Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Se la batteria del telefono si scarica velocemente (Android)

Ultimo aggiornamento:
Motivi per cui la batteria si scarica velocemente sul telefono e come evitare che Google Play Services consumi troppa energia
batteria si scarica velocemente I principali motivi per cui la batteria di un telefono si scarica velocemente nel suo utilizzo normale, se non ci sono parti danneggiati o configurazioni sballate provocate da app mal progettate, sono sostanzialmente due: lo schermo che rimane acceso per troppo tempo, alcune particolari applicazioni non efficienti che rimangono in attività in background.
Per mitigare il consumo di energia dello schermo acceso su ogni smartphone Android si può solo diminuire la luminosità del display mettendola al minimo e diminuire la quantità di tempo, in secondi, dopo il quale il cellulare spegne lo schermo e va in "Sospensione" automaticamente.
Queste configurazioni si trovano, di solito, sotto il menu Impostazioni > Display.
Tenere conto, se presente, che la luminosità adattiva può funzionare per risparmiare batteria, ma non sarà mai efficace tanto quanto la luminosità al minimo.

LEGGI ANCHE: App Android per risparmiare batteria del cellulare

Per quanto riguarda, invece, le app che scaricano la batteria del telefono ci sono molte cose in più di cui parlare e da scoprire.

Prima di tutto, sugli smartphone Android c'è una funzione tutta automatica di ottimizzazione batteria, che di fatto iberna e congela le applicazioni quando il telefono non è in uso.
In questo modo le app in background diminuiscono il loro consumo energetico, anche se l'efficacia varia molto a seconda delle app usate.
Come si potrà facilmente notare nel menu Impostazioni > Batteria, le app che fanno esaurire prima la batteria e non riescono a ottimizzarsi per un consumo inferiore sono quelle che devono rimanere sempre in allerta per ricevere notifiche e messaggi.
In quasi ogni telefono le app che consumano più batteria sono quindi Whatsapp, Facebook, Instagram, Snapchat, Tinder e tutte quelle che inviano notifiche live, come le chat e i social network.
Mentre alcune di queste applicazioni, come Whatsapp, non possono essere messe in pausa o congelate se non si vuole che i messaggi in arrivo siano persi oppure arrivino in ritardo, per altre app come Facebook abbiamo già spiegato quanto sia meglio levare l'app originale e usare Facebook da sito web o Facebook Lite.

Un'altra app che scarica molto velocemente la batteria è Google Play Services, l'app integrata nel sistema Android che Google utilizza per tutti i suoi servizi (lo Store, Gmail, Maps, Ricerca ecc) e le sue app e che non si puó assolutamente rimuovere.
Quando Google Play Services si trova nelle prime posizioni della lista delle app che scaricano più batteria (sempre da Impostazioni Batteria), ci sono diversi modi per risolvere il problema che sarà più o meno indolore a seconda di come si utilizza il telefono.

La prima soluzione per risolvere i problemi di batteria causati da Google Play Services é quella di disattivare la sincronizzazione automatica.
Questo si puó fare in modo diverso a seconda della versione Android del telefono.
Nel vecchio Android fino a KitKat (Android 4.4) si disattiva la sincronizzazione automatica nel menú Impostazioni Reti Wireless Utilizzo dati mentre in Android dalla versione 5 si deve andare nel menu Impostazioni Account Google e disattivare tutti i servizi.
Questa soluzione, peró, puó portare il problema di ritardo nelle notifiche per le app Google, che nel caso si utilizzino Calendario, Google Foto e Gmail potrebbe essere un problema.
Inoltre vengono anche interrotti i backup di rubrica e dati delle app, che sono importanti quando si cambia smartphone.
Per gestire la sincronizzazione automatica in modo dinamico, attivandola e disattivandola a seconda dello stato della batteria, si può usare l'app Autosync.

Una soluzione più efficace per evitare a Play Services di scaricare batteria, invece, é quella di disattivare Ok Google e Google Now.
Ok Google è il richiamo per l'assistente vocale in ogni schermata.
In generale non serve tenere Ok Google sempre attivo a meno che non si utilizzi Google Maps o Android Auto.
Google Now, invece, é la funzione per rimanere aggiornati sulle ultime notizie, il meteo ed altre informazioni personalizzate tra cui anche il traffico.
Disattivando questi due servizi, si risolve il problema di Google Play Services se questo é tra i principali responsabili dello scaricamento della batteria.

Per configurare queste funzionalitá, aprire l'app Google, toccare il tasto in alto a sinistra con le tre righe e aprire le impostazioni.
Da qui, andare in Voce Rilevamento Ok Google per disattivarlo in ogni schermata lasciandolo solo durante la guida, per l'utilizzo in auto, con Google Maps e Android Auto.
Per disattivare Google Now, dalle impostazioni dell'app Google, andare in Il tuo Feed e disattivare l'opzione Feed.

Per finire, per evitare consumi inutili di batteria, é importante che sia disattivata la localizzazione del telefono tramite GPS, a piena potenza.
Nelle impostazioni del telefono, alla sezione della Geolocalizzazione, é importante utilizzare sempre la modalitá Basso consumo e non Alta precisione.
La localizzazione ad alta precisione con attivazione del GPS, é necessaria soltanto quando si utilizza Google Maps o altra app navigatore stradale.

Volendo avere un ulteriore beneficio alla batteria, sarebbe utile anche disattivare le opzioni di localizzazione di altre app.
Per trovare le app che usano la localizzazione del telefono, andare in Impostazioni > Geolocalizzazione.

Adesso, salvo problemi imprevisti, la batteria del telefono si dovrebbe scaricare in modo regolare, senza esaurirsi in poco tempo.
Se si vuol fare un'analisi su tutti i cicli di carica e di scarica, misurare il consumo di energia delle singole app e, soprattutto, controllare lo stato di salute della batteria per vedere quanto sta invecchiando e se fosse, eventualmente, da sostituire, allora si può installare l'app Accubattery, che funziona davvero bene ed è gratis.

LEGGI ANCHE: Prolungare la durata della batteria Android al massimo

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)