Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Quali Font per risparmiare nella stampa di documenti

Pubblicato il: 11 marzo 2016 Aggiornato il:
Quali sono i font più ottimizzati per stampare con meno inchiostro e fogli e spendere meno soldi nelle stampe di documenti
risparmiare stampa Quando si scrive un documento con un programma come Word o come LibreOffice è molto importante la scelta del tipo di carattere da utilizzare e la sua dimensione.
Nel caso sia necessario stampare quel documento, sia a casa sia soprattutto in ufficio, si potrebbero spendere molti soldi in più o in meno a seconda del tipo di carattere o font utilizzato per scrivere i documenti.
Pensando a un documento di 100 pagine (se è una sola pagina è ininfluente) scritto con un tipo di carattere molto pesante e magari anche largo, la spesa della stampa sarà anche superiore al 30% rispetto allo stesso documento scritto con un carattere più leggero e che occupi meno pagine (a parità di margini e di altre impostazioni di spazio).
E' quindi interessante scoprire i risultati di alcuni test che hanno misurato il consumo di inchiostro e di fogli per la stampa di documenti scritti con diversi font o caratteri, trovando come alcuni siano più ottimizzati di altri.

In sostanza, per risparmiare sulla stampa, secondo varie ricerche studi e verifhce, il carattere predefinito Arial non è assolutamente da utilizzare.
Il migliore per spendere meno con la stampante sarebbe il Garamond (notizia sole24ore).
Ho usato il condizionale perchè, in realtà, il Garamond, che non è esattamente il più popolare e moderno dei caratteri di scrittura, ha una dimensione molto ristretta.
Se quindi non si vuole stampare un carattere troppo piccolo, sarebbe necessario, se si utilizza il Garamond, aumentare la sua dimensione (significa che un documento scritto con carattere Arial a dimensione 12 è più grande rispetto uno Garamond con la stessa dimensione quindi è normale che si risparmi inchiostro).
Un altro problema è che in programmi come LibreOffice il font Garamond non è presente e va scaricato e installato a parte.
Bisogna anche considerare che come carattere non è il più apprezzato e moderno che si può trovare, quindi forse sarebbe meglio trovare un'alternativa.

Per avere un compromesso giusto sia in termini di fogli da stampare, per non consumare troppo inchiostro ed anche per avere un font elegante e leggibile da qualsiasi programma di scrittura su ogni computer o PC, il carattere migliore da usare è il Times New Roman, leggero e abbastanza compatto.
Non a caso il Times New Roman è il carattere predefinito di molti programmi di scrittura ed uno dei più utilizzati al mondo.

Se si volesse mantenere un po' più di originalità, per non usare l'onnipresente Times New Roman, c'è un'alternativa moderna che fa risparmiare e rimane comunque un carattere apprezzato a livello anche professionale: il Calibri, piccolino forse, ma molto ben definito.
Da trascurare, nonostante i buoni risultati in termini di stampa, è il Courier, quello delle vecchie macchine da scrivere, davvero antiquato.

Nei vari test (vedi qui e qui) che ho trovato viene anche apprezzato il Century Gothic, che però ha una dimensione più grande rispetto il Calibri e il Times New Roman.

Da non utilizzare più invece per stampare lunghi documenti sono alcuni caratteri molto popolari come Arial (il quale però è il font più usato e preferito per i Curriculum Vitae), il pesante Verdana e poi altri che andrebbero cancellati da ogni computer come il Comic Sans e Impact che piacciono tanto ai bambini.

Per finire, come già scritto in una guida generale, per risparmiare al massimo inchiostro e cartucce della stampante, il carattere migliore per scrivere documenti è Ecofont sviluppato e venduto dall'azienda olandese Spranq.
Si tratta di un tipo scrittura caratterizzato da minuscoli fori all'interno delle lettere che fanno risparmiare moltissimo inchiostro rimanendo comunque ben leggibile.
Si può provare questo font nella sua versione gratuita Ecofont Vera Sans regular.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • kooma
    11/3/16

    A me piace molto il Comic Sans e lo uso come predefinito....pur non essendo esattamente un bambino....che ci vuoi fare?

  • Claudio Pomes
    11/3/16

    a chi non piace? solo che non è professionale e nemmeno efficiente sulla stampa

  • rico
    14/3/16

    Il "Calibri" è ottimo, ma non sottovalutare i caratteri "condensed", perfino l'impact: permettendo di scrivere un foglio al posto di due, risparmiano sia carta che inchiostro.

  • Claudio Pomes
    14/3/16

    Oggi se ti presenti in un ufficio con un documento scritto in Impact te lo tirano dietro in tutto il mondo