Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cosa fare dopo aggiornamento Windows 10 (update anniversario)

Pubblicato il: 5 agosto 2016 Aggiornato il:
10 cose da controllare e modificare dopo aver installato l'aggiornamento dell'anniversario in Windows 10
controlli da fare dopo update windows 10 Continuiamo con la rassegna di articoli dedicati all'aggiornamento di Agosto di Windows 10 che sta monopolizzando la settimana parlando delle impostazioni da modificare dopo aver installato l'update che, come visto, è molto grosso e pieno di novità.
Abbiamo quindi visto cos'è cambiato dopo l'update dell'anniversario, vediamo quali sono le cose da fare per aggiustare alcune nuove impostazioni in modo da ottimizzare l'uso delle risorse del computer, abilitare alcune nuove funzioni e disattivare quelle superflue.
In modo ultra sintetico, dopo l'installazione di Windows 10 1607 Anniversary Update, occorre fare i seguenti controlli / modifiche.

1) Controllare che tutto funzioni bene come prima
Windows 10 potrebbe aver disabilitato software rilevato come incompatibile.
Nel caso in cui qualche programma non dovesse più funzionare bene, provare a reinstallarlo oppure a cercare una nuova versione.
Se questo non risolvesse, tentare con lo strumento della "risoluzione problemi compatibilità programmi".
Nel caso di problemi che non sembra essere possibile risolvere oggi, conviene allora tornare alla build precedente e disinstallare l'anniversary update.
Questo si può fare in modo semplice dal menù Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Ripristino.
Tenere conto che questa opzioni sparisce dopo 10 giorni.

2) Controllare i programmi predefiniti per aprire i file
Se l'aggiornamento avesse cambiato la configurazione dei programmi predefiniti, controllare le impostazioni per reimpostare i programmi preferiti per aprire i file.
Andare quindi in Impostazioni dal menu Start e poi in Sistema > App Predefinite.

3) Controllare la configurazione su come vengono installati i futuri aggiornamenti
In particolare, andare in Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Update, andare su Opzioni Avanzate e poi cliccare su Scegli come vengono recapitati gli aggiornamenti.
In questa schermata, disattivare l'opzione degli Aggiornamenti da più posizioni.

4) Controllare le notifiche nel Centro operativo
Cliccare l'icona del centro operativo alla destra dell'orologio sul desktop per trovare le notifiche che possono avvertire di operazioni da completare.

5) Se è stato utilizzato l'assistente di aggiornamento Windows 10, può essere disinstallato ora andando in Pannello di Controllo > Programmi e funzionalità.

6) Controllare se la barra di ricerca e Cortana funzionano.
Se non funzionassero, aprire l'editor delle chiavi di registro al percorso:
HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Search
Controllare che i valori BingSearchEnabled e CortanaEnabled esistano e siano impostate su 1.
Viceversa, se non serve, si può disattivare Cortana in Windows 10.

7) Il browser Microsoft Edge è migliorato e supporta ora le estensioni che si possono cercare nello Store di Windows 10 (anche se sono poche fino adesso).
Da notare che nelle impostazioni avanzate di Edge è possibile ora cambiare la cartella dove vengono salvati i download di file

8) Controllare Windows Defender.
Questa è forse la prima cosa da fare dopo l'ultimo aggiornamento perchè l'antivirus Windows Defender è stato migliorato con la protezione cloud e le notifiche avanzate.
Per controllare tutte le opzioni, andare in Impostazioni > Aggiornamento e sicurezza > Windows Defender.
Tenere conto che ora non viene più disattivato automaticamente dopo aver installato un altro antivirus.
Si può disattivare Windows Defender in Windows 10 spegnendo la protezione in tempo reale nelle impostazioni.

9) Liberare spazio rimuovendo i file di installazione di Windows 10
Come spiegato, in questo modo si possono eliminare le cartelle Windows.old e $WINDOWS.~BT cancellando oltre 15 GB di spazio sul disco.

10) Controllare che sia attivo il ripristino configurazione di sistema.
L'aggiornamento e la nuova installazione potrebbero aver disattivato questo importante strumento di sicurezza.

LEGGI ANCHE: Prime opzioni da modificare in Windows 10

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
6 Commenti
  • xxx2010
    5/8/16

    Ciao Claudio dato che a me ancora non è arrivato l aggiornamento potrei volendo non aggiornarlo e tenermi la versione vecchia di Windows 10 che mi trovo alla grande? Cosa mi consigli? Un saluto

  • Claudio Pomes
    5/8/16

    Che non ti sia arrivato l'aggiornamento è piuttosto strano, probabilmente hai Windows Update fermo o non funzionante

  • kooma
    6/8/16

    Ciao Claudio, come ogni giorno mi dai consigli preziosi. Volevo chiedrti: io non posso più fare il ripristino perché sono passati più di 10 giorni, ma comunque non ne ho bisogno per ora. Avevo però fatto dei backup con la versione di prima di W.10. Se ne avessi bisogno, questo backup mi riporta alla versione vecchia? Grazie.

  • xxx2010
    7/8/16

    ma guarda claudio come ogni giorno controllo e mi da ora il dispositivo è aggiornato. Ultimo controllo: oggi, ‏‎12:03...io mantengo windows10 quello precedente poichè tutt'ora non ho l aggiornamento nuovo..ma va bene ugualmente

  • Claudio Pomes
    8/8/16

    i backup vecchi riportano alla vecchia si

  • kooma
    8/8/16

    Fatto. Tutto ok.