovo con pochi programmi aperti).

- Backup sicuri: se il disco fisso del PC di rompe sono guai per i tuoi file, specie se sono documenti importanti!
Salva i documenti sul NAS e impostalo per creare automaticamnente più di un backup dello stesso file, non perderai più nessun documento importante o foto delle vacanze!

- Immunità ai virus: i NAS utilizzano nella stragrande maggioranza dei casi sistemi operativi basati su Linux, quindi immuni dalla stragrande maggioranza delle minacce presenti in rete.

- Media server: tutti i NAS sono compatibili con il protocollo DLNA o possono ospitare media server avanzati come Plex o Kodi. In questo modo tutti i contenuti multimediali salvati nella memoria del NAS possono essere visti in streaming da una TV collegata al router o dal PC, con tanto di locandine e informazioni.

- Cloud server: invece di salvare le foto scattate dallo smartphone su un servizio cloud pubblico come Google Drive o Dropbox, puoi impostare il tuo NAS come cloud server ed avere sempre il massimo controllo su tutti i tuoi scatti.
Davvero una ottima scelta dal punto di vista della privacy.

Come configurare un NAS
In base al numero di slot disponibili è possibile utilizzare i dischi in diversi modi; sarà lo storage stesso a chiedervi quale metodo utilizzare per usare due o più dischi (sui modelli con più di due slot).

- JBOD: in questa configurazione i dischi rigidi usati nel NAS vengono utilizzati come un'unico spazio, senza alcun accorgimento particolare. In caso di rottura del disco l'altro è accessibile con i suoi file.

- RAID 0: se presenti due dischi è possibile utilizzare questa configurazione per unirli a livello logico.
In caso di rottura di un disco non sarà accessibile nemmeno l'altro.

- RAID 1: la soluzione ideale per avere un backup automatico. Con questa impostazione i dati vengono salvati su un disco e copiati immediatamente sull'altro. In caso di rottura di un disco puoi accedere ai dati conservati sull'altro. Lo spazio totale è pari alla dimensione di un solo disco (anche se sono presenti due).

- RAID 5: questa configurazione è disponibile solo se inserisci 3 dischi o più nel NAS.
I dati vengono divisi in blocchi e salvati su tutti i dischi per preservare l'informazione, l'ideale per conservare documenti molto importanti. In caso di rottura di un disco le informazioni possono essere recuperate da uno degli altri due dischi sopravvisuti.

- RAID 6: una delle soluzioni più avanzate; molto simile al RAID 5 permette però di sopperire alla mancanza di 2 unità, infatti per poterla realizzare sono richiesti almeno 4 dischi.

L'hardware di un NAS
Cosa deve essere presente a livello hardware per identificare un buon NAS? Ecco una lista completa delle caratteristiche che devi controllare prima di acquistare un NAS:

- CPU: se necessiti di potenza di calcolo per realizzare lo streaming di film, ti consiglio i modelli dotati di CPU dual-core e/o di accelerazione grafica.

- RAM: 1 GB è più che sufficiente se usi il NAS per immagazzinare file, ma se necessiti dello streaming ti consiglio di puntare sui modelli con 2 GB di RAM.

- Ethernet: tutti i dispositivi hanno una porta Ethernet Gigabit per connettere il NAS al router; alcuni modelli permettono anche l'aggregazione con due o più connessioni Ethernet.

- Porte USB: con queste puoi copiare al volo tutto il contenuto di una chiavetta o di un disco rigido esterno premendo un semplice tasto.

- HDMI: alcuni NAS dispongono di una porta HDMI, così da poterlo collegare direttamente alla TV per sfruttare i media center come Kodi o Plex.

Guida all'acquisto di un NAS Storage di rete
Dopo aver visto alcuni dei vantaggi dei NAS e le caratteristiche da tenere in considerazione ecco alcuni modelli che puoi acquistare online su Amazon (che fa prezzi più che competitivi)
Tutti i modelli che ti segnalo sono alla portata dell'utente domestico, senza dover per forza scomodare i modelli professionali destinati all'ufficio. I modelli sono sprovvisti di dischi rigidi all'interno, salvo dove diversamente specificato.

- Buffalo LinkStation 220DE: NAS a 2 slot in vendita a meno di 90 €

- D-Link DNS-320L: NAS a 2 slot in vendita a meno di 90€

- Synology DS115J: NAS a 1 slot in vendita a meno di 90€

- WD My Cloud EX2: NAS a 2 slot in vendita a meno di 150€

- Synology DiskStation DS216j: NAS a 2 slot in vendita a meno di 170€

- WD My Cloud: NAS con disco rigido da 4 TB in vendita a meno di 180€

- QNAP 231p: NAS con 2 slot in vendita a meno di 180€

- TerraMaster F2-220: NAS con 2 slot in vendita a meno di 200€

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • paolus
    28/7/17

    belli ma se li usi per scaricare i torrent si puo utilizzare un VPN?