Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Nuovo Ubuntu 16.04 rilancia Linux come sistema per PC

Pubblicato il: 22 aprile 2016 Aggiornato il:
Disponibile la nuova versione Linux Ubuntu 16.04 con tanti cambiamenti e novità importanti per utenti e sviluppatori
ubuntu nuovo Se c'era chi pensava che Linux fosse ormai morto o in decadenza deve immediatamente cambiare idea e provare l'ultima versione di Ubuntu, la distro Linux più popolare del mondo.
Ubuntu uscì nella sua prima versione nel 2004 e da allora ha cambiato completamente il volto di Linux facendolo diventare un sistema non solo per esperti di informatica, ma per tutti, per l'uso quotidiano anche a casa.

Ubuntu, sistema operativo open source il cui sviluppo è curato, dall'azienda Canonical, è la distribuzione Linux che prima di tutti ha cercato di rendersi simile a Windows e Mac in termini di facilità d'uso.
Nello stesso tempo, proprio per questa sua caratteristica, che ha sicuramente avvicinato più persone a Linux di quanto abbiano potuto fare tutte le altre distribuzioni, è poco amato dagli utenti Linux più esperti.
La nuova versione uscita in questi giorni di questo sistema operativo Linux, precisamente Ubuntu 16.04 LTS "Xenial Xerus", dovrebbe invece mettere d'accordo tutti e fare felice sia chi vuole un sistema operativo più divertente su cui smanettare, sia chi lo vuole facile e immediato come lo sono Windows e OS X.
Questa nuova versione di Ubuntu, secondo gli esperti, ha il potenziale per rilanciare Linux come sistema operativo su PC e segnare un punto di svolta per gli sviluppatori di programmi.

Ubuntu 16.04 è un aggiornamento molto grosso per la distribuzione Linux più usata al mondo, con una gran quantità di miglioramenti e cambiamenti che migliorano l'usabilità del computer per ogni utente, promuovendosi anche come nuova piattaforma per gli sviluppatori di applicazioni.

Tecnicamente, Ubuntu 16.04 è basato su nuovo kernel Linux 4.4 LTS, con supporto migliorato per i processori Intel Skylake, support per piattaforma TPM 2.0 e il supporto per il filesystem ZFS, molto utilizzato dai sistemisti (non da utenti comuni).

Quello che più ci interessa, parlando da utenti normali e non sviluppatori o sistemisti, sono i cambiamenti lato desktop.
La nuova versione del desktop di Ubuntu, chiamata Unity (7.4), possiamo notare diverse novità:
- Si può spostare il Launcher Unity sul fondo dello schermo mettendolo in orizzontale come avviene in Windows e non tenerlo per forza verticale di lato.
Per farlo, il modo più facile, è aprire una finestra del terminale e digitare il seguente comando:
gsettings set com.canonical.Unity.Launcher launcher-position Bottom
Per tornare con la barra sul lato sinistro digitare invece il comando:
gsettings set com.canonical.Unity.Launcher launcher-position Left

- La Dash di Unity, ossia la finestra di elementi che compare premendo il tasto Home del launcher oppure premendo il tasto Windows sulla tastiera, ha ricevuto diversi miglioramenti.
Ci sono nuove barre scorrimento, sono presenti le opzioni per spegnere, riavviare e scollegarsi dal computer e le ricerche online sono disattivate per impostazione predefinita.
Quest'ultima modifica è il risultato di alcune critiche mosse dalla comunità di utenti Ubuntu che erano molto scontente del fatto che quello che veniva cercato sul computer fosse trasmesso online.

- Altri piccoli cambiamenti di interfaccia sono:
Le icone dei programmi appaiono sul launcher anche durante il caricamento delle applicazioni.
I temi grafici sono migliorati esteticamente.
I Menu delle App possono essere impostati per essere sempre visualizzati.
Anche il pulsante per cambiare desktop ha una sua quicklist.
E' possibile formattare un'unità esterna dalla sua quicklist

- Il Software Center, da sempre un punto dolente di Ubuntu, è stato anch'esso migliorato, anzi rimosso completamente.
In 16.04 infatti l'Ubuntu Software Center viene sostituito con GNOME Software che può essere utilizzato anche per fare aggiornamenti di BIOS e firmware UEFI.
GNOME Software garantisce maggiore stabilità rispetto il precendente Ubuntu Software Center ed è decisamente più organizzato, più pulito e quindi più facile da usare.

- Per coloro che usano molto il terminale a riga di comando, invece di APT-Get si può usare ora solo "apt" per fare le stesse cose.
Si tratta semplicemente di un modo per abbreviare uno dei comandi più usati su Linux Ubuntu.

Oltre a tutto questo, Ubuntu 16.04 introduce una nuova soluzione di gestione dei pacchetti chiamata Snap.
Questa novità è molto importante per gli sviluppatori che possono ora distribuire l'ultima versione delle loro applicazioni più facilmente e fare in modo che esse siano isolate dal sistema per non dare problemi di sicurezza e stabilità.
In parole povere per gli utenti c'è un miglioramento del modo in cui le app si aggiornano, la possibilità di usare le nuove versioni sopra le precedenti e la convenienza di avere i programmi aggiornati in minor tempo rispetto a prima.
Questo è un cambiamento importante per Ubuntu che può ora attirare l'attenzione di un maggior numero di sviluppatori software.

Chi vuole provare Ubuntu per la prima volta, può scaricare Ubuntu 16.04 dal sito ufficiale, copiarlo su un DVD o su una penna USB e provarlo anche senza installazione su qualsiasi PC Windows.
Sul sito di Ubuntu ci sono le guide per installare Ubuntu su penna USB e per provare Ubuntu anche solo per curiosità, ossia senza installarlo e senza toccare il disco dove si trova Windows.
Chi deve aggiornare, può andare, come ben saprà, in Aggiornamenti software e scaricare da lì la nuova versione di Ubuntu.
Dopo l'installazione, controllare che le impostazioni di lingua italiana siano corrette e complete e controllare che siano scaricati i driver (con lo strumento incluso in Ubuntu "Driver Aggiuntivi").

LEGGI ANCHE: Migliori programmi per Linux Ubuntu

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)