Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Comprare un nuovo Hard Disk del PC, 5 cose da considerare

Pubblicato il: 23 marzo 2015 Aggiornato il:
Quale hard disk comprare in base alle caratteristiche, al prezzo e al tipo; cose da sapere prima di comprare il disco del computer
comprare disco pc hard disk L'hard disk è sempre una componente chiave dei computer, è la sua memoria fissa, quella che conserva i dati anche se il computer viene spento per tanto tempo.
Si può comprare un hard disk sia per sostituire un vecchio disco rigido sia per avere un disco rigido aggiuntivo di backup o per aumentare lo spazio in cui salvare foto e file.
Essendo l'hard disk la componente più lenta di un computer, cambiare hard disk su un PC di qualche anno fa può davvero fare la differenza nelle sue prestazioni.
Per la scelta di un nuovo disco o "hard drive", è importante tenere a mente certi fattori importanti che distinguono i vari modelli tra loro e considerare eventuali problematiche nella sostituzione.

LEGGI ANCHE: Come sostituire l'hard disk per potenziare il PC in un'ora

Comprare un nuovo hard disk, oggi, è davvero facile.
Mentre prima era necessario andare in un negozio di computer specializzato dove era anche facile farsi fregare, oggi basta andare sul sito Amazon, dove la scelta è davvero ampia ed è anche facile fare errori.
In 5 punti, vediamo le cose da considerare prima di comprare l'hard disk del PC.

1) Per prima cosa è necessario capire se si vuole un hard disk o un'unità a stato solido SSD.
Abbiamo già visto, nel dettaglio, le differenze tra Hard disk e SSD che riepiloghiamo qui in modo sintetico.
Tecnicamente, l'hard disk è un disco che gira meccanicamente e una testina che lo legge mentre l'SSD è un chip di memoria flash, come una chiavetta USB, da cui i dati vengono letti e scritti.
Un SSD è veloce, molto più veloce rispetto all'Hard disk normale ed è anche più resistente agli urti e meno dispendioso di energia, ma costa anche di più a parità di spazio disponibile.
Se si vuole un disco molto spazioso quindi è meglio scegliere un hard disk mentre se si vuole sostituire il disco primario del computer è sicuramente meglio un SSD più veloce.
Se il prezzo non è un problema, allora vale la pena scegliere sempre l'SSD e considerare gli hard disk roba del passato.
In un altro articolo si può leggere come spostare Windows su SSD senza reinstallare tutto che vale anche per i normali hard disk.

2) Una volta deciso tra un HDD e SSD, si deve scegliere la dimensione e il tipo.
Per fortuna le tipologie di dischi per computer sono solo due, una grande da 3,5 pollici e l'unità da 2,5 pollici .
Gli Hard disk tradizionali sono, di solito, grandi 3,5 pollici con una capacità massima di 4TB, mentre i dischi portatili tendono ad essere di 2,5 pollici con una capacità massima di 2 TB.
Gli SSD possono essere più piccoli perché non hanno parti mobili, solitamente da 2,5 pollici.
In realtà, comunque, la dimensione conta solo se si è obbligati a usare un disco piccolo da 2,5, altrimenti, si può sempre montare un SSD in un connettore da 3,5 pollici con l'adattatore che si può trovare sempre su Amazon, a 3 Euro.
Per quanto riguarda le connessioni, la maggior parte delle unità disco - sia hard disk che SSD,utilizzano connettori SATA.
Se si acquista un disco esterno, esso si collegherà una porta USB.

LEGGI ANCHE: Come collegare dischi al PC via USB: adattatori SATA, case e docking station

3) Specifiche e prestazioni
La specifica principale di un hard disk è, ovviamente, lo spazio.
Gli HDD sono più grandi, a parità di prezzo, rispetto gli SSD come già spiegato al punto uno.
In generale, un hard disk può essere grande massimo 4 TB mentre un SSD massimo un TB.

Come per ogni parte del computer, anche il disco può essere diverso, da modello a modello, in base alla prestazioni.
In particolare, per gli hard disk, bisogna guardare la velocità di rotazione che influenza la velocità di trasferimento dati, lettura e scrittura
La velocità di un disco si misura in giri al minuto (RPM) e più è alta, più è veloce.
Un altro valore da considerare per decidere se un hard disk è meglio di un altro è lo spazio cache, una memoria simile alla RAM dove vengono memorizzati temporaneamente i dati prima di essere trasferiti da una sezione a un'altra.
Una cache più grande consente di trasferire dati più velocemente.
Gli HDD moderni possono avere dimensioni della cache che variano tra gli 8 MB e i 128 MB.
Gli SSD, invece, hanno un'elevata velocità sequenziale in lettura e scrittura che può essere limitata solo da una presa SATA vecchia sulla scheda madre.

