Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cambiare funzione ai tasti Home, indietro, app recenti e volume (Android)

Pubblicato il: 17 giugno 2016 Aggiornato il:
Su smartphone Samsung Galaxy e altri celulari Android si possono rimappare (senza root) i pulsanti fisici per cambiare funzione o scambiarli
cambiare pulsanti fisici android Se si cambia smartphone Android e si trova che i pulsanti in basso sono invertiti con quello per uscire a destra e quello per vedere le app recenti a sinistra oppure se si vuole scattare una foto semplicemente premendo uno dei tasti fisici del cellulare o se si vuol tenere un pulsante sempre pronto epr accendere e spegnere la torcia, è necessario rimappare i pulsante del telefono.
Questo si può fare utilizzando alcune applicazioni che possono cambiare funzione ai pulsanti fisici del telefono ed a quelli fissi touchscreen in basso, per fargli fare cose diverse rispetto quanto fanno in modalità predefinita.
Ci sono almeno tre applicazioni che permettono di scambiare i tasti del cellulare o rimappare la funzione di quelli fisici come quelli del volume, delle app recenti e quello per tornare indietro (senza root) e funzionano bene soprattutto sugli smartphone Samsung Galaxy.

LEGGI ANCHE: 30 app per migliorare Android, modificare e personalizzare il sistema

1) All in one Gestures è un'app che non centra quasi niente col suo nome, che funziona molto bene a cambiare le funzioni dei pulsanti base di Android.
Dall'app, alla quale è necessario dare permessi dalle impostazioni di accessibilità, è possibile abilitare la modifica dei tasti fisici o "hard Keys".
Si può quindi da una funzione ai tasti volume, se premuti una volta o due volte veloce.
Premendo sul + si può anche aggiungere alla lista il pulsante per tornare indietro (back) e quello per spegnere e accendere.
In particolare, si può trovare utile configurare la pressione lunga al tasto di back per uccidere un'app (kill app).
Dalla stessa app è possibile configurare un'azione al doppio tocco sulla barra di stato in alto (status bar), magari per far comparire i comandi veloci (quick toggles) o per spegnere lo schermo.
Si può anche abilitare la modalità immersiva per far sparire i tasti soft in basso e utilizzare, al loro posto, gesti col dito da sinistra, da destra, dal basso.
Su alcuni smartphone serve il root per poter usare la funzione delle app recenti e poter rimappare quel tasto, che con questa app non sembra possibile modificare.

2) Button Mapper di flar è un'altra applicazione che permette di cambiare funzione ai pulsanti del cellulare Android.
Questa applicazione si può scaricare accettando di partecipare al progetto beta in questa pagina.
Anche questa richiede di ottenere permessi nelle impostazioni di accessibilità del telefono, ma non richiede root.
Con Button Mapper si possono cambiare funzioni a tutti i pulsanti fisici ossia a quello del volume, quello home, quello per tornare indietro e quello delle app recenti.
L'unico appunto è che tranne i tasti volume, per rimappare gli altri è necessario spendere due Euro e sbloccare la versione Pro.
Si può possono però scambiare i tasti delle app recenti con quello indietro usando la relativa opzione di swap.
NOTA: In alcuni smartphone come il Nexus 5 queste opzioni non compaiono, se i pulsanti sono sullo schermo e non sono fisici.

3) Buttons remapper è un'altra app da utilizzare per cambiare funzione ai pulsanti fisici, per scambiare di posizione quello indietro e quello delle app recenti (utilissimo sui Samsung Galaxy), per aprire la fotocamera con un tocco dei tasti volume oppure per aprire qualsiasi app si voglia e assegnare azioni al doppio tocco o la lunga pressione su uno dei pulsanti.

4) App per personalizzare la barra di navigazione e cambiare colore

LEGGI ANCHE: Usare i tasti volume su Android per scattare foto, telefonare o fare altro

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • realista
    20/6/16

    oppure con il modulo gravity box ( di xposed framework) si posson far le stesse cose :)

  • Claudio Pomes
    20/6/16

    per quello serve il root però