Navigaweb.net

Migliori siti, programmi e applicazioni su Navigaweb.net

Programmi Guide PC Tecnologia Sicurezza Windows Rete iPhone Android Facebook Immagini Musica Giochi

Rendere il PC più veloce: cosa fare e cosa non serve

Pubblicato il: 22 ottobre 2014 Aggiornato il:
Cose da fare e cose da evitare per rendere più veloce un computer Windows
computer veloce Un computer, dopo un certo utilizzo, diventa più lento di quando è stato acceso la prima volta.
Ci sono molte diverse teorie sul perchè accade questo, alcune giuste, altre sbagliate e vale la pena esaminarle per evitare di fare errori, mettersi l'anima in pace, per evitare di cercare trucchi speciali, spesso dannosi o di spendere soldi inutilmente.
Non c'è dubbio che, per rendere il PC più veloce, sia necessaria la giusta manutenzione e fare alcune modifiche, ma, allo stesso tempo, ci sono cose che non serve a nulla fare.
In questo articolo vediamo, una per una, le diverse cose da fare e da evitare per rendere più veloce un computer Windows rimandando ad altri post sullo stesso argomento per tutti gli approfondimenti.

LEGGI ANCHE: Perchè il computer diventa sempre più lento col passare del tempo?

1) Cancellazione di file grandi dall'hard disk
Il più delle volte, la cancellazione di file grandi nel disco, video, musica o foto, non renderà il PC più veloce.
E' vero però che se il disco si riempie quasi al massimo della sua capacità, il computer rallenterà di molto le prestazioni.
La soluzione più naturale per evitare il riempimento del disco, è comprarne uno nuovo e aggiungerlo all'interno del computer se è possibile.
In alternativa, per i portatili, si può comprare un disco esterno e spostare li tutti quei file personali che si vogliono conservare.
Una cosa che aiuta ad evitare rallentamenti del PC Windows è di non mettere troppi file in una cartella e tenere il desktop sgombro da icone inutili.

2) Cancellazione di file inutili e spazzatura
Eliminare i file creati dai programmi non dà alcun beneficio alla velocità del computer.
Resta comunque utile fare una manutenzione del sistema con programmi come Ccleaner, una volta ogni tanto per alleggerire Windows e, in alcuni casi, rendere più veloce il caricamento dei programmi.

3) Deframmentazione disco
Abbiamo già discusso se la deframmentazione del disco sia oggi ancora utile concludendo che lo è, a meno che non si utilizzi un disco SSD.
D'altra parte però con Windows 7 e Windows 8 il problema della frammentazione dei file non esiste più perchè entrambi i sistemi la rendono automatica e silenziosa.

4) Pulizia del Registro di sistema
Questo è forse uno dei miti più clamorosi, alimentato dalla pubblicità di numerosi programmi che promettono miglioramenti alle prestazioni del computer ripulendo e ottimizzando il registro di sistema.
Come già detto in passato, i pulitori di registro danno più problemi che benefici e, di sicuro, non rendono più veloce il PC.
Il registro è un database che Windows e altri programmi utilizzano per memorizzare le impostazioni.
Il Registro di sistema potrebbe sicuramente avere alcuni riferimenti obsoleti, ma se anche rimangono li dove sono, Windows semplicemente li ignora.
Essi poi sono talmente piccoli da rendere la loro cancellazione del tutto ininfluente.
Il problema dei pulitori di registro è che possono finire col rimuovere cose importanti e provocare errori al caricamento dei programmi e di Windows stesso.

5) Presenza di malware
Quando un computer viene colpito da un virus, può diventare meno veloce, ma il più delle volte esso si nasconde senza dare alcun sintomo di infezione.
I moderni malware sono progettati apposta per non farsi notare quindi evitano di provocare rallentamenti del PC.
Controllare la salute della propria macchina è comunque una cosa da fare sempre, anche tutti i giorni, tramite la scansione con l'antivirus.

