Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Controllo privacy account Google, ricerche e dati personali

Pubblicato il: 4 giugno 2015 Aggiornato il:
Guida alle impostazioni di privacy Google per ogni account di ricerca su internet e che usa Gmail, Youtube, Maps e altri servizi Google
controllo privacy servizi google Chi naviga su internet rimanendo collegato a un account Google o Gmail o Youtube può notare alcuni cambiamenti nella pagina principale e, principalmente, cliccando l'icona del profilo in alto a destra.
Il box che si apre premendo l'icona dell'account Google aveva, prima, un grande pulsante che portava al profilo Google+.
Siccome però Google+ non lo usa nessuno, Google ha deciso di non insistere più e di mettere pulsanti più utili nei box personali.
Il pulsante del profilo si chiama ora "Account Personale" e porta, invece che su Google+, sull'importante pagina di configurazione dell'account, raggiungibile dall'indirizzo https://myaccount.google.com/

LEGGI ANCHE: Controlla tutti i dati che Google raccoglie su di noi

La pagina di gestione dell'account personale è davvero importante se si è utenti di uno qualsiasi dei vari servizi offerti da Google (Android, Google Maps, Youtube, Google+, Gmail e tutti gli altri) perchè permette di configurare, in modo semplice, le opzioni per controllare la sicurezza dell'account Google (di cui ho già parlato), alcune preferenze di vario tipo e le impostazioni di Privacy che parlando di Google sono davvero da non sottovalutare.

Sinteticamente, quello che tutti devono sapere è che Google viene usato per tantissime cose, sia da un PC che sui moderni smartphone e ogni ricerca che si fa nei vari siti viene registrata e, opzionalmente, anche usata per motivi commerciali.
Abbiamo parlato diverse volte dei problemi di privacy di Google spiegando come Google ci vede e cosa sa di noi e come, addirittura, i risultati di ricerca cambiano a seconda della persona.
Adesso le cose sono un po' più chiare per tutti e possiamo quindi renderci conto, effettivamente, di cosa viene salvato nei server Google e, se non si sta bene, di chiedere che quello che facciamo non sia registrato e usato per motivi commerciali.

Premendo, nella pagina dell'account Google, su "Inizia" sotto il Box Controllo Privacy si può seguire la procedura guidata per gestire alcune impostazioni Privacy di Google molto importanti che richiedono una decisione in merito subito:
1) La prima scheda, su Google+, ci interessa solo se condividiamo cose nel social di Google+ quindi, presumibilmente, possiamo saltarla e lasciarla come sta.

2) Nella sezione "Aiuta le persone a contattarti" c'è il nostro numero di telefono che avremmo dovuto fornire in fase di registrazione dell'account.
Questo può essere tenuto privato, levando la crocetta, se non si vuole usare l'app Hangouts.

3) "Contenuti condivisi su YouTube" è importante perchè riguarda i video che si cercano, quelli che ci piacciono e quelli salvati in playlist varie.
E' opportuno considerare che su Youtube, come su Google, ci possono essere ricerche che non vorremmo siano condivise in giro, quindi meglio disabilitare eventuali condivisioni e tenere private le iscrizioni e i video che ci piacciono.

4) Nella sezione "Personalizza la tua esperienza su Google" è importante considerare che, se attivata, si può vedere e sfogliare la cronologia di ricerche su Google in ogni momento e lo stesso vale per Youtube.
In questa sezione si può anche disabilitare la cronologia delle posizioni di Google Maps su smartphone.
Vale assolutamente la pena mantenere il salvataggio della rubrica se si ha un telefono Android.
Per le attività vocali infine bisogna vedere se usiamo l'assistente vocale Google Now e Ok Google su smartphone Android o iPhone e decidere se disabilitare la cronologia delle richieste fatte a voce.

5) Allinea gli annunci ai tuoi interessi
La sezione degli annunci ci permette di decidere se visualizzare pubblicità su internet e su Google basata sui nostri interessi, ossia sulle nostre ricerche, oppure se rimanere esclusi da questo tracciamento.
A meno di particolari premure riguardo la privacy, la pubblicità basata sugli interessi è, secondo me, anche utile per essere consigliati.

Oltre al controllo privacy generale dell'account, Google ha anche una pagina chiamata AboutMe che permette di controllare e modificare i dati personali condivisi su internet dalle varie applicazioni utilizzate, come Google Maps e Google+.

Se si vogliono avere altre informazioni sulla privacy di Google, sapere quali dati sono raccolti, se i nostri dati e le informazioni che forniamo vengono venduti per farci i soldi e cosa possiamo fare per stare più tranquilli e protetti, si può leggere l'informativa, scritta in maniera molto sintetica, chiara e per nulla noiosa, sulla pagina privacy.google.com.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)