Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Chi vuole lo smartphone migliore deve comprarne uno cinese

Pubblicato il: 18 dicembre 2015 Aggiornato il:
Principali motivi per cui oggi gli smartphone cinesi sono i migliori sul mercato e vale la pena comprarli
i migliori smartphone sono cinesi Quando si vuol comprare un nuovo telefono Android o uno smartphone che non costi tanto come l'iPhone, ci sono tantissime alternative.
La maggior parte delle persone va al centro commerciale e compra, quasi sempre, un modello di medio o basso livello della Samsung, facendo un grosso errore.
Purtroppo negli scaffali dei centri commerciali Samsung la fa da padrona in Italia quindi è anche difficile evitarla, ma rimane il fatto che, a meno di non comprare il top di gamma della Samsung, tutti gli altri smartphone a basso costo sono quasi spazzatura.
I problemi degli smartphone sottocosto delle principali marche conosciute infatti soffrono di problemi vari come un sistema non aggiornato, poca memoria RAM, poco spazio interno per memorizzare file e fotocamera scadente.
Abbiamo visto in un altro articolo come Ottimizzare un telefono Samsung economico (Android) proprio cercando di far fronte a questi problemi.
Quanto detto per la Samsung è vero anche per tutti gli smartphone a basso prezzo di marche come LG, HTC o equivalenti.

Nello stesso tempo, chi compra Samsung o altri telefoni di marche sconosciute, fa un altro grosso errore, quello di diffidare dalle marche cinesi per tutta una serie di motivi che potevano essere condivisibili solo fino a qualche anno fa.

Per cominciare, chi non vuole uno smartphone cinese perchè il "Made in China" è indice di scarsa qualità, dovrebbe ripensarci immediatamente, visto che tutti gli smartphone oggi sono "Made in China".
Forse a qualcuno può venire un colpo sapere che persino l'iPhone di Apple è prodotto in Cina, anche se le specifiche sono dettate dalla casa madre americana.
Allora il problema può stare nella sfiducia riguardo le aziende di elettronica cinese, che soffrono di una cattiva reputazione dando sempre prodotti a basso costo e di scarsa qualità.
Questa percezione può sicuramente essere giustificata e reale, anche se le cose sono cambiate negli ultimi anni grazie ad alcune eccellenze che sono ormai diventate multinazionali.
Per fare un esempio, l'azienda che produce lo smartphone OnePlus, con i suoi modelli OnePlus One, OnePlus 2 e OnePlus X ha ottenuto le migliori recensioni da parte delle riviste tecniche di tutto il mondo tanto da diventare il cellulare preferito degli appassionati di tecnologia e degli smanettoni più incalliti.
OnePlus una società cinese che non si può davvero definire di "bassa qualità".

L'altra grande questione sollevata contro i telefoni cinesi è che essi non sono altro che imitazioni a basso costo.
Anche questa percezione era vera fino a qualche anno fa, quando dalla Cina spuntavano gli HiPhone.
Inizialmente, fino almeno due anni fa, i produttori di smartphone cinesi hanno spudoratamente copiato la forma e l'estetica dei cellulari più popolari e sfruttando la disponibilità di un sistema operativo aperto e modificabile come Android, riuscivano a copiare un iPhone quasi perfettamente.
Ancora oggi si trovano queste imitazioni, soprattutto negli store come MyeFox, che sono effettivamente robaccia.
Oltre alle imitazioni però ci sono anche smartphone innovativi realizzate da società cinesi che davvero non hanno nulla da invidiare ad Apple.
Per esempio, L'Oppo N1, lanciato nel 2013, può essere ricordato per essere stato il primo smartphone con fotocamera a rotazione, ideale per chi ama i selfie.
Smartphone come il Meizu Pro 5 o il Lenovo Vibe P1 sono completamente diversi da ogni altro cellulare sul mercato mentre la Xiaomi produce telefoni cellulari tutti originali che non somigliano a nessun altro, grazie anche al suo sistema operativo MIUI.

Un'altra preoccupazione riguardo i telefoni cinesi riguarda la privacy delle informazioni e la sicurezza.
Per diverso tempo, telefoni cinesi come quelli prodotti da Huawei, Xiaomi e altre siano sono stati sospettati di trasmettere dati degli utenti ai loro server in Cina.
Le società accusate si sono ripetutamente opposte, lamentandosi invece che siano gli americani, con la NSA, di spiare ogni comunicazione su internet nel mondo.
In sostanza, non conta niente che il telefono sia cinese, americano o tedesco, tanto ormai oggi la privacy totale è un sogno e non si può davvero dire al 100%, che non siamo spiati dalle aziende che ci vendono PC e smartphone.
In altre parole, l'utilizzo di un telefono cellulare cinese non sembra essere più pericoloso rispetto l'utilizzo di uno smartphone prodotto da un qualsiasi altro paese.

Il quarto problema, oggi risolto, con gli smartphone cinesi era legato all'assistenza.
La domanda frequente è: se si rompe lo smartphone devo rispedirlo in Cina?
Anche qui ci sono stati passi da gigante e aziende cinesi come Huawei, Xiaomi, OnePlus e Meizu vendono in paesi come l'Italia e forniscono piena assistenza.
Il problema comunque è risolto completamente dal fatto che se si compra uno smartphone cinese su Amazon, qualsiasi marca esso sia anche la più sconosciuta, si può sempre usufruire della garanzia di Amazon e farsi rimborsare i soldi completamente in caso di problemi, anche dopo un anno.

Oggi gli smartphone cinesi, tutti con sistema Android, sono una realtà garantita, sono progettati e costruiti da aziende potenti e grosse che curano la qualità dei loro prodotti (anche se molto meno conosciute rispetto a Samsung), funzionano bene e, anche se costano poco, hanno prestazioni top quasi come quelle di un iPhone.
In conclusione, anche se penso che chi vuole Android vero deve comprare un Nexus, chi vuole il meglio senza spendere troppo, dovrebbe comprare oggi uno smartphone cinese.

Rimando a un altro articolo per sapere quali sono le migliori marche e modelli di smartphone cinesi oggi disponibili.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • Dionysus
    18/12/15

    Senza finire in Cina, un altro esempio di buoni cellulari economici sarebbero i Lumia, anche se da queste parti mi pare godano di scarsa considerazione.

  • realista
    19/12/15

    qualche esemio è xiaomi redminote 2 e 3, lenovo k3 note, bluboo x550,