Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Differenze tra formati di file Word Excel e Powerpoint

Pubblicato il: 18 febbraio 2016 Aggiornato il:
Lista dei principali formati di documenti digitali e differenze tra file Office Word Escel e Powerpoint come DOC, DOCX, ODT, RTF, WPS, XLS, PPT e altri
differenze doc docx dot dotm odt I documenti digitali, ossia quelli creati con il computer, differiscono tra loro in base al formato di file e in base al programma utilizzato per scriverli.
Quando si salva un nuovo documento di testo con un programma come Microsoft Word, si può scegliere tra diversi formati di file.
La scelta è importante perchè se questo documento sarà poi inviato a un'altra persona bisogna essere sicuri che questi lo possa aprire col suo programma di scrittura, che può essere Microsoft Word oppure anche un altro.
Di seguito, vediamo i formati più comuni utilizzati dai documenti digitali ossia i tipi di file che si possono generare e creare da un programma di videoscrittura come Word, LibreOffice Writer, Google Docs o altri.
Lo stesso tipo di distinzione vale anche per i formati di file di fogli di calcolo come quelli creati con Excel e le presentazioni come quelle create con Powerpoint.

LEGGI ANCHE: Lista dei programmi alternativi a Microsoft Office

1) .DOCX .XLSX .PPTX
Allo stato attuale, il .docx è il formato di file predefinito di Microsoft Word, introdotto a partire dalla versione Office 2007.
Al momento della sua uscita ha creato non pochi problemi a chi utilizzava Office 2003 o versioni di Word precedenti che non potevano aprire i file docx senza installare un plugin aggiuntivo.
Ricordo infatti che nel 2008, la guida su come aprire file Docx con Office 2003 era diventato l'articolo più cercato di questo blog.
Il formato Docx è molto diverso rispetto al .doc, perchè si tratta di un file archivio compresso basato su XML (Extensible Markup Language) e tecnologie di compressione zip.
Si può infatti provare ad aprire un file Cox con programmi come 7Zip o Winzip per vedere come il contenuto fatto di tanti file xml si possa estrarre in una cartella.
I file Docx, essendo compressi, sono molto più piccoli rispetto ai file doc.
Inoltre, siccome si tratta di un insieme di file xml, nel caso il file docx venisse danneggiato, è ancora possibile recuperare parte del suo contenuto.
Lo stesso discorso vale anche per i file creati con Excel, .XLSX e con Powerpoint, .PPTX .

2) .DOC .XLS .PPT
Il .Doc è il predecessore del formato .docx, che ancora oggi è molto usato anche se non dovrebbe essere più lo standard predefinito di salvataggio dei programmi come Word.
Le ultime versioni di Office e di altri programmi come LibreOffice consentono di salvare i file in questo formato che rimane quindi popolare e che mette al sicuro da eventuali incompatibilità.
Diciamo che, se si vuol essere sicuri che chi riceve un documento lo possa leggere senza problemi, allora è meglio inviarlo con formato .DOC e non .DOCX.

3) .DOCM .XLSM .PPTM
Il file DOCM è descritto come un "documento di Word macro-enabled".
I formati con la M sono nati con Office 2007 e sono comprensivi di Macro ossia di automatismi.
Se si vuole che la macro interna al documento o al foglio di calcolo o alla presentazione funzioni, allora bisogna salvare quel file come DOCM, XLSM o PPTM.
Se si riceve un file di questo tipo via email, non aprirlo mai prima di averlo controllato con un antivirus perchè le macro possono contenere virus anche molto potenti.

4) .DOTX .XLTX .POTX
Il formato "x" di documenti Word, Powerpoint ed Excel è un formato di file più recente che serve come un modello per mantenere un aspetto coerente tra documenti diversi.
Praticamente, se si sta creando un documento e si prevede di doverne fare altri simili, lo si può salvare anche in formato DOTX in modo che poi si potrà partire da questo per scriverne un altro con lo stesso modello.

5) .DOT .XLT .POT
Il predecessore dei formati come il dotx, è un modello per altri documenti scritti con Office 2003.

6) .DOTM .XLTM .POTM
Come i formati X (dotx), questo formato è apparso con il rilascio di Office 2007.
La "m" alla fine indica che il modello supporta l'attivazione di macro.
Questo tipo di file viene usato solo in contesti aziendali.

7) .ODT .ODS .ODP
ODT sta per OpenDocument Text ed è il formato standard open source dei documenti di testo.
Ciò significa che la maggior parte, se non tutti, dei programmi per scrivere (compreso Microsoft Word) dovrebbero poterli aprire.
Un documento salvato in questo formato con Office deve apparire identico in OpenOffice, in LibreOffice ed in qualsiasi altro programma.
Come l'ultima generazione di formati di file Office, si basa su XML.
ODS ODS (OpenDocument Spreadsheet) è l'equivalente di un file Excel mentre ODP (OpenDocument Presentation) di un file Powerpoint.

8) .ABW
ABW è il formato di un file creato col programma AbiWord e non si riesce ad aprire con Word.

9) .WPS
il formato WPS è quello dei file creati con il vecchio programma Microsoft Works che fino a qualche anno fa era preinstallato gratuitamente nei PC Windows.
I file WPS si possono aprire con Word o con LibreOffice senza problemi.

10) .RTF (Rich Text Format)
RTF è il formato universale dei documenti digitali, quello che può essere aperto con qualsiasi programma.
Un file RTF si può addirittura aprire con il programma Wordpad incluso in Windows e gratuito, anche se si può perdere parte della formattazione.
Il formato RTF inoltre non può contenere MACRO (ed è pertanto anche un file sicuro e sempre privo di virus).

11) XLSB (Binary File Format Excel)
Questo è un formato Excel che permette di comprimere i file fino anche al 75%

LEGGI ANCHE: 8 Modi di scaricare Microsoft Word gratis (alternative)

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)