Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Cambiare disco e aggiungere RAM sul portatile per migliorarlo e rinnovarlo

Pubblicato il: 28 novembre 2014 Aggiornato il:
Per migliorare prestazioni e velocità di un PC portatile, si può cambiare il disco e aggiungere RAM
I portatili non sono così facili da aggiornare come i PC desktop perchè molti componenti interni sono saldati alla scheda madre quindi, anche se tecnicamente sostituibili, non è un lavoro che si può fare a casa.
Ci sono però due cose che è possibile fare su un portatile per dargli nuova vita se vecchio o per potenziarlo: aggiungendo memoria RAM e cambiando l'hard disk sostituendolo con un disco a stato solido SSD.
Questi cambiamenti hardware migliorano davvero molto la velocità, le performance e le prestazioni di un PC portatile, permettono di rinnovarlo se vecchio e sono assolutamente consigliati sui portatili che hanno meno di 4 GB di RAM e che non hanno un disco SSD all'interno.

Per l'acquisto di una memoria RAM aggiuntiva, l'unica cosa da controllare è che ci sia uno slot disponibile e il tipo di scheda RAM compatibile per il proprio portatile.
Per sapere cosa c'è dentro al proprio computer si può usare un programma per controllare l'hardware sui singoli pezzi del PC.
Per acquistare una scheda RAM si può andare su Amazon e cercare quella con le stesse caratteristiche di quella già montata.
Se si avesse una configurazione con due schede RAM, ad esempio, da 1 GB, si potrebbero sostituire entrambi in cambio di una sola da 4 GB.
Per quanto riguarda la sostituzione del disco invece abbiamo consigliato, in un altro articolo, i migliori SSD da comprare.
In ogni caso, prima di fare l'acquisto, meglio leggere tutte le ultime recensioni, sia su Amazon che cercando su Google.

LEGGI ANCHE: Riparazioni computer fai da te: cambiare RAM, alimentatore e hard disk

Prima di fare qualsiasi aggiornamento, comunque, è consigliabile fare un backup dei dati per evitare che essi siano persi, soprattutto nel caso di sostituzione dell'hard disk, che richiederà anche la reinstallazione di Windows (o la clonazione del vecchio disco).

Una volta fatto il backup e dopo aver acquistato i pezzi, mettere il portatile su un tavolo, capovolgerlo e trovare il pannello fissato con una vite, di solito posto in basso (se la batteria è in alto).
Quel pannello è dove si trova l'unità RAM e il disco.
Ogni portatile, a seconda del modello, può avere un alloggiamento diverso quindi, in alcuni, ci saranno due pannelli separati per disco e RAM.
Rimuovere, innanzitutto, la batteria, per evitare che ci sia corrente all'interno del computer.
Prendere poi un cacciavite a croce e svitare il pannello che copre la RAM e l'hard disk.
Dopo aver svitato il pannello, tirarlo su con un coltello che faccia da leva e muovere il pezzo di plastica delicatamente per levarlo e scoprire il comparto.

Aggiunta di RAM
La maggior parte dei computer portatili hanno solo due slot DIMM per la RAM, disposti uno sopra l'altro.
Bisogna quindi rimuovere il modulo DIMM superiore per accedere a quello inferiore.
Poiché ci sono solo due slot, di solito sono entrambi occupati, quindi sarà necessario aggiornare la RAM con l'acquisto di due nuovi modul di capacità maggiore.
Per rimuoverle le schede di chip, premere le linguette su ciascun lato dello slot, premere verso l'esterno su entrambi i lati contemporaneamente per togliere il primo, alzandolo di circa 30 gradi e poi sfilandolo.
La procedura è la stessa per il secondo modulo DIMM.
Inserire la nuova RAM è molto facile, mettendola nell'apposito slot e spingendo verso il basso fino a quando non si bloccano nelle staffe.
Per togliere e mettere i banchi di RAM non è mai necessario fare forza quindi, se non entrasse, controllare che la posizione sia quella giusta e che le tacche sul DIMM siano allineate con quelle della scheda.
Prima di fare questo lavoro consiglio di leggere la guida per aggiungere RAM sul computer.

Per sostituire l'hard disk invece bisogna svitare altre viti, piuttosto evidenti, che bloccano l'alloggiamento metallico.
Prima di sollevare il disco dal computer, è necessario staccarlo dalla presa SATA tirando di lato.
L'unità disco dovrebbe essere ancora fissata su suo alloggiamento, da cui va svitata togliendo le quattro vitarelle laterali.
Per montare il nuovo disco SSD, bisogna ripetere questi passaggi in modo inverso, riavvitandolo alla gabbia, riattaccandolo alla presa SATA e rimettendo infine le viti di fissaggio.

Prima di cambiare il disco però conviene, per non dover reinstallare Windows e tutto il resto, clonare il vecchio disco sul nuovo.
Per fare questa operazione su un portatile bisogna attaccare il nuovo SSD a una presa USB con un cavo adattatore SATA- USB e seguire poi la guida per sostituire l'hard disk del computer o quella per spostare Windows su SSD senza reinstallare tutto.
Le uniche cose a cui stare attenti è che lo spazio occupato sul vecchio disco sia inferiore allo spazio totale del nuovo e che il disco che deve essere clonato abbia una partizione unica.
Il vecchio disco, teoricamente, potrebbe ancora essere montato sul portatile come disco secondario, anche se l'operazione, in questo caso, è molto più delicata e si può fare solo se sul PC c'è un lettore DVD.
In pratica si può mettere l'hard disk al posto del lettore DVD (cercare una guida perchè non l'ho mai fatto).

Accensione
Una volta sostituiti RAM e/o disco e dopo aver rimontato tutto, si può accendere il computer che dovrebbe caricarsi senza alcun problema in quanto non ci sono driver da installare o configurazioni software da fare.
Se il computer si rifiutasse di avviarsi, controllare che la RAM sia messa bene e, soprattutto, che sia compatibile con il PC.
Per quanto riguarda il disco SSD, ci sono delle modifiche da fare su Windows per il suo buon mantenimento e per ottimizzarlo.
Si può usare il programma Samsung Magician fornito con l'SSD EVO e seguire queste indicazioni per tenere veloce il disco SSD e farlo durare di più

L'intero processo di rimozione e sostituzione di questi componenti può essere fatto in cinque minuti o meno, non è difficile, ma richiede una carta pianificazione iniziale soprattutto per l'acquisto del pezzo giusto.

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)
3 Commenti
  • Anonimo
    28/11/14

    "Rimuovere, innanzitutto, la batteria, per evitare che ci sia corrente all'interno del computer."
    E se il mio notebook ha la batteria integrata non rimovibile?

  • Claudio Pomes
    28/11/14

    non la rimuovi e basta; dovresti però scaricare l'energia elettrostatica, magari toccando, prima di mettere le mani dentro il PC, un termosifone

  • Anonimo
    28/11/14

    grazie per la risposta ^^. Dici che è sufficiente toccare un termosifone (in proposito..va bene quello in ghisa?) e poi mettere mani nel pc (cercando sempre di usare il buon senso quindi maneggiando il meno possibile i componenti, specie i contatti) per scaricare energia elettrostatica? Oppure pensi che sarebbe meglio usare dei guanti per non correre rischi?
    Grazie per l'aiuto