Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Programmi per masterizzare ISO su USB

Pubblicato il: 14 ottobre 2016 Aggiornato il:
4 migliori programmi per masterizzare, ossia copiare, un'immagine ISO su penna USB avviabile al boot del PC
masterizzare iso su penna usb Sono lontani i giorni in cui per installare Windows o qualsiasi altro sistema operativo bisognava per forza avere un disco CD o DVD.
I dischi DVD hanno infatti un costo, inoltre si rovinano facilmente, per non parlare del fatto che su molti PC, ormai, non esiste nemmeno più il lettore DVD ed i masterizzatore.
I sistemi operativi, oggi, si possono installare ed anche eseguire senza installazione utilizzando una banale chiavetta USB, che si carica automaticamente appena il computer si accende, usando uno di questi programmi per masterizzare la ISO su penna USB.
Ovviamente, come penso tutti avranno da obiettare, il termine "masterizzare" in questo articolo è assolutamente scorretto, ma serve soltanto a far capire come sia facile copiare un'immagine ISO, ossia il file di installazione di un sistema operativo come Windows, su una penna USB, se si utilizza uno di questi 4 strumento software per Windows che funzionano sia con le ISO di Windows 7, 8 e 10, sia con qualsiasi ISO di distribuzione Linux.

1) Rufus è, attualmente, il programmi migliore in assoluto per creare USB avviabili al boot del computer.
Usando Rufus basta solo selezionare il file ISO e la penna USB dove masterizzarla per ottenere una chiavetta USB che si comporta come un DVD.
Rufus supporta le immagini ISO di ogni versione Windows e Linux, e funziona anche con i bios UEFI.
Rufus è disponibile anche in versione portatile, in modo da poterlo utilizzare senza installazione da qualsiasi computer, per creare rapidamente unità USB avviabili.

2) WinToFlash è un altro programma gratuito che consente di creare rapidamente una penna USB per installare Windows.
A differenza Rufus, questo software può essere utilizzato solo per masterizzare ISO di Windows.
La cosa buona è che permette di creare unità USB avviabili con console di ripristino di Windows e bootloader di emergenza, diventando utilissimo quando il PC non si avvia più, per creare una penna USB per riparare un'installazione di Windows senza dover formattare.

3) UNetbootin è sempre stato il tool più popolare per masterizzare unità USB avviabili per installare Linux e Windows.
Il pregio principale di UNetbootin è che permette di scaricare l'ultima ISO di qualsiasi distribuzione Linux e quindi creare un supporto di avvio in modo immediato. Avevo parlato di questo programma nella guida su come installare una ISO Linux su penna USB

4) YUMI - Multiboot USB Creator è un programma per masterizzare sulla stessa chiavetta USB più sistemi operativi, in modo poi da scegliere quale avviare.
Questo è uno strumento perfetto per collezionare tool di ripristino, antivirus e altri strumenti che richiedono l'avvio al boot (in pratica che si caricano al posto di Windows).
Di Yumi avevo già parlato nella guida per installare più sistemi operativi in una penna USB ad avvio multiplo.

Con uno di questi programmi qualsiasi immagine ISO può essere copiata o trasferita su una penna USB in modo poi che, cambiando l'avvio del PC, si può caricare all'accensione del computer per eseguire un programma, installare Windows o Linux o per avviare una distribuzione live (ossia senza installazione).

Nota finale: Anche Microsoft fornisce anche una semplice applicazione chiamata Windows USB / DVD Download Tool che converte le immagini ISO in drive USB avviabili.
Si tratta però di un programma molto semplice e limitato che personalmente sconsiglio.

Per installare Windows 10, invece, Microsoft fornisce un tool di creazione della penna USB chiamato Media Creation Tool di cui parlo nella guida su come scaricare ogni versione di Windows gratis.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • rico
    16/10/16

    No, UNetbootin di base non scarica proprio l'ULTIMA distro disponibile di Linux, quello è meglio sempre farlo a parte.
    Però, per Ubuntu e derivate (es. LinuxMint), permette la persistenza, cioè fino a 4 GB di memoria in cui poter salvare su chiavetta le modifiche fatte, e poter provare il sistema "live" per diverse volte, prima di installarlo.