Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Whatsapp Facebook Immagini Giochi

Quali servizi e app Google si possono disattivare su Android

Ultimo aggiornamento:
Quali applicazioni Google si possono disattivare o rimuovere o configurare per avere più privacy e durata della batteria
limitare servizi google Mentre è vero che Android è un sistema operativo open source, è vero anche che il suo sviluppo viene curato e mantenuto da Google, che ne è il proprietario.
Per questo motivo, pur lasciando la possibilità a tutti di poter realizzare una propria versione di Android, Google ha reso praticamente obbligatoria la presenza di alcune applicazioni proprietarie che sono presenti in quasi ogni smartphone e tablet Android.
Potrebbe essere interessante quindi sapere se è possibile disattivare le app Google o, se non fosse possibile rinunciarvi, almeno limitare i dati che trasferiscono in background consumando energia e batteria.
Il punto è che Google sfrutta le sue applicazioni, sempre rigorosamente tutte gratuite, per raccogliere dati che potranno essere utilizzati sia per fini pubblicitari, sia come base per il funzionamento dell'intelligenza artificiale a cui sta lavorando da tempo.
E' quindi quasi uno scambio o un baratto quello che vuole Google, che mette a disposizione, gratis, applicazioni potenti e utilissime chiedendo solo in cambio di consentire la raccolta di dati anonimi sul loro utilizzo.
Se quindi Google rende impossibile disattivare tutti i loro servizi su Android, ci sono modi, almeno, per limitare alcuni di loro senza pregiudicare il funzionamento del telefono ed, anzi, cercando benefici dal punto di vista della durata della batteria oltre che sul lato privacy limitando i dati condivisi.

LEGGI PRIMA: Come disattivare le applicazioni Android

1) Google Play Services (e Google Play Store)
Come già spiegato, Google Play Services è l'app che Google integra all'interno del sistema Android per gestire alcune funzioni di base, senza dare alcuna possibilità all'utente di poterla controllare.
Google Play Services viene usato da Google per aggiornare alcune funzioni dei telefoni senza passare per un aggiornamento di sistema e serve anche a coordinare il lavoro di tutte le app Google.
Non ci sono impostazioni di configurazione all'interno di Play Services che limitano la condivisione dei dati, l'unico modo per fare in modo che consumi meno traffico e meno battteria è di disattivare completamente la sincronizzazione dell'account Google (in Impostazioni > Account).

Disattivare Google Play Services (andando in Impostazioni -> Applicazioni), sarebbe possibile solo in pochi telefoni e porterebbe comunque, come conseguenza, alla rinuncia completa di tutte le app Google, compreso lo Store.
In realtà lo Store Google Play non si può dire sia indispensabile, perchè come visto ci sono delle alternative allo store Google per scaricare app Android, ma non è possibile rimuoverlo, cosi come non si può rimuovere Google Play Services (a meno che non si sblocca con root il telefono e si installa una ROM custom speciale).
Per disattivare lo Store Google basterebbe soltanto non accedervi col proprio account Google oppure resettarlo e non aprirlo più.
Per resettare lo store Google, andare in Impostazioni > Applicazioni, trovare il Google Play Store ed usare il pulsante che cancella tutti i dati e la cache.

2) Google Now o l'App di Google
L'app Google principale è ancora fondamentale per quasi ogni smartphone Android perchè include ora alcune funzioni base di sicurezza come anche la gestione dispositivi per localizzare il telefono se perso o rubato.
Inoltre l'app Google porta la barra di ricerca sullo schermo, la funzione Google Now, che è l'assistente intelligente per ricevere informazioni personalizzate ed anche l'assistente vocale che si richiama tramite OK Google.
Se queste funzioni non vengono mai utilizzate, vale la pena rimuoverle o disattivarle.
Su questo avevo già scritto una guida specifica, per disattivare Ok Google, schede Now e barra di ricerca su Android.
Anche l'app Google non si può rimuovere su quasi nessun telefono, anche se in alcuni può essere disabilitata nelle impostazioni > applicazioni

3) Google Maps
Google Maps è un'app fantastica e irrinunciabile, che comunque traccia i movimenti di tutti gli utenti anche quando non si utilizza l'applicazione.
Se non si vuole che questo accada, è possibile disattivare la cronologia delle posizioni di Google Maps.
Se non la si vuol proprio più utilizzare, l'app Google Maps, che se preinstallata non può essere rimossa, dovrebbe essere possibile almeno disattivarla su quasi ogni smartphone andando sempre in Impostazioni > Applicazioni

4) Google Calendario
Google Calendario è un'app preinstallata in quasi tutti gli smartphone che sa esattamente cosa stiamo facendo e quando.
Sulla maggior parte dei telefoni non si può disinstallare Google Calendario, ma è sempre possibile disattivarlo andando su Impostazioni > Applicazioni.
Dal menù Impostazioni > Account > Google è possibile disattivare la sincronizzazione dei dati del Calendario, se non viene utilizzato per ricevere allarmi e notifiche.

5) Google Foto
Google Foto è un'app salva telefono per tutti, perchè permette di fare il backup online di tutte le immagini e poterle quindi cancellare dalla memoria.
Sen on desiderata, si può disattivare questa funzione di backup nelle impostazioni dell'applicazione ed avere un certi risparmio di energia (anche se la sincronizzazione delle foto può essere configurata solo quando il telefono è in carica che è la miglior opzione).

6) Google Hangouts
Google Hangout, a meno di specifiche esigenze aziendali o lavorative, è sempre un'app da disattivare sugli smartphone Android, perchè ci sono alternative migliori.
In particolare, Whatsapp o Facebook per i messaggi (tanto per fare un paio di esempi), Skype o Whatsapp per le telefonate, Google SMS Android per gli SMS.

8) Google+
Anche Google+, che in alcuni smartphone viene preinstallata, si può disattivare tranquillamente se non utilizzata, andando in Impostazioni > Applicazioni.

9) Google Chrome
Il browser web predefinito sulla maggior parte dei dispositivi Android è Chrome che è molto vantaggioso se si utilizza Chrome anche su PC, per sincronizzare siti preferiti e password di accesso.
Chrome è però un browser piuttosto grosso e pesante, invasivo per i dati raccolti.
Chi ci tiene, può aprire il menu principale di Chrome, andare alla sezione Impostazioni > Privacy e disattivare tutte le opzioni, tra cui i suggerimenti per errori e l'invio di dati su arresti anomali e crash.
Si può, inoltre, attivare l'opzione "Non tenere traccia", per fare in modo che alcuni siti non possano tracciare la navigazione dell'utente.
Chrome è sicuramente un browser che consuma energia, se quindi si volesse un maggior risparmio di batteria sarebbe forse il caso di rinunciarvi ed installare uno dei browser alternativi per Android.

10) Google Drive
Drive è un'altra app super utile per Android, a volte anche preinstallata sui telefoni.
Drive non è solo uno spazio in cui salvare i file online, ma anche uno strumento automatico di backup per sincronizzare i dati delle applicazioni.
Il backup automatico è attivo per impostazione predefinita, ma può essere disattivato, dalle impostazioni di Drive (accessibili dal menu principale che compare premendo il tasto in alto a sinistra).
Oltre al backup dei dati, si può anche disattivare la sincronizzazione automatica dei file in modo che sia solo in wifi.

LEGGI ANCHE: Tutte le app Google per Android

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)