Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Perchè Android non si aggiorna e come fare

Pubblicato il: 19 marzo 2015 Aggiornato il:
Perchè su alcuni smartphone Android si aggiorna mentre su altri no e come si può avere l'ultima versione di Android sempre?
come aggiornare android L'ultimo aggiornamento del sistema più diffuso al mondo sugli smartphone è stato Android 5.0 Lollipop, rilasciato nel mese di novembre.
Ad oggi, più di tre mesi dopo, le statistiche dicono che meno del 3% dei dispositivi Android, cellulari e tablet, ha ricevuto l'aggiornamento.
E' evidente che qualcosa non quadra e che ci sono forti limitazioni nelle possibilità di aggiornare Android.
Chi ha ancora versioni più vecchie potrebbe chiedersi perchè il suo smartphone non si aggiorna all'ultima versione del sistema operativo, perchè un modello viene aggiornato e un altro no e cosa si può fare per forzare questo aggiornamento ed avere sempre l'ultima versione di Android.

Il grande problema e difetto di questo sistema operativo, così aperto, flessibile e personalizzabile, è la frammentazione delle versioni installate sui numerosi dispositivi che lo adottano.
Android è un sistema libero (mentre iOS può essere installato solo su iPhone) adottato da quasi tutti i principali produttori di cellulari (Samsung, LG, HTC, Motorola e tutte le marche cinesi), che viene adattato per i modelli di smartphone e tablet più diversi.
Accade così che quando Google rilascia la nuova versione, questa deve essere poi revisionata dai vari produttori, i quali solo dopo aver fatto le dovute modifiche possono rilasciarla per i vari modelli.
E' quindi ovvio che i produttori lavoreranno per aggiornare Android solo sui dispositivi più popolari, lasciando perdere quelli più vecchi e quelli meno venduti.

Nonostante sia ufficialmente disponibile nel mese di novembre, Android 5 Lollipop è stato rilasciato come aggiornamento automatico solo sui dispositivi Nexus, che sono venduti da Google stesso.
Per capire perchè Android non si aggiorna su tutti gli smartphone facciamo un esempio.
Diciamo che tre amici vanno a comprare lo stesso kit di pezzi LEGO che ciascuno usa per fare una costruzione diversa e unica.
Pochi mesi dopo, LEGO mette in vendita un nuovo set di pezzi che i tre amici vanno a comprare per migliorare la loro costruzione.
Essendo queste costruzioni diverse, anche se fatte con gli stessi pezzi, ci vorrà una diversa quantità di lavoro e tempo per migliorarla con il nuovo kit che dovrà essere adattato.
Così succede per Android: Google, come Lego, sviluppa e lavora sulle prossime versioni di Android.
Quando annunciano una nuova versione, cosa che accade ogi 6 /12 mesi, Google fornisce il codice sorgente (i pezzi) del sistema, pubblicamente, sul suo sito web, in modo che i produttori e costruttori di telefoni possano usarlo per aggiornare i loro dispositivi.
Una volta che il codice sorgente è disponibile, i produttori devono prepararlo per i loro clienti.

Abbiamo visto in un altro articolo quali sono i produttori più veloci a rilasciare aggiornamenti Android tra HTC, LG, Samsung e Motorola.
Chi possiede uno smartphone Android non può che attendere con pazienza il rilascio dell'aggiornamento.
Chi invece ha un telefono economico, vecchio o prodotto da un'azienda piccola e semi-sconosciuta come le tante cinesi che ci sono, può anche mettersi l'anima in pace perchè difficilmente potrà aggiornare Android.

Per mettere una toppa al problema Google ha suddiviso il sistema Android in una serie di applicazioni indipendenti che si possono installare e aggiornare dal Google Play Store.
Tra queste, la più importante è Google Play Services per aggiornare Android e proteggere il cellulare.
Grazie all'installazione di diverse applicazioni e per l'enorme flessibilità nativa di Android, abbiamo anche visto come avere lo stile Lollipop su tutti i telefoni

Vediamo adesso come aggiornare Android.
Gli aggiornamenti regolari di Android vengono rilasciati sugli smartphone con una notifica.
Si può anche fare un controllo per un eventuale aggiornamento andando in Impostazioni - Info sul telefono.
Il controllo di aggiornamenti è comunque automatico e viene fatto ogni giorno da Android quindi non è assolutamente necessario fare la verifica manuale.

Abbiamo visto come sia possibile Aggiornare o installare Android sui Nexus dal PC manualmente, dispositivi privilegiati essendo di marca Google.

Per tutti gli altri, l'unica strada è quella dell'installare una ROM personalizzata.
Sostanzialmente, senza aspettare il produttore, ci si può rivolgere a sviluppatori indipendenti più liberi e meno legati alle procedure burocratiche delle grandi aziende, che sviluppano versioni di Android compatibili con tanti vari modelli di smartphone.
Abbiamo visto, per esempio, come installare CyanogenMod, la miglior ROM Android, quella più popolare, di cui esistono versioni per tantissimi cellulari.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
4 Commenti
  • Emanuele
    20/3/15

    Tutto corretto, aggiungo anche che il non aggiornamento di un dispositivo può anche essere una scelta consapevole e ponderata da parte dell'utente, ad esempio io ho un 1+1 che funziona egregiamente con la Cyano 11s creata su misura per questo smartphone, sentendo anche sui vari forum nessun utente possessore di questo device avrà poi intenzione di passare alla versione Cyano 12s con Lollipop a meno che non sia uguale o superiore al livello di qualità raggiunto dalla Cyano 11s con KitKat.
    Molto spesso si preferisce attendere e vedere come si evolve la situazione piuttosto che partire con un'installazione prematura, nuovo non è sempre sinonimo di qualità.

  • kooma
    20/3/15

    Ciao, ho seguito il tuo post e sono andato a vedere il mio Note 3. C'è scritto che la versione Android è 4.4.2 e non quel 5.0 Lollipop di cui parli. Ho cliccato per aggiornare e la risposta è che ho la versione aggiornata più recente. Puoi spiegarmi questa cosa?
    Grazie.

  • Claudio Pomes
    20/3/15

    non l'ho spiegato chiaro nell'articolo? cosa manca?

  • kooma
    20/3/15

    OK. Grazie.