Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Il nuovo MacBook è come un tablet con tastiera, vale la pena?

Pubblicato il: 11 marzo 2015 Aggiornato il:
Il nuovo Macbook di Apple più lento dei modelli precedenti, più sottile, più portatile, come un tablet con tastiera
il macbook com'è? Apple ha presentato il suo nuovo computer portatile chiamato MacBook, senza "Pro", senza "Air" o qualsiasi altro suffisso, solo Macbook.
Si tratta di un computer molto leggero e snello, con uno spessore massimo di 13,1 millimetri, il portatile Apple più sottile di sempre, con una nuova tastiera e una sola porta di tipo USB-C (lo standard del futuro) espandibile con un adattatore da comprare separatamente, che può essere usata sia per collegare dispositivi USB che per collegare uno schermo HDMI.
Purtroppo, come ogni nuovo prodotto Apple, i pareri oggettivi sono difficili e c'è sempre chi li osanna a prescindere e chi invece li detesta.
La verità è che i MacBook sono sempre stati ottimi computer portatili, abbastanza costosi sicuramente, ma non poi tanto di più rispetto a PC portatili Windows equivalenti.
Abbiamo già spiegato perchè oggi i Mac sono uguali ai PC senza differenza alcuna se non nel sistema operativo, che comunque non è poi così radicalmente diverso.
I computer Apple della linea Macbook costano tanto perchè costruiti con materiali di qualità, sono belli e molto veloci.

Chi vi scrive non ha ancora provato il Macbook e basa la sua opinione sulle descrizioni di chi lo ha visto e usato.
Da quello che viene fuori leggendo le varie opinioni in merito, il nuovo MacBook sembra in realtà molto più simile ad un iPad con la tastiera piuttosto che un normale computer portatile.
Tanto che, come i tablet, non ha ventole, monta al suo interno un processore a basso consumo Intel Core ed ha una sola porta USB.
Questa sua essenzialità può premiare la portabilità del computer, ma essere davvero limitante nella sua usabilità quotidiana.
Per esempio può diventare complicato collegare il Macbook a un cavo di rete Ethernet, a un hard disk esterno o a un iPhone o iPad per ricaricarli.
Questa scelta di limitare il numero di porte USB quindi è davvero strana e particolare, qualcosa che difficilmente potrà soddisfare la maggior parte degli utenti.

Un'altra scelta che lascia davvero perplessi è il processore molto più lento e meno performante rispetto al Macbook Air.
La Apple ha scelto, sempre per far somigliare il Macbook a un tablet con la tastiera, di eliminare la ventola e montare un processore a basso consumo.
La paura di molti commentatori è quindi che il nuovo Macbook possa essere più lento rispetto il vecchio Macbook Air o Pro ed anche più lento rispetto un normale portatile Windows di medio livello.
Inoltre potrebbe avere problemi di surriscaldamento che impedirebbe al Macbook di essere usato per molte ore in compiti impegnativi.

Alla fine il Macbook diventa un computer che vale la pena di essere acquistato soltanto da persone che vanno in giro spesso, per gli uomini d'affari e gli studenti universitari, consigliabile per chi sta tutto il giorno fuori e non è tanto interessato ad avere un computer potente, ma piuttosto di avere un computer leggero e portatile per scrivere, vedere video e presentazioni.
In sostanza, il nuovo Macbook non è un'alternativa al portatile Windows o al Macbook Pro / Air, ma un'alternativa al Chromebook che è progettato per lo stesso tipo di utenza.
Peccato però che il Chromebook costi 300 Euro mentre il Macbook 1300 Euro...

Sul sito ufficiale, la presentazione del nuovo Macbook della Apple e il video.


Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
Un Commento
  • FrancoPS
    12/3/15

    Finalmente un'analisi concreta del nuovo "gioiello" di casa Apple con riferimento alle effettive potenzialità e limitazioni. Da felice possessore di Chromebook concordo in pieno con l'articolo.