Per quanto riguarda la durata e la resistenza, poiché gli HDD sono meccanici, si usurano nel corso del tempo.
Non tutti gli HDD sono uguali però, con alcuni modelli che possono rompersi entro 6 mesi, mentre altri con una durata anche di 6 anni.
In un altro articolo, la guida per la cura e il mantenimento dell'hard disk le cause di guasti disco e la prevenzione.
Gli SDD moderni tendono a durare più a lungo (in media 2 milioni di ore) rispetto gli HDD moderni (tasso medio di inadempienza di 1,5 milioni di ore), tuttavia, per la conservazione di dati a lungo termine quando tenuto scollegato, un disco HDD è molto più affidabile di un SSD.
A tal proposito, può essere importante anche sapere quale marca di hard disk è migliore.

4) Prezzi
Sulla base di quanto sopra, i prezzi degli hard drive varia molto a seconda del tipo, dello spazio e delle specifiche tecniche.
Se si preferisce comprare un SSD, ho già esaminato i migliori dischi SSD da comprare per far andare il PC veloce come un tablet.
Per gli hard disk invece si può guardare la lista dei più venduti per trovare quelli che, oggi, sono i più apprezzati, i meno costosi e quelli con una resa migliore sulla maggior parte dei computer desktop.

5) Esterno o Interno
Un hard disk esterno è comodo per attaccarlo alla TV e per trasferire i dati portandoseli dietro, da casa all'ufficio o in viaggio.
Le unità esterne sono perfette anche per il backup dei dati importanti.
I dischi esterni sono più lenti nella velocità di trasferimento dati, rispetto i dischi interni a meno che non si abbia il supporto per la presa USB 3.0 che va veloce fino a 5.0GB al secondo.
Per andare sul sicuro si può comprare il Samsung M3 1TB o il Toshiba HDTB310EK3AA, da 60 Euro, entrambi molto popolari e con migliaia di recensioni.
Per chiarire, qualsiasi unità di dati può essere utilizzato internamente o esternamente se ha i connettori compatibili.
Quando viene utilizzato esternamente, il disco viene semplicemente racchiuso in un involucro protettivo quindi, se un disco esterno si può sempre rimuovere l'involucro e usarlo internamente.

LEGGI ANCHE: Quale Hard disk esterno o interno comprare per salvare file, foto, documenti e video

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
5 Commenti
  • GG
    24/3/15

    mancano gli SHDD, HDD classici ma che montano una flash per velocizzare le operazioni riperitivie di lettura e scrittura.

  • Claudio Pomes
    24/3/15

    Ma non comprerei un shdd, sono poco diffusi e sono un ibrido poco convincente. meglio allora mettere un ssd e un hdd sullo stesso computer

  • Emanuele
    25/3/15

    C'è da considerare anche il fatto che gli SSD sono una tecnologia nuova, quindi per ora va presa un po' con le pinze. Al problema del prezzo che comunque pian piano sta scendendo bisogna aggiungere i problemi prestazionali di quasi tutti i modelli SSD, si sa che hanno cicli limitati e le prestazioni si deteriorano in maniera proporzionale al riempimento del disco, cosa un po' arginabile limitando le letture/scritture sfruttando una ramdisk, con la tecnologia TRIM poi la cosa è quasi del tutto risolta, c'è da dire che non tutto l'HW/SW supporta questa tecnologia che è vitale per questa tipologia di HD.
    Aggiungo che se si vuole cambiare un HD classico con un SSD bisogna controllare bene la scheda madre, infatti se il pc ha qualche anno rischia di non avere le capacità per gestire al meglio un SSD e si creano errori, incompatibilità e colli di bottiglia.
    Comunque diamo tempo al tempo e presto sarà una tecnologia efficiente.

  • Claudio Pomes
    25/3/15

    io non ho incontrato tutti questi problemi che dici tu, ho montato ssd su diversi computer con grande soddisfazione

  • Emanuele
    25/3/15

    Proprio perchè essendo una tecnologia relativamente nuova per capire come funziona ci va un test sul lungo periodo, poi chiaro che se hai montato SSD su pc abbastanza recenti con TRIM di windows 7 o linux allora è normale non aver notato grossi cali di prestazioni; in ogni caso funzionano alla grande, vanno solo perfezionati.