Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Microsoft usa un keylogger in Windows 10? meglio disattivarlo instanto

Pubblicato il: 8 settembre 2015 Aggiornato il:
Nelle impostazioni di Privacy di Windows 10 Microsoft sembra aver attivato nun keylogger che monitora quello che scriviamo, meglio disattivarlo
windows 10 registra quello che scriviamo Gli esperti di tecnologia e informatica stanno mettendo in allarme gli utenti di Windows 10 perchè sembra davvero che Microsoft abbia messo degli strumenti di monitoraggio al suo interno neanche troppo velati.
In un altro articolo abbiamo già parlato delle impostazioni Privacy Windows 10 da disattivare per non condividere informazioni sul PC e su di noi ma non avevo puntato l'attenzione necessaria verso quella opzione che sta creando non poco disappunto nell'opinione pubblica.
Mi riferisco al potere che Microsoft si riserva di registrare e tenere traccia di ogni singola parola che si digita sulla tastiera o che si dice a voce all'assistente vocale Cortana in Windows 10.
Praticamente Microsoft ha inserito un keylogger in Windows 10 che registra e trasmette verso l'esterno quello che scriviamo, come fanno i virus.
Sembra quasi che quello di rinunciare completamente alla privacy sia il prezzo da pagare per questo aggiornamento gratuito.

Secondo quanto scrive Microsoft, non si tratta di un keylogger simile ad un malware, ma di una raccolta di informazioni d'uso del computer che include anche tutto quello che si scrive, quello che si cerca, i comandi vocali e altre informazioni relative a contatti, posta e calendario.
Essenzialmente, accettando la politica della privacy di Windows 10, si consente a Microsoft di sapere i tasti premuti sulla tastiera.
Questo significa che se, teoricamente, se si scrive un documento Microsoft ha accesso a quello che viene digitato all'interno.

Se si è preoccupati di questa intrusione così delicata, ancora non chiara e di cui probabilmente si parlerà ancora, conviene subito disattivare questa impostazione e rimuovere quindi il keylogger di Microsoft.
Aprire quindi il menu Start, aprire le Impostazioni e andare alla sezione Privacy.
Nella sezione Generale, individuare l'opzione "invia a Microsoft informazioni su come scrivo per contribuire al miglioramento della digitazione e della scrittura in futuro" e spegnerla.
Andare poi nella sezione Riconoscimento vocale, input penna e digitazione e premere il tasto "interrompi info su di me".
Rimuovendo questa impostazione si rinuncerà ad utilizzare Cortana, l'assistente vocale di Windows 10.

Inutile dire che questi problemi di privacy integrati in Windows 10 stanno rovinando un po' la reputazione di Microsoft che con la scusa di migliorare il prodotto ha implementato dei metodi intrusivi di monitoraggio non solo in Windows 10 ma anche, di recente, in Windows 7 e 8.
Vedremo se a seguito delle polemiche ci saranno dei cambiamenti a queste politiche di privacy cosi aggressive.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
15 Commenti
  • Elena
    8/9/15

    niente è gratis non aggiornerò windows 7

  • The Q.
    8/9/15

    basta bloccare tutti i processi. ShutUp10 spiega bene quali vanno chiusi.

  • scrambler_900
    8/9/15

    io sono tornato a windows 7 in attesa che vengeno risolti tutti i problemi che con il tempo stanno venebdo fuori, mi ero accorto subito che era un pò troppo curioso ma questo è troppo, quindi anche se digito le mie info bancarie sono registrate, bella cazzata cè da denunciarli al garante della privacy e spero che qualcuno lo faccia

  • Claudio Pomes
    8/9/15

    A The Q, non ci sono processi da bloccare, basta seguire le istruzioni di questo articolo

  • Claudio Pomes
    8/9/15

    Non farei una tragedia di questa cosa, l'importante è sapere che tutte le opzioni di privacy possono essere disattivate

  • Twilight
    8/9/15

    Giusto, mi sembra quasi una leggera forma di violenza (basta pensare ai conti bancari online che non sarebbero più sicuri da sguardi indiscreti). Brutto passo per Microsoft

  • triser48
    9/9/15

    La solita dichiarata, appurata, conclamata arroganza e strafottenza tipica della Microsoft, che nonostante le varie condanne in tutte le sedi continua a violare impunemente la privacy delle
    persone, senza contare il fatto gravissimo è che in questo modo Microsoft è a conoscenza anche delle cose più intime(vedi persone affette da malattie) e anche conti bancari e relative password per accedervi online.Questo mi sembra l'unico motivo dell'uscita di Windows 10 che
    a guardare bene non è che abbia poi tutte queste grandi novità rispetto a Windows 8.1 che
    continuerò ad usare.Ciao Claudio e grazie del tuo servizio.

  • Sabrina
    9/9/15

    Grazie per questo post!!!

  • Claudio Pomes
    9/9/15

    Ora non esageriamo, Microsoft non vuole la password del tuo conto in banca

  • Emanuele
    9/9/15

    Onestamente se allo stato attuale dovessi cambiare pc e passare quindi a windows 10 mi girerebbero un po' le scatole, un po' per il discorso della troppa invasività della privacy e delle limitazioni per l'utente e un po' per il fatto che l'installazione di windows 10 durerebbe 15/20 minuti compresi anche driver e programmi base poi ci sarebbe da passare un paio di giorni a configurare windows con estrema attenzione per quando riguarda opzioni di privacy e operazioni che avvengono in background all'insaputa dell'utente.

    Detto ciò prima o poi saremo costretti tutti a passare al nuovo sistema operativo quindi la Microsoft a mio avviso non sta facendo un'operazione proprio pulita dato che sa perfettamente che gli utenti sono e saranno obbligati a passare al nuovo S.O. e per questo motivo si può permettere di fare un po' quello che vuole diciamo.

  • Unknown
    10/11/15

    Tanto passerete tutti a win 10. Sarete assimilati

  • MrGrapp91
    22/11/15

    Non siete obbligati ad utilizzare windows eh, sò che è comodo e siamo stati tutti abituati a pensarlo come l'unico e il solo(ed è proprio per questo che microsoft si permette certe cavolate) ma non lo è, scaricatevi ubuntu o qualsiasi altra distribuzione linux, è gratis pensata proprio per il popolo e non per fregarlo, provarlo non vi costa NULLA e per andare su internet e i bisogni comuni non avrete nessun problema da dover diventare informatici per risolverlo...poi se proprio non vi piace potete provare altro o tornare a windows ma smettetela di lamentarvi e poi però continuate imperterriti a usarlo...

  • Tonya Hernandes
    18/1/16

    Grazie per le info, ho bloccato tutto.

  • Unknown
    9/2/16

    io mi trovo bene con windows 8.1 il 10 ha troppi problemi di stabilità, essendo un programmatore, ho subito capito che è incompleto e acerbo, lo si deduce anche dai molti errori nel visualizzatore eventi, ne correggi 2 te ne ritrovi 5 poco dopo.

  • Unknown
    1/12/16

    Ultimamente nonostante l'aver preso tutte le precauzioni possibili, l'intero sistema è diventato inutilizzabile....non ho più alcun controllo sul sistema non posso accedere come amministratore...non posso istallare alcun applicazione...non ho alcun controllo sulla mia macchina..
    Ho diverse installazioni di linux che funzionano perfettamente facendo girare anche app windows al limite in macchine virtuali...
    Penso che disinstallerò definitivamente ogni versione di windows da tutti i miei sistemi....Addio windows... benvenuto debian....