Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Prolungare la durata della batteria Android al massimo

Pubblicato il: 31 marzo 2015 Aggiornato il:
tutto quello che si può fare per prolungare la batteria su un cellulare Android al massimo, trucchi, consigli e impostazioni
Per tutti noi la batteria del cellulare dura troppo poco, spesso neanche un'intera giornata, arrivando a sera, nei casi più gravi, col telefono spento e morto.
In genere la batteria di quasi tutti gli smartphone ha una carica che dura una giornata intera e non di più con un uso normale.
Abbiamo visto, in un altro articolo, perchè la batteria dello smartphone dura così poco sottolineando come si tratti di un problema fisiologico dovuto agli schermi sempre più grandi, i processori sempre più potenti e le applicazioni sempre più pesanti che consumano energia.
In questa guida vediamo tutto quello che si può fare per prolungare la batteria su un cellulare Android al massimo, per spremerla fino all'ultima goccia, quando sta quasi in esaurimento.
Alcuni consigli e trucchi possono sembrare scontati, altri sono più nascosti ma diventa davvero importante ricordarsene quando, a fine giornata, la carica della batteria segna 10% o meno.
Per tutti gli smartphone Android, compresi quelli con l'ultima versione, valgono i seguenti trucchi per prolungare al massimo la durata della batteria.

LEGGI ANCHE: Aumentare la durata della batteria su iPhone, cellulari e smartphone

1) Modalità di risparmio batteria
Prima di tutto è importante sapere che chi ha uno smartphone con l'ultima versione Android 5 Lollipop e con Android 6, chi ha un Samsung Galaxy o un Sony, Motorola e HTC ha la funzione di risparmio energetico automatico.
In Lollipop, quando la carica della batteria scende sotto una certa soglia, sotto il 10% o il 5%, si attiva un risparmio energetico estremo per prolungare la durata della batteria, assicurando almeno la possibilità di fare e ricevere chiamate.
Si può configurare il risparmio energetico in Lollipop nelle impostazioni alla sezione batteria e abbiamo parlato di questo nella guida alle migliori funzioni di Android Lollipop.

2) Ridurre la luminosità e fare in modo che lo schermo non rimanga acceso inutilmente.
Lo schermo è il principale responsabile di una batteria scarica.
Più lo si tiene acceso e più è luminoso, meno sarà la durata della carica.
Mantenere una luminosità dello schermo pari o inferiore del 50% farà in modo che il telefono Android duri più a lungo acceso.
Il cambio di luminosità si può fare velocemente con il widget del risparmio energetico, che dovrebbe essere presente in ogni telefono (in alternativa, installare un'app di interruttori e widget di attivazione come power toggles).
Per risparmiare un po' di energia, funziona decentemente l'impostazione di luminosità automatica o adattiva, soprattutto se si sta molto a casa o in un posto chiuso.
Diventa invece da disabilitare la luminosità automatica se la carica è bassa e si vuole prolungarla al massimo.

L'altra opzione importante nelle impostazioni del display è quella della sospensione, per regolare il periodo di tempo in cui lo schermo rimane acceso se non si tocca il tasto di spegnimento.
Di solito è impostato a 30 secondi, ma si può anche scendere a 15.

3) Capire quali app consumano di più
Nelle impostazioni di Android, si può andare sulla sezione Batteria per trovare le app che consumano più energia.
Per avere una panoramica più precisa e completa, ci sono anche alcune app per scoprire quali app stanno uccidendo la batteria sul telefono Android.

4) Disattivare NFC e Bluetooth
Il Bluetooth, di solito, non è attivo per impostazione predefinita e si può accendere e spegnere con un tocco sul widget di risparmi energetico (vedi punto 2).
NFC potrebbe essere invece attivo per impostazione predefinita e, siccome molto probabilmente non lo si utilizza, meglio disattivarlo.
Per farlo, andare in Impostazioni -> Wireless e reti -> NFC.

5) Utilizzare sfondi scuri
Questo trucco prolunga la durata della batteria soltanto sui telefoni con schermo di tipo AMOLED.
Abbiamo parlato di questo in un altro articolo su come si possa risparmiare batteria sul cellulare con uno sfondo nero.

