Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Tutti i modi per Liberare RAM su Android

Pubblicato il: 4 luglio 2016 Aggiornato il:
I veri trucchi per liberare RAM su Android senza usare app booster o task killer che non servono a niente
liberare ram android Se siete di fretta e volete subito passare avanti per sapere tutti i trucchi per liberare RAM su Android ed avere lo smartphone più veloce e scattante che mai, vi fermo subito, perchè dopo tutte le prove fatte, la soluzione finale è quella di non fare proprio nulla, se non qualche operazione di manutenzione base.
L'Android che viene installato in quasi ogni modello di smartphone che non è Apple è un sistema operativo molto diverso dal primo Windows XP che veniva installato sui PC ed ha una gestione della memoria che non può essere influenzata e migliorata tramite applicazioni esterne.
La RAM, che negli smartphone più potenti è di 4 GB o anche di 6 GB, ma che rimane sempre un limite grosso sui cellulari più economici, si libera da sola quando un'app la richiede e non c'è davvero alcun beneficio nell'utilizzo di un task manager da cui "uccidere" i processi attivi.
Men che meno è utile strisciare via le app dall'elenco delle app recenti come ho visto fare a molte persone che pensano così di liberare memoria.
Non solo non si libera memoria in questo modo, ma è completamente inutile svuotare l'elenco delle app recenti che è li soltanto per facilitare gli utenti nel trovare le applicazioni da aprire.

La RAM (Random Access Memory) è, su ogni computer e, quindi, anche sugli smartphone, una risorsa fondamentale che influenza le prestazioni più del processore.
Più RAM si ha su un computer, più si possono aprire programmi e applicazioni insieme senza subire rallentamenti.
Capita così che, se si tengono aperte più app utilizzandole tutte insieme simultaneamente, la memoria viene utilizzata tutta ed ogni operazione si ferma.
Se questo è assolutamente vero per uno smartphone e qualsiasi altro computer, non è invece vero, come si legge spesso su alcuni blog di tecnologia anche famosi, che su sistemi come Android la memoria RAM rimanga bloccata da applicazioni non in uso.
Quelle app che funzionano come dei task manager e che pretendono di liberare memoria sono quindi dei puri inganni fake perchè non c'è alcuna memoria RAM da recuperare da app che sono state chiuse e le app che si vanno ad aprire potranno sfruttare tutta la RAM disponibile in ogni caso.

In sostanza, avere tanta RAM disponibile su un cellulare Android è tutta una questione relativa al numero di applicazioni in esecuzione in quel momento.
Se ci sono tante app aperte, allora la RAM disponibile per le successive che si andranno ad usare sarà poca, mentre invece se ci sono poche app aperte sarà molta.
Se è vero che non si può fare niente per aumentare la RAM disponibile su Android, è altrettanto vero però che su un cellulare anche nuovo bisogna necessariamente disattivare le funzioni che non si utilizzano ed eliminare le app che non servono per evitare sprechi di memoria.
Riprendendo alcune delle cose già dette in articoli su come Ottimizzare Android e su come velocizzare Android vediamo che si può "liberare" RAM su un cellulare Android con queste importanti attività di manutenzione:

1) Disinstallare le app su Android inutilizzate (perchè spesso possono attivarsi in background), soprattutto le chat ed i servizi messenger.
Per quelle che non si disinstallano perchè integrate nel sistema, va bene anche solo disattivare le app preinstallate da Samsung, LG, HTC ecc.

2) Disattivare le funzioni non utilizzate dalle impostazioni di Android e dalle app
In particolare mi viene in mente di disattivare Ok Google e Google Now se non li si utilizza mai, disattivare Google Hangouts, disattivare i servizi di localizzazione delle varie applicazioni a cui non serve come Twitter.

3) Disinstallare l'app Facebook e usare Facebook da sito è stata per me una rivoluzione visto che Facebook è l'app più pesante che si può trovare (sarebbe da togliere anche l'app Messenger ma quella non si può sostituire in alcun modo)

4) Non usare widget estesi o sfondi in movimento

5) Disattivare le animazioni di Android (questo forse è l'unico vero trucco)

5) Installare un launcher più leggero di quello attuale, come Nova Launcher o Google Launcher.

In un altro articolo, la guida per verificare l'uso di memoria RAM e gestire le app attive su Android che è utile anche per risparmiare carica della batteria e trovare quali sono le app più pesanti che rimangono in esecuzione tutto il tempo.
Per quanto riguarda le app "booster" o "task killer", spero sia davvero chiaro che sono completamente inutili perchè, ripeto, non c'è alcuna memoria da liberare artificialmente sul sistema Android.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • rico
    4/7/16

    Del tutto d'accordo. Per chi non riesce a fare a meno del' app di facebook c'è facebook lite, sempre di FB ma scaricabile solo dal browser (nel play store italiano non è disponibile per motivi commerciali).
    Un passo ulteriore sarebbe limitare i processi in background (nelle opzioni sviluppatore), ma si resettano a "standard" al riavvio del telefono.

  • MichaelKun 52
    16/7/16

    ottima guida io tempo fa non usavo booster o killer ma utilizzavo l'app greenify sono andato a controllare la ram disponibile sono rimasto scioccato solo 50 mb non c'èrà nnt in background tanto che una volta disinstallata sono tornato ad avere almeno 180-220 mb eppure prima faceva bene il suo lavoro però quando ibernavo le app le terminava chiusura forzata quando le riaprivo ci impiegavano di più ad aprirsi e diventavano lente è un po scattose tanto che ho deciso di non usarla più