Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Malware su Android, rischi e tipi di virus a cui stare attenti

Pubblicato il: 5 maggio 2015 Aggiornato il:
Quanto è importante stare attenti ai malware su Android e come i virus possono infettare uno smartphone
malware android Se fino a qualche tempo fa si trattava di casi rari, oggi, con la diffusione cosi ampia che stanno avendo gli smartphone, gli hacker hanno raffinato i loro tentativi di diffondere malware su dispositivi mobili, cellulari e tablet Android.
Si parla di Android sia perchè sono più diffusi di iPhone e altri modelli, sia perchè Android è un sistema più libero e aperto, cosa buona per chi ama le personalizzazioni, meno buona per chi vuole piena sicurezza.
Un malware su Android può installarsi abbastanza facilmente navigando su internet e cliccando per sbaglio su una pubblicità a tutto schermo che installa l'applicazione infetta.
E' anche a rischio chi abilita l'installazione da origini sconosciute e chi scarica app da store che non sono in Google Play.
Chi poi ha uno smartphone sbloccato con root rischia enormemente di più e basti pensare che un'app, usando i permessi di root, può addirittura sbloccare il telefono bloccato con PIN, cancellare i dati interni o rubare password di account privati.

In sostanza, anche se senza stare troppo in ansia e senza esagerare con la prudenza come è invece giusto fare con un computer, oggi è bene stare attenti ai virus e ai malware sullo smartphone.

Di malware, in generale, ce ne sono di vari tipi e abbiamo visto cosa sono i malware e le differenze tra virus, worm, trojan, spyware, adware in un altro articolo.
I malware sugli smartphone Android non sono molto diversi da quelli del computer anche se si infiltrano in modi diversi, con molta colpevolezza da parte degli utenti.
A seconda del tipo di malware, le prestazioni dello smartphone potrebbero calare vistosamente, i dati personali potrebbero finire in mani estranee, potrebbero esserci furti di password sul telefono o ransomware che prendono in ostaggio lo smartphone impedendogli magari di andare su internet se non si paga un ostaggio.

1) Partendo proprio da questi ultimi, vediamo quali malware possono colpire uno smartphone Android e come evitarli o rimuoverli se ce li troviamo dentro.
I Ransomware degli smartphone, per ora, non sono cattivi come quelli dei computer.
Nei PC un virus come Cryptolocker prende in ostaggio dei dati del computer rendendoli illeggibili senza una password che bisogna richiedere a pagamento.
Su Android il malware può bloccare una funzione con un trucco, magari modificando soltanto il motore di ricerca predefinito nel browser, cercando di creare una trappola che, in realtà, è facilmente rimovibile con un reset del browser o, nel caso, del telefono.
Un tipo di malware di questo tipo, chiamato Svpeng, è capace di bloccare l'accesso a Google Play rendendo impossibile il download diretto di applicazioni antivirus che possano rimuoverlo.
Ogni blocco porta alla richiesta di un riscatto descritto dalla comparsa sullo schermo di messaggio falso con una denuncia personale proveniente dalla polizia.

2) App che si installano senza consenso dell'utente
Ci sono applicazioni e siti web che usano pubblicità molto invasive che quasi costringono l'utente a installare un'applicazione con un semplice tocco sullo schermo.
Se lo smartphone ha un sistema Android con versione 4.3 o inferiore, ha una vulnerabilità che lo porta ad essere più fragile e subire l'installazione di app senza consenso.
La vulnerabilità è nel componente interno Webview che consente alle applicazioni di aprire i siti web.
L'aggressore può sfruttare questa vulnerabilità per installare automaticamente qualsiasi applicazione che vogliono sul dispositivo.
Anche sui dispositivi più moderni, con Android Kitkat 4.4 o Lollipop 5 e successivi, bisogna stare attenti quando si visitano siti particolari, pirateria o streaming, dove i virus trovano terreno molto fertile.
Ogni cosa che sembra volersi installare va quindi negata e chiusa.

3) PowerOffHijack è un malware davvero speciale che merita una menzione particolare: praticamente simula lo spegnimento del cellulare lasciandolo però ancora acceso.
Il virus può essere segretamente usato per fare chiamate, scattare foto e altre cose senza che ci sia alcuna prova.
PowerOffHijack colpisce solo telefoni con Android 5.0 e superiori a cui è stato concesso l'accesso di root.
Questo è un malware di cui ora non ci si deve preoccupare (a meno che non si scarichino app a caso da uno store cinese), ma che fornisce un ottimo esempio di quello che può succedere.

4) Applicazioni con malware dormienti
Nel mese di febbraio 2015 è stato scoperto che alcune applicazioni legittime per Android nascondevano, in realtà, un malware che rimaneva in attesa per portare sullo schermo dei telefoni in cui erano installate pop up pubblicitari, pagine web dirottate e processi illeciti sotto forma di altre app.
Questo tipo di malware pare sia riconoscibile dal fatto che ogni volta che si sblocca il telefono appare un avviso di un problema fasullo che avverte l'utente di un telefono infetto, non aggiornato o non protetto ecc.
Oggi Google ha sospeso queste applicazioni dal Google Play Store e protetto il sistema da questo tipo di codice.

5) Inganni sessuali
Astuti criminali informatici in Corea del Sud hanno creato falsi profili di donne attraenti sui social per attirare persone nel cybersex, per poi convincerli a installare un'app di chat che è un malware.
Il criminale utilizza le informazioni rubate con l'app virus per obbligando la vittima a pagarlo se non vuole che un video intimo sia diffuso a tutti i suoi amici e parenti.

6) Android Installer Hijacking
Quasi il 50% di tutti i dispositivi Android sono a rischio di una vulnerabilità chiamata "Android Installer Hijacking": quando si va a scaricare un'applicazione legittima, l'installatore può essere dirottato installando un'app diversa al suo posto.
Questo avviene in background, mascherando le varie autorizzazioni richieste.
Questa vulnerabilità riguarda solo le app scaricate da store diversi rispetto a Google Play.

7) Adware
Non sono malware ma sono molte le applicazioni sullo store che, in modo legittimo, mostrano continuamente pubblicità sullo schermo sotto forma di notifiche, banner e inviti a installare app sponsor.

Conclusione
Bisogna oggi preoccuparsi dei malware su cellulari Android?
Anche se lo studio condotto da Alcatel-Lucent ha rivelato come 16 milioni di dispositivi mobili siano stati colpiti da malware nel 2014, i virus su Android non sono ancora un problema realmente diffuso.
Anche se poco frequenti, i malware sono in aumento su Android, soprattutto i Ransomware.
In generale, anche se ci sono molte vulnerabilità e molti rischi quando si usa uno smartphone Android, basterà stare attenti e non avventurarsi in procedure di root, installando applicazioni solo dallo store ufficiale Google Play, per stare tranquilli al 99%.

In ogni caso, se si sospetta la presenza di un virus o si vuole stare proprio tranquilli, si può installare uno degli antivirus per Android.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)