6) Spegnere il GPS e il monitoraggio della posizione
Il GPS consuma molta batteria e va attivato soltanto quando si usa il navigatore satellitare.
Per attivare e disattivare il GPS si può usare il Widget o il pulsante di controllo dalla barra di notifica.
Su Android, nelle impostazioni, si può attivare anche una modalità di geolocalizzazione a basso consumo che può essere tenuta attiva sempre, ma che andrebbe disattivata per prolungare la durata della batteria quando è quasi scarica.
Per disattivare il rilevamento della posizione andando in Impostazioni -> Posizione dove si può anche disattivare la cronologia delle posizioni Google.

7) Disattivare gesti e caratteristiche superflue
Su alcuni smartphone come il Samsung Galaxy S4, possono esserci caratteristiche aggiuntive come i gesti o altre cose che, se non usate, conviene disattivare.
Solitamente queste funzioni in più si possono configurare nelle Impostazioni.

8) Disattivare le vibrazioni e i suoni non necessari
i telefoni Android sono capaci di vibrare allo sblocco, quando si scrive e anche in altre occasioni a seconda dell'applicazione.
Si chiama feedback tattile ed è utile per avere la sensazione di pressione di un tasto.
Il problema è che le vibrazioni, cosi come i suoni, consumano energia della batteria.
Per disattivare le vibrazioni succhia-batteria andare in Impostazioni -> Audio e notifiche -> Altri suoni, per spegnere i toni del tastierino, i suoni alla pressione e la vibrazione alla pressione.

9) Tenere meno widget
I widget sono ottimi per vedere informazioni di vario tipo sullo schermo senza aprire la relativa applicazione, come il meteo o le notizie del giorno.
Il problema è che consumano energia anch'essi quindi, se si vuole prolungare la carica al massimo, occorre rimuoverli o tenerne meno possibile (mantenere certamente quello del risparmio energetico).

10) Togliere le animazioni
Le animazioni e gli effetti di transizione mentre si scorrono le varie schermate consumano batteria sul cellulare.
In un altro articolo abbiamo spiegato come disattivare le animazioni su Android .

11) Ottimizzazione Batteria
In Android 6 è attiva di default l'ottimizzazione batteria.
Abbiamo spiegato questa funzione e come attivarla anche su altre versioni Android nell'articolo sull'ottimizzazione batteria Android.

Alcuni di questi controlli possono diventare automatici usando un'app per risparmiare batteria su cellulari Android oppure anche un'app per automatizzare Android.

Oltre a questi consigli, è importante anche sapere qualcosa sulle batterie del cellulare e, quindi, leggere come conservare carica nelle batterie di dispositivi elettronici, evitando, ad esempio, di scaricarla sempre completamente (la scarica completa si deve fare una volta ogni tanto per calibrare la batteria).

Se la batteria si esaurisce spesso prima della fine della giornata nonostante si abbia disattivato tutto il possibile, può essere conveniente una soluzione diversa, come una batteria supplementare per lo smartphone, un caricatore portatile o anche un caricabatteria a manovella o solare.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • Emanuele
    31/3/15

    Sono quasi tutti consigli validi, soprattutto la gestione della luminosità e dello schermo e la disattivazione di alcuni servizi se non si utilizzano; diciamo che la maggior parte delle cose citate non è che consumino poi chissà quanta batteria in più quindi il beneficio che se ne ricava dalla loro modifica è davvero minimo.
    Quello che invece fa tanto (ed è citato più o meno al punto 3 e 6) è la gestione delle app utente, di sistema e dei servizi, per capirci quante volte questi programmi in background attivano il telefono attraverso varie cose (ad esempio GPS per la posizione etc) questo si che crea il maggior drenaggio della batteria rispetto a tutto il resto.
    Per avere pieno controllo in questo ambito o si installa una ROM custom con la gestione integrata oppure un'app di terze parti se non si vuole installare un OS personalizzato; fatto ciò si può decidere ogni tipo di comportamento che un'app deve avere, permettere o negare posizioni gps, letture contatti, risveglio telefono e tanto alto... si possono vedere i dettagli di quanto e che cosa attiva una determinata app per capire quanto sta consumando di batteria (è utile osservare anche la sezione batteria per capire i consumi).