Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Dividere il costo di Netflix, Spotify o altri siti a pagamento

Ultimo aggiornamento:
Dividere la spesa per un servizio in abbonamento come Netflix o Spotify, trovando persone con cui condividerli
dividere spese netflix Molti servizi online a pagamento, come Netflix per vedere film in streaming o le app come Spotify per sentire musica online, consentono di risparmiare molto se si divide il costo dell'abbonamento tra amici.
Per esempio, si può creare un abbonamento Netflix e poi farsi dare soldi da altri amici o familiari, dividendo il costo e per condividere con loro la password dell'account in modo che tutti possano guardare i film senza limitazioni, pagando la metà o anche un terzo a seconda del tipo di abbonamento scelto.
Diventa quindi molto interessante un sito web che si propone per far incontrare persone che vogliono dividere il costo di un abbonamento, gestire i pagamenti e rendere semplice, anche tra persone sconosciute, la condivisione di un account su Netflix o su altri siti che funzionano in modo simile e non limitano l'uso di un account.

Si tratta di TogetherPrice, un sito italiano a cui vale la pena di iscriversi e registrare un account subito, visto che è gratuito.
Su TogetherPrice (di cui non sono partner e non sto facendo pubblicità pagata), è possibile quindi aggiungere un account di Netflix o di qualsiasi altro servizio online a pagamento che permette la condivisione e divisione delle spese (possibile solo con servizi che permettono di accedere contemporaneamente da più computer con lo stesso account) e lasciare che altri partecipino inviando i loro soldi.
Il pagamento viene gestito da TogetherPrice che richiede, a chi partecipa, un prezzo maggiorato della commissione che spetta a loro.
Se quindi c'è da dividere un costo di 10 Euro, può darsi che chi vuole aderire ad un'offerta di divisione della spesa debba pagare 4 Euro, dandone 3 per Netflix e 1 a TogetherPrice, ottenendo sempre, comunque, un netto risparmio.
Tra i servizi in abbonamento che è possibile condividere e dividere in TogetherPrice ci sono, oltre a Netflix e Spotify, anche Apple Music, Xbox, Office 365, Play Music.

Chi vuole condividere un account e richiedere la partecipazione alla spesa deve dimostrare un livello di Trust o fiducia che si ottiene collegando Facebook all'account, dando il numero di cellulare al sito e poi anche collegando un account Hype, che è un servizio di pagamenti online simile a Paypal

Oltre agli account di siti web, TogetherPrice può anche essere utilizzato per comprare software dividendo il costo, anche se sono disponibili solo tre programmi attualmente, ossia gli antivirus Bitdefender, Kaspersky e AVG.
Non ho capito, in questo caso, se vale davvero la pena comprare una licenza in questa maniera, ma sicuramente il prezzo è più basso con Together Price che con un normale acquisto.

Anche se non ho partecipato direttamente, ho potuto notare una buona interfaccia per fare domande e per richiedere assistenza, oltre a un sistema di fiducia che permette solo a persone che si sono rese riconoscibili e fidate di condividere gli account.
In questo modo sono scongiurate (credo) le truffe, che sarebbe anche inutile fare in un servizio di questo genere.
Il sito è piuttosto recente, quindi ancora non molto noto e non molto frequentato, ma siccome l'idea mi sembra valida e non rischiosa, confido che TogetherPrice possa rimanere online a funzionare per lungo tempo.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • Dante
    10/4/17

    Io ce l'ho da diversi mesi per condividere Spotify. Mi trovo bene e fino ad ora nessuna truffa, ma se dovesse accadere si può richiedere di essere rimborsati. Lo consiglio a tutti. Ciao e complimenti per l'articolo.

  • Gianluca Biondi
    19/4/17

    Ma sarà sicuro ?