Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Guida e trucchi per Spotify, l'app più completa per ascoltare musica

Pubblicato il: 3 febbraio 2015 Aggiornato il:
Tutti i modi per ascoltare la musica preferita con Spotify, scoprire nuove canzoni e organizzare playlist e brani preferiti
trucchi spotify Spotify è uno dei più popolari servizi di musica in streaming, tutti lo conoscono, tutti lo usano, ma pochi conoscono e sfruttano le sue potenzialità e i trucchi per godere in pieno del player di musica più personalizzabile che c'è.
Per questo motivo è utile una guida a Spotify, l'app multi-piattaforma più completa di funzioni per ascoltare musica, su PC, smartphone, tablet e via web.

LEGGI ANCHE: Scarica Spotify per ascoltare tutta la musica via web dal PC, gratis senza limiti

Usare Spotify è facile, la guida quindiPrima di tutto è importante sapere che Spotify si può utilizzare sia come programma da installare su PC che come web player di musica accessibile al sito play.spotify.com.
Come per Youtube, la chiave per usare Spotify in modo efficace è la creazione delle playlist, ossia le liste di canzoni organizzate per generi o per autori.
Abbiamo visto, a tal proposito, come trovare playlist per Spotify via web.
Dopo aver creato o importato diverse playlist, dal programma Spotify è possibile creare cartelle per organizzare le varie Playlist, in modo da tenerle ordinate a loro volta.
Si può creare una nuova cartella di playlist dal menu File oppure anche con la scorciatoia CTRL + Maiusc + N.
Le Playlist si potranno quindi trascinare col mouse dentro la cartella creata.
Per mettere un brano in una playlist, trovato con la ricerca o dalle playlist automatiche della sezione Naviga, basta premerci sopra col tasto destro, sia sulla versione programma che sulla versione desktop.
Il tasto + alla sinistra del titolo di una canzone serve invece a mettere quella canzone tra i preferiti, da ritrovare poi nella sezione "La tua musica" dove i vari brani sono raggruppati automaticamente per album o per artista.
È inoltre possibile aggiungere interi album a "la tua musica", cercando il nome di un artista e cliccando il + sulla copertina di uno degli album.
E' anche possibile aggiungere tutti i brani di una playlist alla sezione dei brani preferiti della "tua musica" in modo veloce selezionando tutte le canzoni molto più veloce, selezionando tutte le canzoni (sul programma Spotify cliccando su una canzone della lista e poi premendo i tasto Ctrl + A) e poi trascinandoli usando il mouse nella sezione brani in "la tua musica"

Alla fine, dopo aver organizzato le playlist, è il momento di scaricare i brani per poterle sentire dal cellulare anche senza connessione internet.
Con Spotify le canzoni preferite e le playlist possono essere scaricare sullo smartphone tramite l'app Spotify e un abbonamento Spotify Premium che costa 10 euro al mese (1 Euro per i primi tre mesi).
Piuttosto che comprare CD o MP3 o comunque, anche se non si è abituati a comprare musica, invece di tenere giga e giga di file mp3 sul computer che poi vanno trasferiti sullo smartphone manualmente, questa funzione di Spotify vale il suo prezzo.

Per rendere più potente e più ricco di funzioni Spotify non bisogna dimenticare delle applicazioni, che sono plugin di servizi esterni per, ad esempio, vedere i testi delle canzoni oppure per sapere le date dei concerti degli artisti preferiti.
In un altro articolo sono descritte le migliori app per Spotify che si trovano dal menu principale a sinistra nel programma, alla voce Cerca App

Per quanto riguarda la ricerca di musica, è importante conoscere gli operatori supportati per filtrare e perfezionare i risultati in modo da trovare esattamente quello che si vuole.
Per esempio, se si cerca semplicemente Vasco Rossi, si apre una list infinita di album, brani, playlist profili e l'unica cosa che si può fare è cliccare sulla lista dei più ascoltati per sentire quelle più popolari.
Per filtrare la ricerca di musica in Spotify si può, ad esempio, limitare i risultati per la data cercando, ad esempio, artist:Vasco Rossi year:1985-1989.
Altri operatori di ricerca, oltre a Artist e Year sono :
AND, OR e NOT per trovare risultati per due parole, per avere un'alternativa o per escludere una parola.
track: ricerca per una canzone precisa
album: ricerca per album.
label: ricerca per etichette discografiche.

Oltre alla ricerca, Spotify funziona benissimo anche per condividere con gli amici le canzoni preferite o intere playlist.
È possibile creare playlist pubblicamente visibili, lasciare che gli amici vedano quello cosa abbiamo ascoltato di recente e creare link per singole tracce, profili, playlist, artisti, album.
Alla fine, per ogni elemento, si può cliccare col tasto destro del mouse per trovare le opzioni di condivisione, copiando il link o anche il codice per incorporare la canzone sul proprio blog o sito web.

Si può anche restare completamente invisibili su Spotify, per evitare completamente l'aspetto sociale, cliccando su "Modifica -> Preferenze" nella parte superiore della finestra del programma.
Dalla prima schermata, si possono deselezionare tutte le opzioni del Profilo e della Condivisione.
Se si preferisce, si può rimanere in connessione con i social, ma tenere privata una o più playlist cliccandoci sopra col tasto destro e scegliendo l'opzione "rendi segreta".

Sono molteplici ii modi con cui Spotify fa ascoltare la musica preferita e scoprire nuove canzoni, anche grazie alle classifiche della sezione Naviga, con liste automatiche dei "mood" che permettono di sentire musica adatta in base al momento della giornata o in base all'emozione provata.
Alla fine il prezzo di un abbonamento premium per Spotify è anche giustificato, soprattutto se si vuol ascoltare la musica preferita usando lo smartphone come un iPod, anche offline e senza bisogno di connessione internet.

LEGGI ANCHE: Spotify per sostituire iTunes sul PC, per sentire e sincronizzare mp3

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
5 Commenti
  • destj
    3/2/15

    Lessi una volta di sfuggita un interessantissimo articolo in inglese che parlava di un sito o webapp che dava la possibilità di creare playlist collaborative su Spotify autorizzando gli utenti tramite un semplice link pubblico e senza la necessità di installare applicazioni o essere registrati a spotify. Accidenti a me purtroppo non sono stato più capace di trovare questa pagina ne tantomeno questo sito... Non è che ne hai sentito per caso parlare?

  • Claudio Pomes
    3/2/15

    Spotify supporta di suo le playlist collaborative; qui i siti dove creare e trovare playlist per spotify http://www.navigaweb.net/2014/11/web-player-per-spotify-per-trovare.html

  • destj
    4/2/15

    Bè lo so, ma quello che dicevo io non richiedeva che i partecipanti fossero iscritti a spotify

  • Silvia
    4/12/15

    Vorrei cancellare la cronologia di Spotify dall'applicazione sul telefono ma mi consente solo di nasconderla e non in tutti i casi. Ho provato con svuota cache e anche a disinstallare l'applicazione, ma niente, è sempre lì. Grazie.

  • Claudio Pomes
    7/12/15

    la cronologia è presa dall'account, devi cancellarla dal sito web