Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Su internet senza lasciare tracce su PC e sui siti visitati

Ultimo aggiornamento:
Come navigare il web senza lasciare tracce, impossibili da intercettare, riconoscere, localizzare e identificare
non lasciare tracce su internet Sul web di oggi è davvero difficile mettere piede senza lasciare un'impronta di se stessi, senza quindi attirare tracciatori ed elementi di controllo che, automaticamente, vengono iniettati nei computer di chi visita ogni sito web.
Questi tracciatori servono ai siti web sia per contare la visita che viene fatta con indicazione eventuale del paese di provenienza e del computer usato, sia per registrare le preferenze dell'utente, partendo dalla sua cronologia di navigazione oppure analizzando le ricerche fatte (come Google) o i click effettuati sul sito stesso (come fa Facebook).
Inoltre, mentre si naviga su internet chiunque potrebbe, teoricamente, intercettare la connessione e sapere quindi su che siti andiamo e quale tipo di informazioni condividiamo su internet.

Per non lasciare tracce su internet, per non lasciare tracce sul computer in uso e ricordare nella cronologia i siti visitati e per fare in modo che i siti e le connessioni che vengono stabilite via web siano rese impossibili da intercettare, riconoscere, localizzare e identificare (per esempio dall'azienda o datore di lavoro, dalla moglie o dalla mamma, dagli hacker, dalla polizia postale, dall'FBI, dalla CIA, dal fornitore di internet e dal governo di qualsiasi paese), ci sono diversi strumenti di cui ho già parlato in passato, ma che è importante capire, soprattutto, che differenze ci sono.

1) Il modo migliore e più semplice per non lasciare tracce dell'uso di internet e dei siti visitati sul computer in uso è la modalità in incognito.
Come già spiegato nella guida su come navigare in incognito e quando farlo, con questa speciale funzione che hanno tutti i browser (Chrome, Firefox, Edge, Safari ecc) si fa in modo che sul computer non rimanga la cronologia delle visite fatte e delle ricerche.
Aprendo un sito con la modalità in incognito, questo non ha possibilità di memorizzare il cookie sul computer.
In questo modo, i siti si apriranno come se non li avessimo mai aperti prima e nel caso di siti come Facebook, Google, è anche possibile accedere con un account diverso, senza però che il browser possa memorizzare login e password.

La modalità in incognito è molto utile se si utilizza il PC di un'altra persona, per non lasciare tracce.
I cookie e altri tipi di dati di tracciamento vengono cancellati appena si chiude il sito.
Come spiegato, però, nella guida su come proteggere la privacy online, la modalità in incognito non mantiene anonima la connessione quindi i siti visitati sapranno assolutamente da dove ci colleghiamo e con quale computer, mentre eventuali malware, hacker, fornitori di internet e agenzie governative potranno ancora intercettare la connessione e sapere cosa stiamo guardando.

2) Per rendere la connessione privata ed evitare ogni possibilità di intrusione nel traffico internet (cioè per fare in modo che nessuno possa intercettare quello che facciamo su internet) si deve usare un programma VPN o Virtual Private Network.
La connessione VPN permette di tenere la connessione internet camuffata, con localizzazione falsificata e impossibilità di riconoscere chi siamo per i siti visitati e le connessioni aperta dal computer verso l'esterno (quindi non solo il web ma anche programmi di chat o altro).
Usare una VPN è particolarmente utile sia quando si deve accedee ad un sito bloccato in un paese, sia quando si è dentro una rete che non gestiamo noi, quindi ogni volta che ci colleghiamo da fuori casa, (dall'ufficio o altri luoghi), perché cripta il traffico di dati in entrata e uscita dal computer rendendoli impossibili da spiare anche per l'amministratore della rete.

Riguardo le VPN ci sono programmi gratuiti e quelli a pagamento.
i programmi VPN gratuiti sono buoni per uso saltuario nelle reti wifi pubbliche e per camuffare la connessione e simulare una localizzazione diversa.
Di solito, però, hanno dei limiti nella velocità di internet e nella quantità di dati in download, inoltre i loro gestori possono usare i dati di navigazione degli utenti per scopi pubblicitari, anche se in modo anonimo.
Se si vuol davvero stare sicuri con connessione criptata, mantenere la velocità di internet inalterata e non avere rischi che altre aziende possano usare i nostri dati, si può pagare una delle VPN premium super veloci, più affidabili e senza limiti.
Pagando una cifra che può essere 10 Euro o meno, si ottiene quindi massima privacy online e possibilità di camuffare la connessione senza possibilità di essere spiati da alcuno.
L'unico che ancora potrebbe conservare dati è proprio il fornitore della VPN, ma solo nel caso fosse costretto da un governo nazionale e solo in casi di gravi reati informatici.
Il fornitore internet può vedere che siamo online, anche se non potrà sapere che siti stiamo visitando.

La VPN non impedisce al computer di ricordare i siti visitati, quindi se non si vogliono lasciare tracce è ancora utile usare la navigazione in incognito anche con la VPN.

3) Per navigare in modo anonimo completamente, il modo migliore è Tor.
TOR browser permette di accedere a internet tramite il passaggio attraverso vari nodi sparsi per il mondo, che rendono impossibile a chiunque risalire al computer che ha iniziato la connessione.
TOR si può considerare come una VPN senza un gestore centrale, auto-alimentata dagli stessi utenti connessi (nel senso che se io mi collego a TOR, posso anche agire come nodo per altri e partecipare alla rete).

Idealmente, TOR andrebbe utilizzato in combinazione con un sistema operativo che sia configurato in modo da non far trapelare alcun dato rintracciabile.
I migliori sistemi operativi anonimi, sono speciali distribuzioni Linux sono utilizzabili da penna USB su qualsiasi computer, senza lasciare alcuna traccia nel modo più assoluto.

4) Usare credenziali fittizie
Per non lasciare tracce sui siti visitati, quando necessario accedere con un account, si può sempre usare un'identità falsa.
Si può, quindi, generare un'identità falsa molto facilmente usando particolari strumenti.

In altri articoli abbiamo poi visto alcuni programmi di supporto per usare internet in privato:
- Eliminare le tracce di quel che si fa sul pc cancellando cronologia e riferimenti
- Programmi per controllare se il PC è spiato

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)