6) Programmi spazzatura e programmi gratuiti
Cercando su internet, è facile trovare programmi gratuiti per PC Windows.
Purtroppo però è altrettanto facile che questi programmi gratuiti siano accompagnati da spazzatura o siano essi stessi cattivi software.
Con questo non voglio dire di non scaricare programmi gratuiti, ma di prestare molta attenzione quando si installano.
Bisogna evitare di installare sponsor (vedi come installare un programma freeware senza sponsor) e non bisogna mai consentirgli di avviarsi automaticamente (a meno che, ovviamente, la natura del programma non lo richieda, come ad esempio l'antivirus).
E' anche importante conoscere la differenza tra programma freeware e open source: il freeware è un software commerciale che, anche se gratuito, è interessato a guadagnare soldi in qualche modo; l'open source invece è un programma libero, che non dovrebbe avere sponsor o fini di lucro.
E' anche fondamentale scaricare i programmi gratuiti sempre dai siti ufficiali e non da altre parti, per evitare di installare qualcosa di diverso.

7) Disabilitare l'avvio automatico dei programmi
Quando si consente a un programma di avviarsi insieme a Windows in modo automatico, l'avvio del PC sarà più lento.
Inoltre, quel programma rimane a pesare sulla memoria in ogni momento, limitando le risorse che potrebbero essere invece disponibili per i programmi usati davvero.
In un altro articolo la guida per gestire i programmi in avvio automatico.

8) Sostituzione e aggiornamento dei componenti hardware
Aggiornare il computer con parti più potenti e più nuove è forse la cosa più utile da fare per rendere il PC più veloce.
Bisogna tuttavia stare attenti a cosa si acquista per rispettare le compatibilità tra le varie componenti e per non fare inutili sostituzioni.
Ad esempio, non serve a nulla aumentare la RAM più di 4 GB su un PC Windows a 32 bit e non serve a molto cambiare processore su un PC vecchio se poi tanto si usa un hard disk meccanico che vanifica il potenziamento.
L'aggiornamento oggi più efficace per velocizzare un computer è, senza dubbio, la sostituzione dell'hard disk con un SSD, unità a stato solido.
Abbiamo già spiegato la differenza tra Hard Disk e SSD: l'hard disk normale è un dispositivo meccanico sempre in movimento mentre l'SSD è una memoria flash senza parti in movimento e naturalmente più veloce.
In altri articoli abbiamo segnalato quale SSD comprare per rendere il PC veloce come un tablet o uno smartphone, e la guida per spostare Windows su SSD senza reinstallare tutto.
La situazione ideale è un PC con un SSD per Windows e programmi e un hard disk per memorizzare i dati personali (foto, musica, video ecc).

9) Reinstallare il sistema operativo
Azzerare il computer e reinstallare Windows da capo fa tornare il PC veloce come quando era nuovo.
Questo però è un lavoro faticoso e noioso, i cui risultati verranno vanificati dopo un breve periodo di utilizzo, a meno che effettivamente si cambi il modo di usare il computer.
Un approccio più opportuno è quello di fare un backup del computer in modo da poter ripristinare Windows quando le cose vanno male o in caso di rallentamenti improvvisi.

10) Velocizzare Windows con modifiche di sistema
Anche se non si possono fare miracoli, è possibile modificare alcune opzioni di Windows per renderlo più veloce a caricare ed eseguire ogni compito.
A seconda del sistema operativo usato si possono quindi seguire le guide per
- Rendere Windows 8 più veloce possibile
- Velocizzare Windows 7, 8 e Vista con 10 opzioni nascoste
- Ottimizzare Windows 7 per un pc veloce e migliori performance

Per concludere, in un altro articolo il riepilogo delle cose da fare per velocizzare il computer

Scrivi un commento

Per commentare, si può usare un account Google / Gmail.
Se vi piace e volete ringraziare, condividete! (senza commento)