Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

10 Trucchi per risparmiare batteria Android

Pubblicato il: 16 febbraio 2016 Aggiornato il:
10 trucchi, configurazioni e opzioni di Android per risparmiare batteria dello smartphone e conservare carica
risparmiare batteria android In ogni computer il sistema operativo si evolve, aggiunge funzioni, si ottimizza e consuma più o meno energia a seconda della sua configurazione.
Su uno smartphone Android, il consumo di energia è fondamentale per risparmiare batteria e fare in modo che i consumo di carica non sia troppo veloce.
Per estendere la durata della batteria e conservare più carica possibile durante la giornata ci sono alcuni trucchi e configurazioni di Android piuttosto efficaci che possono permettere un risparmio anche del 20% o 30% senza dover rinunciare a nulla.

1) Ottimizzazione automatica batteria (Doze)
Doze è una funzione introdotta in Android 6 Marshmallow, che funziona in modo automaticamente per fare in modo che le app, quando lo schermo del cellulare è spento, siano messe in modalità di risparmio energetico anche se rimangono attive in background.
Senza Doze, un dispositivo Android può consumare il 12% o il 15% di batteria in più durante la notte se rimane acceso.
Chi ha uno smartphone con Android 6 può attivare l'ottimizzazione batteria nel menu impostazioni batteria mentre chi ha un cellulare Android con versione precedente alla 6 può installare l'app Doze per avere più o meno la stessa ottimizzazione.

2) Disattivare la luminosità adattiva
In Impostazioni > Display, si dovrebbe trovare in quasi ogni smartphone (manca in quelli senza sensore di luce) la funzione della luminosità automatica che viene regolata automaticamente dal sistema a seconda dell'ambiente esterno, se c'è luce o buio.
Il problema è che l'uso del sensore consuma energia quindi, il trucco è, contrariamente a quanto si poteva pensare, di disattivare questa funzione e lasciare un livello di luminosità sempre medio basso fa risparmiare batteria.

3) Abbassare il timeout dello schermo
Ancora nelle impostazioni dello schermo, bisogna anche abbassare il tempo di inattività trascorso il quale lo schermo si spegne da solo.
Se si lascia impostato un tempo di un minuto per il timeout e si controlla il cellulare 20 o 30 volte al giorno, la batteria si scaricherà rapidamente perchè ogni volta lo schermo rimane acceso un minuto
In genere conviene impostarlo sui 30 secondi o, se possibile, anche abbassarlo a 15 secondi.

4) Disattivare le funzioni non utilizzate
Se non si utilizza il bluetooth, disattivarlo, così come il gps, la localizzazione, la rotazione automatica, i gesti, NFC e qualsiasi altra funzione inutilizzata.

5) Disattivare le vibrazioni e il feedback tattile
Lo squillo con vibrazione è una roba antica ormai, che funzionava bene con i vecchi telefoni.
Oggi è solo uno spreco di batteria perchè sugli smartphone la vibrazione è molto meno forte di quanto lo era nei vecchi Nokia e soprattutto se il cellulare viene tenuto sempre in borsa.
Il feedback tattile invece è utile per chi ha bisogno di fare pratica con la tastiera touchscreen, ma può essere disattivato una volta che ci si abitua a usarla.
Le vibrazioni per le chiamate si possono disattivare in Impostazioni > Audio e notifiche.
Il feedback tattile si può invece disattivare da Impostazioni > Audio e notifiche > Altri suoni per disabilitare l'opzione "vibra alla pressione".

6) Pochi Widget
Su ogni smartphone Android la quantità di widget sulla schermata principale è determinante per la durata della batteria.
Più widget ci sono, più il telefono tiene attive applicazioni che consumano batteria.

7) Evitare aggiornamenti automatici delle app
Se si lascia che il telefono aggiorni le app automaticamente, le varie installazioni faranno scaricare batteria nei momenti in cui sono disponibili, anche quando magari ci servirebbe il telefono più carico possibile.
Come già visto nella guida per aggiornare app Android, conviene evitare nelle opzioni del Play Store, gli aggiornamenti automatici, lasciando invece attivo il controllo e le notifiche di nuove versioni.

8) Eliminare le app Facebook e Facebook Messenger
A meno che non sia veramente necessario, si può eliminare l'app Facebook di Android e accedere dal sito che, includendo anche la funzione messaggi, è in grado anche di sostituire l'app Facebook Messenger.
E' stato stimato un guadagno di carica della batteria dal 10% al 20% solo eliminando Facebook.

9) Controllare quali app usano troppa batteria
In Android, aprire le Impostazioni > Batteria e controllare l'elenco delle applicazioni o funzioni che hanno consumato più batteria.
Nel caso si notassero app o giochi che non si stavano usando durante il giorno, allora converrà rimuoverle o aprirle e controllare che nelle impostazioni non sia attiva qualche funzione particolare.
Per esempio, una volta ho scoperto che l'app Twitter stava uccidendo la batteria per colpa della sua funziona di localizzazione che è bastato disattivare per risolvere il problema.

10) Manutenzione corretta della batteria
In un altro articolo su come conservare carica nelle batterie di cellulari e computer avevo spiegato tre trucchi fondamentali e da conoscere per non rovinare una batteria o rendere meno duratura la sua carica:
- Non scaricare quasi mai la batteria completamente.
- Troppo freddo e troppo caldo rovinano la batteria.
- Tenere una batteria scarica per troppo tempo la rovina.

LEGGI ANCHE: Prolungare la durata della batteria Android al massimo

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)