Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

iPhone 6S e iPad Pro, più grandi, più potenti e più costosi che mai

Pubblicato il: 9 settembre 2015 Aggiornato il:
Presentati iPad Pro e iPhone 6S, nuovi prodotti del 2015, più potenti, più grandi, più costosi ancora
apple iphone 6S Tutti i fan di Apple sono rimasti collegati oggi per seguire l'evento di Settembre 2015 per sapere quali incredibili novità sarebbero state annunciate.
Dopo una auto-celebrazione e tanti numeri snocciolati, è stato presentato prima il nuovo sistema operativo per Apple Watch, che per ora è un completo flop, poi la nuova Apple TV, che fa le stesse cose di altri dispositivi ma costa il triplo, l'Apple iPad Pro, che dovrebbe risollevare il mercato stagnante dei tablet e l'iPhone 6S.
In sostanza credo che la Apple, a cui si deve dare il merito di avere lanciato i mercati sia dello smartphone moderno che del tablet, sta calcando davvero la mano e che, non avendo più idee innovative, prima o poi calerà, soprattutto se continua a prendere in giro gli utenti con queste inutilità annunciate.

apple ipad pro Parlando dell'iPad Pro e guardando quanto è costoso e grande, mi vien davvero da sorridere e non credo di essere il solo.
Sostanzialmente si tratta di un tablet molto grande e largo, da 13 pollici, che funziona anche con un pennino.
Il prezzo parte addirittura da 800 Dollari a salire fino a 1100 Dollari per la versione 128 GB.
Con il pennnino, chiamato Apple Pencil, Apple ha raggiunto l'apice del suo umorismo visto che costerà "solo" 100 Dollari (da notare che di questo pennino, il più costoso della storia, su Twitter le battute si stanno sprecando).
All'iPad Pro si può anche abbinare una tastiera da 170 Dollari.
I prezzi in Euro saranno sicuramente gli stessi, se non anche più alti in Italia per via delle tasse.
Praticamente l'iPad Pro diventa un tablet professionale che funzionerà come un computer portatile touchscreen, sicuramente molto bello, sicuramente molto potente, ma molto limitato rispetto un normale PC e dal costo decisamente elevato.
Internamente l'Ipad Pro ha un processore A9X che è annunciato 22 volte più veloce rispetto l'iPad originale e 1,8 volte più veloce rispetto al processore A8X dell'iPad 2 Air.

Al di là delle critiche , l'iPad Pro, per le sue dimensioni e le sue capacità, non dovrebbe essere messo nella categoria dei tablet classici, che ormai stanno in declino, ma un portatile che fa concorrenza al Microsoft Surface Pro 3, per certi versi molto simile.
Questo è confermato anche dal fatto che sul palco dell'evento è intervenuto il capo della divisione Microsoft Office che ha mostrato come le applicazioni Word, Powerpoint ed Excel funzionano bene su iPad Pro con il pennino.
Da notare però che il Surface di Microsoft non è, attualmente, un prodotto che sta avendo successo, mi chiedo quindi come farà Apple convincere le persone normali (che non sono Apple Fan) a comprarlo.

Per quanto riguarda l'iPhone 6S, come forma e come estetica è identico all'iPhone 6 (non più grande quindi, rimanendo uno degli smartphone più piccoli in commercio, con schermo inferiore ai 5 pollici)
La più grande differenza rispetto ai modelli precedenti è l'introduzione del 3D Touch, un'evoluzione della tecnologia multi-touch di Apple.
Si tratta di uno schermo simile all'Apple Watch, dove si può spingere lo schermo con un lieve aumento della pressione per introdurre un ulteriore livello di funzionalità, sia in iOS che all'interno delle applicazioni.
Inoltre si avrà anche un feedback tattile sotto forma di vibrazioni diverse a seconda della pressione.
Non ho ben capito come questo tocco a pressione sia diverso rispetto quello già presente sugli smartphone Android, ma sicuramente è più evoluto.
L'iPhone 6S ha un nuovo processore A9 che secondo Apple è del 70% più veloce rispetto al precedente chip A8 dell'iPhone 6, e il 90% per le prestazioni grafiche.
Su iPhone 6S la funzione "Ehi, Siri" può rimanere accesa anche quando il telefono non è collegato all'alimentazione, presumibilmente attraverso un nucleo del processore a basso consumo dedicato a questo compito.

Come per ogni nuovo iPhone, la fotocamera diventa migliore e nel 6S è una fotocamera iSight da 12 megapixel.
Il sensore della fotocamera ha il 50% di pixel in più, e migliora anche la messa a fuoco.
La telecamera posteriore di iPhone 6S è ora in grado di registrare video 4K mentre con iMovie si potranno anche modificare.
Anche la fotocamera frontale è molto migliorata, ora da 5 megapixel, per fare selfie con più qualità e più luminosi anche con illuminazione scarsa.
Un'altra innovazione dell'iPhone 6S sono le Live Photos, fotografie unite a piccoli video di pochi secondi che saranno riprodotti tenendo premuto sulla foto.
Gli involucri di iPhone 6S e iPhone 6S plus saranno infine più resistenti alla flessione rispetto ai modelli precedenti.

I prezzi dell'iPhone 6S e del 6S Plus saranno gli stessi attuali, già alti abbastanza, dei prezzi di iPhone 6 e 6 Plus che invece saranno scontati ora di 100 Euro fino a che non esauriranno la produzione.
I modelli e i prezzi varieranno, come al solito, in base alla capacità di archiviazione: 16 GB, 64 GB e 128 GB.

L'iPhone 6S è anche il primo modello con iOS 9, che promette un'esperienza semplificata e diverse nuove funzionalità, tra cui una nuova interfaccia utente per Siri e più intelligenti le capacità di ricerca.
iOS 9 sarà disponibile per il download anche per chi ha un iPhone 5 e un iPhone 4D, un iPad Air e un iPad 2, dal 16 settembre.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
2 Commenti
  • paolus
    9/9/15

    io mi chiedo come si possa essere cosi' ostinatamente beccaccioni e continuare a foraggiare apple con questi "affarucoli" supercostosi e allo stesso tempo superlimitati. vade retro apple

  • GQ
    12/9/15

    #bastaregalaresoldiallaApple