Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Rendere più veloce Android, cosa funziona e cosa no

Ultimo aggiornamento:
Cosa funziona e cosa no per rendere più veloce Android su ogni smartphone, sia quelli potenti che quelli economici
smartphone veloce Anche avendo uno smartphone Android di quelli costosi, può capitare che il cellulare, dopo un certo periodo di utilizzo, diventi più lento di prima.
Il problema, poi, raggiunge dimensioni frustranti quando si utilizza uno smartphone più economico o più vecchio, ossia uno che ha poca RAM.
Come per ogni computer, anche sullo smartphone ci sono delle operazioni di manutenzione da fare per mantenere le sue prestazioni elevate e, nello stesso tempo, specificatamente per i telefoni più deboli, ci sono delle opzioni da disattivare o attivare per alleggerire il sistema e l'impatto delle applicazioni in modo da rendere più veloce Android anche se c'è poca memoria o se il processore non è proprio di ultima generazione.
Tenere conto che le applicazioni preinstallate e le impostazioni di default di Android non sono sempre le migliori se la velocità diventa la priorità.
In questo articolo vediamo cosa veramente funziona per ottenere più velocità sugli smartphone Android ed anche cosa, invece, pur essendo segnalato da alcuni blog di tecnologia, non funziona o dà benefici trascurabili.

LEGGI ANCHE: Quanta RAM serve a uno smartphone?

Cosa funziona per rendere Android più veloce.

1) Scelta di app leggere da installare e usare.
La colpa di un cellulare lento sta tutta nelle applicazioni che sono installate.
Queste possono essere pesanti o, semplicemente, possono essere in troppe che rimangono in esecuzione in background mentre il telefono è acceso.
Tanto per cominciare, quindi, vale la pena esaminare quali app rimangono in background.
Abbiamo visto in un altro articolo come gestire le app attive in Android, processi e uso RAM del cellulare.
Sinteticamente si può vedere questo in Impostazioni > Memoria o in Impostazioni > Applicazioni.
In linea generale conviene sicuramente rimuovere tutte le app che non si usano mai, tutte le app che è possibile sostituire con il relativo sito web, gli antivirus e Facebook.
Rimuovere l'app Facebook su Android e accedere dal sito fa guadagnare almeno il 15% di velocità al cellulare e fa durare anche di più la batteria.

2) Ripulire dal schermata Home
Sugli smartphone con poca memoria e CPU più lento è importante non tenere troppi widget sulla schermata home.
I Widget, infatti, sono app che se messi sulla schermata home rimangono attive tutto il tempo occupando stabilmente memoria.
Inoltre, conviene non utilizzare gli sfondi animati.

3) Utilizzare un diverso Launcher
Il launcher è l'app che gestisce la schermata iniziale di uno smartphone Android e non è detto che quella preinstallata sia quella che rende il sistema più veloce.
Come visto in un altro articolo sempre aggiornato, ci sono moltissimi launcher per Android che è possibile provare, alcuni dei quali progettati apposta per essere essenziali, semplici e leggeri sugli smartphone meno potenti.

4) Cambiare browser
Solo su smartphone vecchi o limitati, non conviene utilizzare Chrome, che è il browser web predefinito di Android, ma è piuttosto pesante.
Nella pagina dove trovare i migliori browser Android è possibile provare quelli più leggeri, tra cui Opera e Puffin, che secondo alcuni test recenti sembra piuttosto ben performante.

5) Arrestare la sincronizzazione automatica per alcune app
Tutte le app Android come quelle dei social o delle notizie o del meteo scaricano dati in background a intervalli regolari e questo non solo consuma batteria, ma rellenta anche le prestazioni.
Conviene quindi rimuovere le app meno interessanti che usano la sincronizzazione automatica o disattivare questa sincronizzazione, che può essere fatto in vari modi.
Per alcune app, bisogna aprire le impostazioni e cercare se c'è l'opzione riguardante l'aggiornamento automatico delle informazioni, con a volte la possibilità di modificare l'intervallo.
Per esempio, per l'app Meteo, si può chiedere di aggiornarlo ogni 12 o 24 ore e non ogni ora.
Per molte altre, invece, si può andare in Impostazioni Android, alla sezione Account e poi toccare i vari account per vedere se è possibile disattivare la sincronizzazione automatica.
Questa opzione non è disponibile per tutti gli account, ma, per esempio, per l'account Google è possibile disattivare la sincronizzazione di dati che non servono, come Google Play Movie, Games, Books o Google+.

6) Riavviare il telefono ogni tanto
Il riavvio dello smartphone svuota la memoria, corregge gli errori e può far tornare veloce il dispositivo.
Non c'è bisogno di farlo ogni giorno, ma almeno una volta ogni 3 o 5 giorni si, soprattutto se Android diventa particolarmente lento, se il telefono sembra più caldo del normale o se la batteria si esaurisce più rapidamente.

7) Tenere sempre un po' di spazio libero nella memoria interna
Se uno smartphone Android ha la memoria piena, alcune app possono non funzionare più correttamente e le prestazioni generali calano vistosamente.
Rimando a un altro articolo sui trucchi per liberare spazio su Android

8) Disattivare le animazioni
Questo punto lo lascio tra le cose che funzionano per rendere Android più veloce anche se, in realtà, ha poco impatto reale.
Abbiamo spiegato già in un altro articolo come disattivare le animazioni in Android.

9) Installare una ROM diversa
Se si possiede uno smartphone vecchio il cui sistema Android è lento e non viene più aggiornato, vale la pena passare a una ROM diversa, ossia ad una versione di Android non ufficiale, che può essere però molto più ottimizzata.
In un altro articolo la guida per installare una ROM Custom Android.

Che cosa non funziona

1) Cancellare la cache delle app spesso
Abbiamo visto di recente come si cancella la cache delle applicazioni Android che può essere utile per risolvere errori o azzerare i dati.
Sicuramente, però, cancellare la cache delle app spesso non rende più veloce Android, anzi ha l'effetto opposto.
La cache viene creata proprio per non dover ricaricare da internet certi dati, quindi cancellare sempre questi dati costringe le app a ripetere i caricamenti sempre partendo da zero, mettendoci di più.

2) Usare i task killers, svuotare memoria, rimuovere le app dalla lista di quelle usate recentemente col pulsante del multitasking
Qualsiasi applicazione che dice di accelerare il telefono è una bufala ed i "task killer" o "ram booster" che liberano RAM in background non servono davvero a niente.
Android gestisce la RAM in modo intelligente e rimuove le app dalla memoria a quando altre app lo richiedono, in un processo semplice e fluido che non necessita di interventi.
Per la stessa ragione, non c'è bisogno di insistere a chiudere manualmente le app dal pulsante del multitasking.

LEGGI ANCHE: Tutti i modi per Liberare RAM su Android

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)