Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Scoprire chi ci ha bloccato su Whatsapp

Pubblicato il: 21 marzo 2016 Aggiornato il:
Come si fa a scoprire se un contatto sci ha bloccato su Whatsapp impedendoci si potergli inviare messaggi
Scopri se sei stato bloccato whatsapp Essendo ormai diventata l'app più utilizzata per scambiare messaggi con gli amici, è naturale che sia anche uno strumento delicato, un contenitore di informazioni e dati intimi e personali e un mezzo con cui si può essere contattati da chiunque.
Proprio per questo c'è la possibilità di bloccare contatti sgraditi su Whatsapp per evitare che essi possano scriverci o vedere che siamo online.
Essendo così semplice bloccare una persona su Whatsapp, può essere interessante sapere quali sono gli effetti di questa azione e come si possa aggirare, nel senso di controllare se qualcuno ci ha bloccato e non può leggere i nostri messaggi.
Ovviamente non c'è una simile opzione automatica per sapere chi ci ha bloccato in Whatsapp, ma sapendo quali effetti provocano le varie impostazioni di privacy di Whatsapp e facendo alcuni test sulla persona che non ci risponde più ai messaggi, si può però avere una ragionevole certezza che siamo stati bloccati su Whatsapp.

1) Controllare l'ultimo accesso
Quando un contatto ci blocca su WhatsApp non saremo più in grado di vedere l'ultima volta che è stato online.
Se quindi non si può più vedere quando quella persona si è collegato alla chat di Whatsapp l'ultima volta, può darsi che ci abbia bloccato oppure che abbia usato l'opzione per nascondere l'ultima volta online.
In sostanza, questo controllo non ci dà alcuna certezza, ma rimane un punto di partenza. quindi questo non è una fideiussione che vi è stato bloccato.

2) Inviare un messaggio
Inviando un messaggio al contatto che si pensa possa averci bloccata, c'è ancora un'altra prova da fare.
Si può infatti vedere se viene sul nostro messaggio compare un segno di spunta doppio che identifica la ricezione di un messaggio sull'altro cellulare, prova del fatto che non siamo stati bloccati.
Se ogni messaggio che inviamo avesse una sola V accanto, può darsi che siamo stati bloccati e il nostro numero è in lista nera.
Il problema di questo test è che c'è un trucco per leggere i messaggi senza farsi vedere online ed anche senza far comparire all'altra persona il doppio segno di spunta.
Se però siamo già a due indizi soddisfatti, abbiamo sicuramente più di un sospetto.

3) Controllare se ci sono cambiamenti di stato o immagine nel profilo
Un altro indizio può essere quello di un contatto che se prima cambiava spesso immagine o stato del profilo, ora rimane sempre con gli stessi.
Questo stato di immobilismo può essere normale per molte persone, ma può risultare strano per altre a cui piace cambiare foto o scrivere spesso messaggi di stato.
Se si viene bloccati, non si vedrà il cambiamento dell'immagine del profilo e nemmeno il nuovo stato.
Tenere conto però che WhatsApp ha un'opzione per nascondere le immagini e gli stati del profilo anche agli amici.
Questo è quindi un indizio molto debole, a meno che non si abbia un amico in comune.
Grazie a questo amico si può facilmente scoprire se l'immagine del profilo o lo stato è cambiato per lui ma non per noi.

4) Fare una chiamata con Whatsapp
Provando a telefonare tramite Whatsapp a una persona, se questo non risponde mai, può darsi che siamo stati bloccati.
Se un contatto ci ha bloccato, infatti, non riceverà alcuna notifica di chiamata.
Certamente può anche darsi che questa persona non voglia mai risponderci oppure che questa persona finisca col bloccarci proprio a causa delle continue, fastidiose, prove di chiamata che facciamo.
Inoltre se questa persona rispondesse, bisogna anche essere pronti a dire qualcosa per non fare la figura dei codardi.

5) Provare ad aggiungere il contatto a un gruppo
Se si ritiene che un contatto ci ha bloccato, si può creare un gruppo finto, con un titolo insospettabile e provare ad aggiungerlo.
Se siamo stati bloccati, si riceverà un messaggio automatico con scritto "Impossibile aggiungere il contatto" o "aggiunta fallita".
L'inconveniente qui è che se non siamo stati bloccati bisognerà poi giustificare l'aggiunta a questo gruppo e inventarsi quindi una scusa o qualcosa del genere.

Alla fine quindi, riepilogando, per sapere se siamo stati bloccati su Whatsapp da una persona, si possono fare i seguenti controlli:
- Se non si vede l'ora e il giorno dell'ultima volta online per un contatto;
- Se i messaggi a lui inviati non sembrano essere ricevuti perchè manca la doppia spunta di notifica; saranno consegnati al destinatario;
– Se non si vedono cambiamenti di stato e nella foto profilo;
Si può quindi provare a fare una chiamata e, se non risponde nessuno, andare alla prova del 9 con l'aggiunta a un gruppo, che ci dirà definitivamente se questa persona ci ha veramente bloccati dalla sua chat.

LEGGI ANCHE: Whatsapp: Trucchi e segreti della chat su Android e iPhone

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • F.M.
    22/3/16

    La cosa più evidente è che scompare la foto del profilo diventando bianca.

  • MauriUD
    22/3/16

    Riguardo il punto 3, sul NON cambiamento dell'immagnine... Forse mi sbaglio ma a me risulta che se una persona mi blocca, SPARISCE QUALSIASI IMMAGINE, se non quella di "default" (una sagoma umana grigia)... Se invece tra i nostri contatti avevamo impostato la foto del nostro amico e non solo il numero, al posto dell'immagine scelta da questo su Whatsapp, apparirà la foto che abbiamo in rubrica...