Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Bloccare download e installazione di Windows 10

Pubblicato il: 14 settembre 2015 Aggiornato il:
Prevenire bloccare e annullare il forzato aggiornamento, download e installazione di Windows 10
Dopo la scoperta di un keylogger in Windows 10, Microsoft ha forse fatto un altro autogol, forzando ogni possessore di PC a scaricare Windows 10, anche se questi non lo vuole.
Anche se non ho potuto verificare personalmente, da più parti è stato segnalato come il download del nuovo sistema operativo venga effettuato in ogni caso, sia se l'utente ha accettato di prenotare Windows 10 accettato dall'utente, sia se questo ha ignorato la richiesta.
Dopo un aggiornamento di sistema apparentemente normale si vedrà quindi comparire un popup dove si comunica che l'aggiornamento a Windows 10 è pronto e che si può procedere con l'installazione.

LEGGI ANCHE: Aggiornare il PC con Windows 10 in italiano

Il problema pratico di questo download è che i file di installazione di Windows 10 vengono depositati in una cartella nascosta sul disco di sistema occupando uno spazio che va dai 3 ai 6 GB.
Precisamente, e vale la pena controllare subito, chi ha Windows 7 o Windows 8.1 troverà nel disco C una nuova cartella nascosta col nome $WINDOWS.~BT .
Per vedere le cartelle nascoste, aprire le opzioni cartella o opzioni Esplora file (dal Pannello di controllo), andare alla scheda visualizzazione e cliccare l'opzione "Visualizza cartelle e file nascosti".
Premendo col tasto destro su $WINDOWS.~BT si può controllare la sua dimensione che può essere di quasi 4GB se il download di Windows 10 è già avvenuto.
Cliccando OK sul Popup di Windows 10 pronto, si può rifiutare l'aggiornamento anche se questo rimane in memoria.
Aprendo infatti Windows Update si troverà un aggiornamento non riuscito, che è proprio Windows 10.
In sostanza quindi non solo Microsoft fa scaricare i file di installazione di Windows 10 nel computer, indipendentemente dal fatto che siamo d'accordo, ma chiederà comunque di aggiornare, ancora una volta, a prescindere dal fatto che questo sia richiesto o no.

Per prevenire bloccare e annullare il forzato aggiornamento e download di Windows 10 bisogna procedere come segue:

Per fermare l'aggiornamento automatico a Windows 10, cliccare l'icona di Windows 10, aprire il box di prenotazione, premere sulle tre righe in alto a sinistra, cliccare su "vedi conferma" e poi cliccare il link per annullare la prenotazione.
Se è stata avviata l'installazione premendo su OK, si può annullare subito dopo rifiutando la licenza.

Per arrestare il download dei file di installazione di Windows 10, si possono seguire le istruzioni per rimuovere l'icona di aggiornamento a Windows 10.

Per cancellare i file di installazione già scaricati, usare la pulitura disco.
Aprire una cartella e andare quindi su "Questo PC" per vedere l'elenco dei dischi.
Cliccare col tasto destro del mouse sull'icona del disco di sistema, andare su Proprietà e premere il pulsante Pulizia disco ed eseguirla selezionando tutte le crocette.
Quando ha finito, dalla finestra di pulizia disco, premere sul tasto "Pulizia file di sistema" e ripetere l'operazione.

Per disattivare l'installazione automatica di aggiornamenti in Windows 7 e 8.1, aprire il pannello di controllo, aprire Windows Update e cliccare su Cambia impostazioni dalla barra laterale.
Sotto Aggiornamenti importanti, rimuovere l'opzione relativa agli aggiornamenti consigliati e, opzionalmente, scegliere di installare gli aggiornamenti manualmente e non automaticamente.

Se si vuol tagliare la testa al toro e dimenticare per sempre Windows 10 bloccando il download dei file di installazione, c'è un metodo molto efficace su Windows 7 e Windows 8.1 (anche se non consiglio di farlo).
Installare prima gli aggiornamenti KB3065987 (per Windows 7) o KB3065988 (per Windows 8.1) dal sito Microsoft e riavviare il computer.
Dal menu Start, eseguire il comando regedit per avviare l'editor di registro di sistema.
Espandere le chiavi in questo ordine HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows, premere col tasto destro su "Windows", andare su Nuova > Chiave e scrivere WindowsUpdate.
Selezionare Windows Update e nel lato destro dello schermo premere col tasto destro sul vuoto per creare un nuova chiave DWord 32 bit col nome DisableOSUpgrade e con valore 1 .

Nel caso, per curiosità o per errore, sia stato installato Windows 10, ricordo che si può sempre annullare l'installazione e tornare a Windows 8.1 o Windows 7 (entro 30 giorni), senza perdere nessun programma e nessun file personale.

E' comprensibile che Microsoft voglia che il maggior numero di persone passi a Windows 10 prima possibile, ma in questo caso, il fine non giustifica i mezzi, ed è facile che non tutti i suoi clienti vogliano cambiare sistema operativo.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
6 Commenti
  • Twilight
    14/9/15

    Sembra che Microsoft si voglia rovinare da sola

  • F.M.
    15/9/15

    Io ho semplicemte ignorato l'aggiornamento KB3065987 e nascosto per il fururo.

    Anche perchè meglio di Windows 7 non c'è ancora nulla. Windows 10 è al pari di Windows 8 - 8.1 Contiene una marea di inutilità che molti non useranno mai e hanno reso tutto più complesso e macchinoso da trovare.

    Microsoft si avvia al declino....




  • Mauro
    16/9/15

    Non ho parole!

    Microsoft: mi hai deluso!!

  • federico angelini
    18/2/16

    Vorrei segnalare che nel downgrade i programmi si perdono eccome.
    Vengono lasciati intatti i files personali ma programmi e, cosa peggiore, parte dei driver non vengono ripristinati (prova su Asus zenbook). Personalmente sconsiglio di passare a WX, per lo meno sul mio pc ha creato molte piccole inefficienze.

  • john booth
    24/5/16

    C'e' qualcuno che ha gia usato "NEVER 10" per cancellare definitivamente le probabilita' di installare WINDOWS 10?

  • Franco
    31/5/16

    Assurdo comportamento della Microsoft!
    Con Windows 10 preinstallato sul PC portatile, Microsoft Office PowerPoint 2007, installato con regolare licenza, non funziona correttamente se il file elaborato viene salvato in modalità "Solo Presentazione (.ppsx)". E, se si va in “proprietà”, per cambiare il programma di esecuzione del file, Microsoft Office PowerPoint 2007 viene arbitrariamente trasformato in “2007 Microsoft Office component” e non funziona! Occorre installare "Office 365", che, nella versione gratuita, non consente di modificare e salvare il file!
    Timeo Danaos et dona ferentes (Temo i Greci anche se portano doni) e Microsoft vuole portare in dono un "cavallo di Troia", che è un vero e proprio figlio di... Troia!
    È il caso di dirlo: OLTRE IL DANNO, LA BEFFA !!!
    Occorrerebbe promuovere una class action contro la Microsoft per la tutela e il risarcimento dei danni provocati da tale grande azienda!